Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands
Gamereactor
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
Gamereactor Italia
preview
Tropico 6

Tropico 6 - Prime impressioni

El Presidente è tornato, e vuole creare una nazione...ma anche rubare cose. Preferibilmente da altri Paesi.

Anche se la serie Tropico non appare unica a prima vista, in realtà ha molte meccaniche profonde che mancano agli altri city builder, e il più ovvio è il tema della dittatura su cui tutto è costruito. Questo ha, ovviamente, rappresentato una parte importante nei giochi precedenti e rimarrà una caratteristica fondamentale anche in Tropico 6, ma con alcune idee nuove e alcuni cambiamenti all'esperienza core nel suo complesso. Abbiamo potuto vedere il gioco a porte chiuse all'E3 di Los Angeles per scoprire cosa c'è di nuovo in questo nuovo episodio e quali tipi di casini possiamo fare questa volta, ora che al lavoro sulla serie c'è un nuovo sviluppatore, Limbic Entertainment.

Uno dei cambiamenti più grandi apportati al gioco è che ora non siamo più confinati su un'unica isola solitaria. Anzi, ora possiamo governare tutto l'arcipelago. Un nuovo strumento che rende tutto questo possibile è l'aggiunta dei ponti, che ora possiamo costruire per collegare tra loro le isole; questo aiuta la vostra comunità a espandersi più velocemente e vi consente di trovare risorse che non erano disponibili in precedenza. Nella nostra intervista a Martin Tosta, ci ha detto che "un'isola sola non basta più a El Presidente, ha bisogno di avere diverse isole per diffondere la sua economia e creare punti di forza turistici molto belli".

Tropico si basa essenzialmente sulla creazione di una nazione potente con un'economia forte, ma allo stesso tempo bisogna mantenere la fiducia dei vostri cittadini. Questo atto di equilibrio vi impone a compiere diverse scelte nel gioco e nel modo in cui decidere di espandere i confini. Questo aspetto diventerà ancora più profondo in Tropico 6 e avrete ancora più scelte a disposizioe, quando si tratta di un tipo di nazione che state costruendo. Tosta lo spiega così:

"Nei panni di El Presidente, dovrete affrontare molte politiche, emanare alcuni editti che abbiano effetti speciali, dovete comunque creare una costituzione per il vostro Stato-Isola. Potete cambiare le cose ed essere per davvero il dittatore che volete essere: potete dire: 'Ok, sono una nazione favorevole all'immigrazione o sono più una nazione militarista o religiosa? Vogliamo davvero dare ai giocatori quante più opportunità di esprimersi come El Presidente".

Tropico 6Tropico 6Tropico 6Tropico 6
Tropico 6

Un'altra cosa che sarà presente nella serie Tropico per la prima volta è qualcosa che viene chiamato Raids. Questa funzionalità vi darà la possibilità di infiltrarvi anche in altre nazioni per rubare i loro famosi punti di interesse. Volete avere Lady Liberty nel vostro cortile? Fatelo. Quando inviate la vostra gente a compiere delle incursioni potete intimorire altre potenze superiori per fare in modo che siano favorevoli al vostro insediamento.

Una cosa interessante di questa meccanica è che cambierà leggermente a seconda dell'era in cui state giocando. Ad esempio, sotto l'epoca chiamata Guerre del Mondo è possibile inviare infiltrati, e in epoche successive più moderne, invece, utilizzerete gli hacker per giocare con il mercato azionario e così via.

Con le sue isole e la sua vegetazione lussureggiante, Tropico 6 appare fantastico. Sono stati aggiunti molti più particolari agli edifici e la diversità complessiva della vita dell'isola è migliore rispetto a prima. La demo che abbiamo potuto guardare (ma non giocare) era ambientata su un paio di isole diverse e abbiamo avuto modo di vedere alcune nuove meccaniche in azione. A un certo punto il ragazzo dietro i comandi ha inviato una squadra di raid a rubare la Statua della Libertà solo per poterla trasferire sulla nostra isola, per farla apparire gloriosa.

Tropico 6 presenterà una campagna con 15 missioni da completare, ma la cosa che vi impegnerà per la maggior parte del tempo è indubbiamente la parte sandbox del gioco. Sarà certamente interessante vedere ciò che Limbic ha aggiunto all'esperienza, e ciò su cui hanno costruito e scartato dalle precedenti iterazioni sviluppate da Haemimont Games. Aspettate di vedere e saperne di più nei prossimi mesi mentre aspettiamo l'uscita definitiva il prossimo anno su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

Tropico 6Tropico 6Tropico 6