Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands
Gamereactor
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
Gamereactor Italia
articoli
Final Fantasy XV

Final Fantasy XV: Tutti i dettagli su Episodio Gladio - Speciale

Abbiamo incontrato Haruyoshi Sawatari e Raio Mitsuno al PAX East 2017 per saperne di più.

Final Fantasy XV ha debuttato lo scorso novembre, riscuotendo successo non solo in termini di critica (potete leggere la nostra recensione), ma anche e soprattutto da parte del pubblico. Dopo aver atteso per tanto tempo che la serie ritornasse sui suoi passi, dopo un paio di capitoli non esattamente memorabili, il travagliato quindicesimo episodio della serie - che ha assistito ad uno sviluppo piuttosto complesso, durato dieci anni e cambiando due game director - è stato capace di offrire un'esperienza piuttosto memorabile da un punto di vista dei legami che si sono instaurati con i vari protagonisti del gioco, ciascuno molto ben caratterizzato e unico non solo da un punto di vista caratteriale, ma anche per le proprie abilità uniche. Nonostante il giocatore potesse solo prendere il controllo del giovane principe Noctis, è indubbio che anche gli altri compagni (Gladio, Prompto e Ignis) abbiano lasciato un segno indelebile nel cuore di chi si è goduto questo titolo, sebbene non sempre brillante da un punto di vista narrativo.

Al PAX East di quest'anno abbiamo avuto l'occasione di scambiare quattro chiacchiere con il produttore Haruyoshi Sawatari e il global brand manager Raio Mitsuno di di Final Fantasy XV, quest'ultimo in qualità di traduttore per Sawatari, per parlare del primo DLC storia atteso per l'ambizioso titolo RPG di Square Enix, dedicato a Gladio Amicitia e atteso dal prossimo 28 marzo. Abbiamo iniziato la nostra intervista parlando di quale sia stata la percezione del gioco principale e in che modo i feedback dei fan influenzino l'approccio di uno studio quando si tratta di portare una boccata d'aria fresca grazie ai contenuti aggiuntivi, rispetto al gioco principale.

"Un sacco di giocatori, da tutto il mondo, hanno giocato a Final Fantasy XV, e penso che sia qualcosa che il team di sviluppo ha accolto molto bene e da cui è stato profondamente toccato, e questo è sicuramente qualcosa di cui siamo orgogliosi", ha spiegato Mitsuno. "Sì, siamo costantemente alla ricerca dei feedback dei fan e capire cosa hanno da dire".

"Nell'episodio Gladio, i riflettori sono, ovviamente, puntati su Gladio. I giocatori possono controllarlo e abbiamo progettato un sistema e una storia attorno a lui", ha continuato. "Ma ciò che abbiamo mantenuto dal gioco principale è il sistema di combattimento. Il sistema di combattimento è stato molto apprezzato dai giocatori e con cui si sono divertiti a giocare. Per questo motivo, lo abbiamo recuperato ma al contempo adattato a Gladio. Quindi, se Gladio diventa un personaggio giocabile, questo è il modo in cui dovrebbe combattere e questo è come dovrebbe essere il suo sistema di combattimento. Insomma, vogliamo che ci sia ancora un certo legame [con il gioco principale], anche se noterete delle differenze tra Noctis e Gladio".

Final Fantasy XV

Ciò che ci ha colpito di più nel gioco principale è stato il suo vasto e tentacolare mondo aperto, che incoraggia i giocatori ad andare a zonzo con il proprio party e affrontare varie avventure. La nostra prima impressione sul DLC è stata che questo contenuto fosse maggiormente incentrato sulla narrazione, e per questo abbiamo chiesto a Sawatari il motivo di questa scelta diversa rispetto a Final Fantasy XV.

"Il gioco principale - Final Fantasy XV - aveva un mondo aperto tentacolare, ma Episodio Gladio é ambientato in una particolare rovina e ha un suo design", ha spiegato. "Accade qualcosa nella storia principale, senza svelare troppi spoiler, per cui Gladio inizia ad esitare del fatto che non sia abbastanza potente da essere lo scudo legittimo del re, ossia Noctis. Successivamente a questo evento, Gladio decide di diventare più forte. È come se si sentisse in dovere di voler diventare più forte per proteggere Noctis. C'è una prova da affrontare in queste rovine che si tramanda nella storia. Un sacco di guardie e scudi reali hanno intrapreso questa prova, e accettando questa prova, vi sarà chiara la missione, l'obiettivo sarà chiaro, che è il motivo per cui abbiamo deciso di ambientare e progettare lì questa missione che Gladio deve compiere, come se avesse bisogno di sentirsi potente abbastanza da diventare lo scudo legittimo del re".

Non appena abbiamo avuto occasione di approfondire il processo di sviluppo di Final Fantasy XV, abbiamo chiesto a Sawatari quale sia il loro approccio quando si tratta di espandere un universo così ricco, ma anche provare a capire quali sono le sue motivazioni e i suoi ragionamenti alla base di queste speciali Add-on a tema:

"[Haruyoshi Sawatari] è il producer dei DLC di Final Fantasy XV, quindi non c'era ai tempi di Final Fantasy X o [FF] XIII, [per questo] non può spiegare le differenze di approccio rispetto a quei titoli", ha spiegato Mitsuno. "Ma per [FF] XV il team di sviluppo ha un obiettivo continuo: continuare ad espandere l'esperienza per gli utenti del gioco principale. Per Episodio Gladio viene data maggiore importanza al suo personaggio. Quale sarebbe il sistema di combattimento per Gladio? Oppure, come possiamo giocarci? Progettiamo una storia e un ritmo che ci permetta di raccontare la trama al meglio. La nostra missione è non solo espandere l'esperienza complessiva per le persone che hanno amato Final Fantasy XV, ma anche per quelle persone che ne vogliono ancora. Questo DLC offre una luce diversa e un personaggio diverso".

Final Fantasy XV

Alla Game Developers Conference, Square Enix ci ha mostrato una specie di tech demo di Final Fantasy XV su PC. Chiaramente, la nostra domanda successiva è stata capire se dobbiamo attenderci un porting per PC o anche una versione per Nintendo Switch in tempi brevi, e la risposta che abbiamo ricevuto è stata la seguente: "Come approccio generale nel suo complesso, il team di sviluppo è sempre aperto alle diverse piattaforme e alle diverse possibilità. Quella che avete visto alla GDC era solo una tech demo. Che si tratti di PC o di qualsiasi altra piattaforma, siamo sempre pronti a fare test".

Sawatari ci ha anche raccontato quali sono le sue ambizioni e i progetti per il futuro e ciò che ci si può attendere: "Parlando solo ed esclusivamente di Final Fantasy XV, Episodio Gladio uscirà il 28 marzo, è previsto Episodio Prompto a giugno, ma ci sarà anche Episodio Ignis e un'espansione multiplayer online in programma per la fine dell'anno. Per quanto riguarda espandere l'esperienza di Final Fantasy XV, questo è il nostro approccio. Quindi sì, speriamo che resterete connessi per ulteriori informazioni".

A chiusura della nostra intervista, abbiamo chiesto al duo come ci si sente ad essere parte di un team che lavora su un'esperienza gigantesca come Final Fantasy XV, per non parlare del fatto di dover preparare contenuti aggiuntivi e un sacco di lore laterale anche dopo il lancio. Come ha spiegato Raio Mitsuno, tutto il loro lavoro è dovuto ai fan, a cui devono tutta la loro gratitudine.

"Ci sono così tanti giochi in giro a disposizione dei giocatori, e il fatto che questi ultimi scelgano Final Fantasy XV tra un mare di giochi, di giocarci e amarlo, ci rende orgogliosi", ha detto.

Final Fantasy XV Episodio Gladio è in arrivo il 28 marzo, quindi i giocatori non dovranno attendere molto prima di tornare ad immergersi in una nuova esperienza a tema FFXV.