Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
preview

Tekken 7: Modalità Storia - Provato

Abbiamo provato recentemente una versione quasi finale del gioco su PS4, dando un'occhiata alla modalità storia.

Per la maggior parte delle persone, Tekken è principalmente un gioco in cui si mettono alla prova le proprie abilità contro un avversario umano. In fin dei conti, è ciò che i giochi picchiaduro sono sempre stati sin dall'inizio. Ma alcuni si sono anche concentrati sui personaggi e sulle loro storie, e anche se questo aspetto può risultare inutile per alcuni giocatori, per molti altri rappresenta un elemento importante. La serie Tekken porta la componente narrativa a livelli molto alti, grazie alla sua modalità storia e di recente abbiamo avuto l'occasione di trascorrere un'ora o giù di lì e di scoprire i primi otto capitoli della storia che, a quanto ci dicono, conclude la saga del clan Mishima.

Abbiamo già avuto occasione di parlare quanto l'introduzione delle Rage Arts abbiano apportato un po' di pepe all'esperienza e alle meccaniche, offrendo un tentativo più decisivo (e forse disperato) di cambiare le sorti di una partita quando si entra in modalità Rage. Abbiamo parlato di alcuni nuovi personaggi, come Claudio Serafino, Lucky Chloe, Shaheen e Akuma di Street Fighter, ma in questa ultima hands-on siamo riusciti a scoprire più a fondo la modalità storia.

Annuncio pubblicitario:

Il primo capitolo vede Heihachi mentre sconfigge un giovane Kazuya e l'ottavo capitolo introduce Akuma (probabilmente lo avete già visto durante il reveal all'3) e spiega come ha promesso a Kazumi di uccidere sia Heihachi sia Kazuya, prima che venga uccisa da Heihachi. Il personaggio di Street Fighter si adatta perfettamente alla trama, in quanto rappresenta il demone che maledice la famiglia.

Tekken 7

L'inizio del gioco vede il Mishima Zaibatsu arrancare da quando Jin è scomparso. Heihachi sfrutta questa situazione per fare il suo ritorno e assumere la leadership della società. Esattamente ciò che ha fatto Jin per tutto questo tempo non viene rivelato nei primi otto capitoli, ma ha ancora la stoffa, quando Lars arriva in Medio Oriente per sconfiggerlo. Kazuya sembra trovare soddisfazione soprattutto nel distruggere le cose dietro la sua scrivania a G Corp, a parte la sua breve apparizione da bambino nel primo capitolo.

Quando è stata introdotta la modalità storia per la prima volta, abbiamo assistito ad alcune sequenze in quick-time, ma non ce ne erano molte altre quando abbiamo giocato e nella maggior parte dei casi (salvo alcune rare eccezioni), le sequenze funzionano come prevedibile in un normale scontro di Tekken.

E' stato messo molto impegno nella storia, e trascorrerete almeno due terzi del tempo a guardare filmati e sequenze cinematiche che danno luogo a battaglie specifiche, in cui affronterete volti noti, come Nina o Alisa, o vedrete combattere una serie di bot Jack bot o soldati della Tekken Force. La scena con Alisa è stata piuttosto interessante in quanto vedeva Lee mentre cerca di sistemare le cose, ma lei non ricorda le cose, lo vede come una minaccia e perciò ha bisogno di sconfiggerlo un po' per rinfrescare la sua memoria. Tutto fa parte della logica di Tekken e funziona tutto molto bene. Lo stesso si può dire della sequenza in cui Heihachi sfida Claudio e i Sirius Marksmen, allo scopo di farlo aderire alla Mishima Zaibatsu.

Tekken 7Tekken 7

Il racconto della modalità storia viene tenuto insieme da una voce austera di un giornalista che, guidato da una vendetta personale, indaga le origini del conflitto e dei Mishima. È un approccio interessante, ma non sappiamo bene in che modo possa legarsi alla natura over-the-top del resto della narrazione. Tekken è sempre stato conosciuto per la qualità delle sue cutscene, e questo gioco non fa eccezione, anche se alcune scene usano dei filtri strani che un po' le oscurano.

Tekken 7 sta camminando su un filo davvero molto sottile. Chiaramente, la modalità storia è rivolta a coloro che trascorrono tempo per capire tutte le relazioni intricate e la storyline, ma anche coloro che non ci metteranno anima e corpo, si troveranno a ridacchiare almeno una volta o due volte in ogni capitolo. Quando si incontra un personaggio in modalità storia, sbloccate anche un capitolo specifico per i personaggi. Quindi c'è anche molta storia.

La faida della famiglia Mishima sta per finire. E ad essere perfettamente onesti non li vediamo tenersi per mano, cantando Kumbaya alla fine di Tekken 7. Se non altro, Akuma sembra preoccuparsi di impedire che questo accada, perché è più che felice di rispettare la sua promessa a Kazumi.

Tekken 7

Oltre ad aver dato un'occhiata ai primi otto capitoli della modalità storia, abbiamo anche avuto la possibilità di spulciare i menu di questa build quasi finale di Tekken 7 su PS4. Va detto che le opzioni di personalizzazione sono davvero folli. Potrete salvare fino a dieci versioni di ogni personaggio e vestirli in tutti i modi, con i costumi più assurdi. Abbiamo messo ad Alisa una specie di cappello a forma di rana, gambali gialli e occhiali da sole presi direttamente da Matrix. Ovviamente dovrete guadagnare abbastanza monete per acquistare i vari costumi, e per i giocatori che vogliono trascorrere un po' di tempo con Tekken 7, questo sarà senza dubbio un obiettivo principale. Il fatto di guadagnare monete e acquistare articoli certamente sarà allettante per alcuni giocatori, ma è comunque necessario sbloccare gli oggetti in modo che siano disponibili all'acquisto.

Oltre a tutte le opzioni di personalizzazione per i vostri personaggi sono eccellenti nel differenziare i giocatori online, avete anche molte opzioni per personalizzare l'aspetto della vostra interfaccia online in modo che sia riconoscibile, indipendentemente dal fatto che state giocando con il vostro main o semplicemente se state giocando per divertirvi con Kuma o Panda (gli orsi vogliono solo divertirsi).

Un'altra interessante opzione del menu è il jukebox che consente di sostituire la colonna sonora di Tekken 7 con un'altra delle colonne sonore precedenti. Quindi, se avete una particolare predilezione per la colonna sonora di Tekken 3, siete fortunati. È ottimo fan service, che certamente sarà gradito ai fan di vecchia data.

Tekken 7 sarà disponibile tra poche settimane su console e è chiaro che Bandai Namco si è presa del tempo rispetto alla sua anteprima arcade di due anni fa, per fare in modo che il gioco console abbia a disposizione una tonnellata di contenuti, indipendentemente dal fatto che trascorrerete il vostro tempo a combattere i rage quitter online o a immergervi nella complicatissima faida familiare dei Mishima.

Annuncio pubblicitario: