Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
preview

Agents of Mayhem

Lo sviluppatore della serie Saints Row ha sviluppato un gioco che...beh, ricorda, Saints Row.

Annuncio pubblicitario:

Finora abbiamo sentito parlare del nuovo progetto di Volition, Agents of Mayhem, a spizzichi e bocconi, come ad esempio il fatto che interpreteremo il ruolo di questi Agenti senza morale in lotta contro una forza del male in Corea del Sud. Dopo mesi e mesi di attesa, abbiamo finalmente potuto mettere le mani sul titolo durante un evento di anteprima tenutosi a Londra qualche giorno fa e lì abbiamo avuto modo di vedere in che modo l'ultimo progetto dello sviluppatore di Saints Row riesce a dare forma, questa volta, alle sue idee bizzarre e completamente senza senso. Dopo tutto, non è la prima volta che si lanciano in un progetto simile.

Nella demo che abbiamo avuto occasione di provare abbiamo giocato ad alcune missioni, una era un tutorial, un'altra in cui ci viene introdotto l'Agente, mentre le altre offrono qualche informazione sulle missioni in cui verremo coinvolti e sui diversi agenti che interpreteremo lungo il percorso. Da un punto di vista narrativo, non c'è molto da dire oltre a quanto è già stato detto: siamo un agente della Mayhem con il compito di eliminare Legion, un esercito privato del male che sta terrorizzando il mondo, ma ogni eroe è una figura amorale che ha le sue proprie buone ragioni per farlo. Come è facile aspettarsi, questo si traduce in personaggi che non rispettano le regole, che fanno battute, e che praticamente lavorano solo per loro stessi.

Il problema con questi agenti è che le loro personalità possono risultare molto poco divertenti. Il fatto che loro siano personaggi immorali in realtà altro non è che una riproposizione, per certi versi esagerata, di quanto già visto con la serie Saints Row, ma questa volta siamo rimasti sorpresi dai loro dialoghi assolutamente insensati. Nella missione di apertura, ad esempio, giochiamo nei panni di Hollywood, una star di un reality che è diventato un soldato, Fortune, un ex-pirata del cielo colombiano, e Hardtack, un ragazzone con un fucile da caccia. Gli interscambi tra questi tre ricordavano quelli tipici dei cartoni animati per i ragazzini, ma con frasi cliché condite con svariati improperi, creando in questo modo una curiosa disconnessione. Fortunatamente, la missione che abbiamo giocato nei panni di Daisy ha prodotto momenti più credibili e divertenti, ma nella maggior parte dei casi il risultato era piuttosto mediocre.

Agents of Mayhem è ambientato nell'universo di Saints Row, e non abbiamo dovuto nemmeno giocare per capirlo. Non appena abbiamo varcato la porta, l'intera stanza era adornata di colore porpora, il colore dei 3rd Street Saints, con grandi simboli Fleur-de-lis ovunque si guarda, il simbolo dei "Santi". Ma non è tutto, in quanto l'agente chiamato Kingpin è in realtà Pierce Washington dei giochi Saints Row, e ci sono molti altri riferimenti da scovare. Se siete fan di Saints Row, sicuramente apprezzerete i vari cenni e riferimenti, anche se la storia non è direttamente legata a quella dei Saints.

Agents of Mayhem

Vi piacerà soprattutto se siete fan di Saints Row IV, mentre se siete più fan dei giochi precedenti, quelli più radicati alla realtà, ma che non mancano di un certo umorismo tagliente, questo probabilmente non sarà un titolo che vi piacerà. Agents of Mayhem è tamarro, assolutamente poco realistico, un action coloratissimo e con un sacco di battute (ma la maggior parte per nulla divertenti), e non c'è per nulla traccia di contenuti seri - si ride sempre e comunque, anche se c'è un esercito privato che uccide milioni di persone.

Questo vale anche per il gameplay. Ovviamente questo cambierà in base all'agente con cui sceglierete di giocare, dal momento che tutti hanno armi ed equipaggiamenti diversi, ma il punto è che li si controlla in terza persona, in un open-world, in cui si spara ai nemici (come in Saints Row ), con una particolare attenzione all'essere costantemente in movimento. Un salto triplo aiuta molto in questo caso, in quanto permette una maggiore agilità nei movimenti soprattutto quando l'azione si fa più concitata, quindi non vi annoierete mai, e quando abbiamo giocato a difficoltà leggermente più facili, anche in questo caso restare fermi a non fare nulla risultava comunque un modo sicuro per farsi uccidere.

Agents of Mayhem
Agents of Mayhem
Agents of Mayhem
Agents of Mayhem
Agents of Mayhem
Annuncio pubblicitario: