Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands
Gamereactor
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
Gamereactor Italia
preview
Sniper Ghost Warrior 3

Sniper: Ghost Warrior 3

Il nuovo titolo di CI Games si prepara ad offrire grandi novità.

  • Testo: Paul Davies

Il concetto di open-world non è più, oramai, una novità, e ultimamente è un aspetto quasi immancabile all'interno dei giochi contemporanei. Dal momento che Sniper: Ghost Warrior 3 ha mosso i primi passi in questo territorio, è chiaro segno che il suo studio di sviluppo sia pronto a spingere ulteriormente l'acceleratore su questo aspetto. Dopo due capitoli precedenti piuttosto lineari, Sniper: Ghost Warrior 3 torna alle sue radici, e permette al contempo ai giocatori di avvicinarsi con cautela alle missioni come meglio credono. Caratterizzato da armi autentiche e da tattiche militari molto realistiche, sembra che l'interesse dello studio sul nuovo SGW3 sia certamente quello di porre una maggiore enfasi sia in termini di atmosfera sia in termini di tensione all'interno dell'esperienza.

Dopo aver giocato due missioni da SGW3, ci siamo sentiti perfettamente in sintonia e completamente immersi in questo mondo pericoloso. Per abituarsi all'esperienza, e attraverso obiettivi tipici, abbiamo deciso in primo luogo di occuparci di una missione con un ostaggio scriptata. Il nostro obiettivo era nascosto al sicuro da qualche parte all'interno di una struttura fortificata all'interno di una montagna, con torri di guardia, guardie intente a pattugliare, telecamere di sicurezza e sistemi di allarme. Il primo ordine del giorno, partendo da una posizione nascosta nella parte più alta della montagna, è stata quella di schierare un Recon Drone - che a quanto pare sarà una delle star di SGW3.

Il Recon Drone viene utilizzato principalmente per andare in ricognizione ed è dotato di ottiche speciali per rilevare fonti di calore, ma anche di una visione notturna. Inoltre, mette a disposizione anche un HUD che offre dettagli quali, ad esempio, luoghi dove trovare la scatola dei fusibili e le debolezze strutturali, fornendo al contempo il posizionamento GPS aggiornato sugli obiettivi nemici, non appena questi vengono individuati. Il nemico non è stupido, e verrà messo in allarme sulla vostra presenza se il drone viene scoperto o il suo ronzio è troppo vicino a loro. Tutto questo crea un certo nervosismo nell'esperienza, e nel caso in cui il drone venga scoperto, le guardie verranno allertate e inizieranno a darvi la caccia.

Sniper Ghost Warrior 3

Il Lead Narrative Designer di CI Games, Tomasz Pruski, ci ha mostrato cosa accade in una dimostrazione precedente, e quindi ci ha consigliato caldamente di usare il drone con cautela, mentre si tenta di hackerare i tastierini numerici e disabilitare le telecamere di sicurezza. Le guardie solitari possono essere tranquillamente abbattute con un solo proiettile, ovviamente stando attenti che non ci sia qualche contraccolpo che possa attirare l'attenzione dei colleghi. Dopo esservi creato il vostro percorso sicuro per raggiungere la posizione dell'ostaggio, dovrete abbattere con cura certosina i bersagli con un fucile da cecchino, Pruski, un fucile automatico che va trattato con cura quando si combatte nel corso dell'estrazione dell'ostaggio.

Abbiamo così preso dimestichezza dei tre eleganti stili di gioco che il titolo ci incoraggia a esplorare: Sniper, Ghost e Warrior. Quando giochiamo in modalità Sniper, i nostri colpi non sono silenziati e, pertanto, potremmo essere opportunamente individuati. Mentre giocavamo nella modalità Ghost, muovendoci tra gli edifici dell'avamposto, i nostri piani sono stati presto mandati all'aria non appena ci siamo allontanati troppo da una copertura erbosa. Non avendo preso in considerazione una via d'uscita, il confronto diretto durante una sparatoria giocando in modalità Warrior non è finito troppo bene. Ma con ogni classe, il piacere di imparare cose nuove cresce sempre di più, e siamo riusciti a poco a poco ad avvicinarci al nostro obiettivo.

Essere di fronte a tante scelte mentre affrontiamo una missione in uno shooter è inusuale, soprattutto se confrontato ad esperienze come Call of Duty. Non ci sono cutscene che guidano il giocatore oltre il punto di ingresso, e solo un cosiddetto effetto "visione esploratore" presente sull'HUD può suggerire percorsi plausibili. È possibile, e capita spesso, cadere da un pendio quasi verticale, da cui si riesce a sopravvivere con poca salute. Ciò induce a considerare quanti kit salute conviene portarsi con sé. Un altro aspetto interessante è il fatto che il gioco non vi riporta al checkpoint più vicino, nel caso in cui abbiate compiuto scelte sbagliate, dal momento che la missione continuerà più o meno fino a quando non si muore o l'obiettivo è rotto in modo irreparabile, a differenza dei capitoli precedenti in cui si veniva puniti se mancava un colpo.

Sniper Ghost Warrior 3
Sniper Ghost Warrior 3
Sniper Ghost Warrior 3
Sniper Ghost Warrior 3
Sniper Ghost Warrior 3
Sniper Ghost Warrior 3
Sniper Ghost Warrior 3
Sniper Ghost Warrior 3
Sniper Ghost Warrior 3
Sniper Ghost Warrior 3