Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
FacebookFacebook
recensione

EA Sports UFC

"Non è altro che una pallida copia di UFC Undisputed 2010, e manca sia la grafica, sia la personalità sia le modalità di gioco equilibrate di quel titolo".

Annuncio pubblicitario:

Gioco ancora periodicamente al titolo di THQ, UFC Undisputed 2010. Non perché mi piaccia, non perché sia stupendo o senza tempo, ma dato che è praticamente l'unico del suo genere e, infine, riesce a simulare in modo convincente il mio sport preferito.

Gli sviluppatori dei titoli UFC di THQ, Yuke's, sono stati a lungo criticati per il loro approccio rigido, in stile quasi robot sia nella boxe sia nel wrestling in MMA, così come nei giochi WWE che hanno sviluppato per diversi anni. Quando è diventato chiaro che EA Sports avrebbe acquisito la licenza UFC e messo mano da zero sul titolo, ho iniziato a sudare nell'attesa. Il team di Fight Night aveva, secondo il boss di EA Sports, Peter Moore, gettato in una morsa maledettamente dura uno degli sport in più rapida crescita al mondo. E così è iniziata una lunga e ansiosa attesa.

Annuncio pubblicitario:

EA Canada ha iniziato a lavorare sul titolo nel gennaio 2012. Fin dall'inizio, ci hanno promesso una migliore qualità grafica che era quello che ci si aspettava da sempre in un titolo sportivo, nonché un sistema di combattimento che avrebbe offerto un flusso ultra-regolare e senza soluzione di continuità nelle diverse discipline di arti marziali. Il primo obiettivo, seppur pre-renderizzato - ossia un frammento di gameplay del gioco, apparso nella tarda estate del 2012 - era assolutamente incredibile. Dopo di che EA ha cominciato a bombardarci con pacchetti di immagini pieni di imponenti primi piani dei modelli in-game, dove tutto, dai pori della pelle alla barba, sono stati ricreati con precisione. Insomma, le cose stavano procedendo bene.

EA Sports UFC

Mi trovo a scrivere questa recensione poche ore dopo aver terminato il mio secondo playthrough, e a nove ore dall'inizio del titolo, posso confermare che non solo il risultato finale è deludente, ma questo è un titolo ben più misero rispetto a UFC Undisputed 2010.

Definire le arti marziali miste uno sport difficile da simulare con successo sarebbe un eufemismo di proporzioni epiche. Lo sport in sé è terribilmente complesso e non è soprannominato "il gioco degli scacchi umano" a caso.

Gli atleti di maggior successo della UFC hanno conoscenze di boxe, kickboxing, un po' di judo, karate e Thai boxe. Grandi star come Georges St-Pierre, Demetrious Johnson, Jose Aldo, Cain Velasquez, Jon Jones e Uria Faber mescolano i vari stili di combattimento, dando vita in definitiva ad uno sport incredibilmente tecnico, che è davvero divertente da guardare e, naturalmente, quasi impossibile da imitare.

Sviluppare un sistema di gioco che permetta al giocatore di iniziare con la boxe e poi, senza indugio, passare a un takedown e barcamenarsi nella metà guardia e testare le varie sottomissioni, è sostanzialmente più impegnativo rispetto alla creazione di un sistema di gioco intelligente, semplice (per esempio, boxe tradizionale di Fight Night), ed è evidente che EA Canada abbia incontrato problemi nel tentativo di sviluppare il sistema di UFC.

Per cominciare, il sistema di gioco in EA Sports UFC non è simile a quello sviluppato da Yuke's per i titoli UFC di THQ, ma è - a parte un paio di differenze negative - quasi identico. I quattro tasti principali controllano le gambe e le braccia dei combattenti, mentre i movimenti in senso antiorario rotanti sul joystick analogico destro controllano la stretta, così come nei momenti wrestling e jiu-jitsu.

Speravo che EA avesse tentato di sviluppare un nuovo sistema in cui aderenza e combinazione dei pulsanti superasse il sistema un po' ampolloso dai vecchi giochi. Anche se ho (ovviamente) capito che EA ha costruito il sistema di combattimento da zero rispetto a quello infruttuoso di EA Sports MMA, plagiare funzionalità piuttosto incomplete da Yuke's non è stata la scelta migliore. Soprattutto quando colpire appare più rigido, senza vita e legnoso rispetto a quello trovato in UFC Undisputed 2010. EA Canada avrebbe dovuto invece scegliere le meccanica di boxe di EA Sports MMA che risulta più morbida, più realistica e aveva una maggiore reattività.

Quando si tratta delle strette e del combattimento nel gioco, sono molto deluso. I takedown sono inutilmente ingombranti e dopo un po' si preferisce prediligere gli atterramenti e continuare a martellare sul tasto destro. Una volta raggiunto l'obiettivo, non bisogna far altro che ruotare il pollice destro come un matto e tentare sottomissioni, come presentato dai mini-giochi che EA ha scelto di includere.

Un simbolo a forma di un ottagono rosso brillante appare sullo schermo ogni volta che si collega ad una sottomissione, e bisogna tentare di spostare uno dei quattro indicatori nella giusta direzione. L'idea è buona, ed è perfetto per dare una forma a questo round di mini-giochi, ma l'esecuzione è troppo lenta, manca dell'entusiasmo che caratterizza il vero sport.

Per coloro che sono realmente interessati alle arti marziali miste, non mi sento davvero di consigliare il titolo, e per gli appassionati di combattimento, il sistema manca di feedback e ritmo. Per il giocatore solitario, che preferisce trascorrere la maggior parte del tempo nella modalità carriera, troveranno una modalità soporifera che è vuota e monotona. Per chi intende condividere alcuni combattimenti digitali con qualche amico, questi appaiono rigidamente ampollosi, gommosi e manca la precisione richiesta per offrire longevità. Il fatto è che è perfettamente possibile vincere continuando a schiacciare i tasti.

EA Sports UFC

Quelle immagini fotorealistiche sono scomparse da qualche parte durante il processo di sviluppo. I primi trailer e filmati parlavano di una grandiosa grafica next-gen e, anche se la presentazione contiene tutti i dettagli riconoscibili dalle trasmissioni in diretta della UFC, in questa versione finale non troviamo proprio nessuna delle promesse iniziali sulla grafica. L'illuminazione è piatta e le animazioni sono goffe e ruvide. La differenza tra UFC Undisputed 3 per Playstation 3 e EA Sports UFC per Playstation 4 è scandalosamente misera, nonostante il fatto che la nuova macchina di Sony sia molto ma molto più potente del predecessore di otto anni fa.

Per quanto riguarda i lati positivi, Joe Rogan e Mike Goldberg sono meravigliosamente completi e appassionati del proprio lavoro. Anche se certe frasi sono ripetitive, il commento tecnico è uno delle migliori che abbia mai sentito in un gioco di sport. Sembra davvero che siano al vostro fianco, a commentare quanto accade.

EA Sports UFC non è affatto quel titolo di simulazione completo, elegante, innovativo, del mio sport preferito, come avevo sperato. Alla fine, questo non è altro che una pallida copia di UFC Undisputed 2010, e manca sia la grafica, sia la personalità sia le modalità di gioco equilibrate di quel titolo. Avrei preferito che EA Canada si prendesse un anno in più nello sviluppo per correggere molti problemi e aggiungere ulteriori contenuti. Nel suo stato attuale, questo debutto è una delle delusioni dell'anno.

05 Gamereactor Italia
5 / 10
Annuncio pubblicitario: