Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
FacebookFacebook
recensione

MotoGP 14

Ci siamo lanciati in pista per vedere se MotoGP 14 è in grado di superare i precedenti capitoli.

Annuncio pubblicitario:

Le nostre prime impressioni su MotoGP 14 non sono certamente positive. Le nostre aspettative non erano molto alte, anche perché non eravamo rimasti particolarmente impressionati da MotoGP 09/10 e MotoGP 10/11, ma da allora il titolo è passato in altre mani, e con un nuovo editore e un nuovo sviluppatore all'orizzonte, la speranza era quella di assistere a dei miglioramenti.

E invece no, MotoGP 14 non sorprende a prima vista. Veniamo catapultati in un'Instant Race, e scopriamo subito che è proprio come ci immaginavamo: la grafica è molto simile a quella della precedente generazione di console, gli effetti sonori dei motori sembrano essere stati realizzati con un sintetizzatore, la moto sottosterza enormemente, e la traiettoria ideale - quella linea che indica l'angolazione e se si deve frenare o accelerare - spesso è addirittura sbagliata. Inoltre, l'esperienza complessiva della corsa è piuttosto blanda.

Annuncio pubblicitario:

Le cose migliorano non appena entriamo nella modalità carriera del gioco. Qui, si parte nella classe Moto3 e bisogna lavorare sodo fino a raggiungere la MotoGP per diverse stagioni, con la speranza, alla fine, di vincere il campionato. Durante il nostro percorso verso la vittoria, ci vengono fatte offerte da altre squadre, occorre aggiornare la propria moto e affrontare determinati obiettivi durante la gara (battere il proprio compagno di squadra, ottenere una particolare posizione come minimo, ecc.) e sbloccare oggetti da collezione, quali video e immagini.

MotoGP 14
MotoGP 14

E non appena abbiamo raggiunto la pista, finalmente inizia ad accadere qualcosa. Le moto Moto3 più piccole sono un po' più gestibili rispetto ai bestioni della MotoGP. Tutte le impressioni relative al sottosterzo vengono sostituite da una velocità più lenta, e dopo essere stato ingaggiato da una squadra migliore e apportato alcuni aggiornamenti alla moto, iniziamo a guadagnare punti podio. Le cose vanno bene.

Tuttavia, l'esperienza lascia ancora molto a desiderare. Tutto ciò che accade fuori pista risulta superficiale. Dopo un paio di gare abbiamo ricevuto un'offerta per passare ad un'altra squadra. Hanno moto di un'altra marca e le loro statistiche "Team Performance" (l'unica statistica che le squadre hanno a disposizione) sono chiaramente migliori rispetto a quelle della nostra squadra attuale. Il passaggio è un gioco da ragazzi, non c'è nulla a cui pensare o di cui preoccuparsi. Più tardi, il nostro agente si offre di trovare una squadra ancora migliore, e possiamo scegliere la nostra preferita da una lista. Poi occorre solo aspettare. Non ci sono considerazioni importanti da fare, senza punti di forza e di debolezza da tenere a mente. Ogni squadra è inequivocabilmente migliore o peggiore di quella successiva.

Anche il sistema per aggiornare la propria moto è molto superficiale, a un livello quasi insensato. E' possibile aggiornare solo quattro parti della vostra auto più volte: freni, sospensioni, telaio, motore. Il primo e l'ultimo sembrano abbastanza auto-esplicativi, ma per gli altri due, invece, non ne capiamo il motivo, anche perché il gioco non ci dà la minima indicazione. Non sappiamo quanta potenza in più viene aggiunta nel momento in cui aggiorniamo il motore. Non ci sono statistiche. Non ci sono risultati visibili e quantificabili a seguito di un aggiornamento.

Per chi arriva da giochi come Forza o Gran Turismo, è una mancanza imperdonabile. Non c'è uno straccio di prova o una spiegazione: tutto quello che sai è che hai aggiornato il telaio due delle tre volte possibili. Ah, va bene.

MotoGP 14MotoGP 14

Un aggiornamento costa uno o più dei cosiddetti "data pack" che si raccolgono facendo un giro nella sezione training, in qualificazione o in una gara. In altre parole - se avete un po' di pazienza - potete guadagnare fino a tre "data pack" in un weekend di gara. Tuttavia, questo aspetto sembra una scusa per farvi pressione a dedicarvi alle qualificazioni e ad un po' pratica per aumentare il tempo di gioco. E, data la quantità di tempo che vi offrono per qualificarvi - più di mezz'ora in pista, più della gara vera e propria - fare pratica risulta un po' inutile.

Quando sei in pista, la storia è diversa. Ci sono davvero dei grandi circuiti inclusi nella campagna, e non appena iniziamo ad ottenere risultati migliori, cominciamo a lanciarci in sfide sempre più tese contro i nostri concorrenti più forti, e cominciamo a divertirci maggiormente. Ma il divertimento non dura a lungo. Dopo alcune ore, passato l'entusiasmo, si fa largo la noia. MotoGP 14 è troppo monotono e manca della varietà necessaria tale da offrire una certa longevità al titolo.

Certo, c'è una selezione di modalità di gioco, oltre all'Istant Race e alla modalità Carriera, compresa la possibilità di gareggiare in campionati stand-alone e nel Grand Prix, ma non c'è stimolo ad impegnarsi, sono sempre la stessa cosa. Detto in altre parole, la fisica della guida risulta troppo noiosa e generica da non rendere MotoGP 14 divertente nel lungo periodo. Sembra non rispondere, lo sterzo risulta un po' rigido ed è difficile avere un'idea di quanto si possa dare gas prima che il sottosterzo faccia il suo ritorno (o quanto lento si possa correre prima di sottosterzare).

Unito ad una grafica barbosa e superficiale (i piccoli ciuffi d'erba in replay sono abbastanza ridicoli, trattandosi di un gioco per PS4) e ad un audio noioso, MotoGP 14 risulta un gioco che non riesce a lasciare a bocca aperta o entusiasmarci dopo poco più di qualche ora in sua compagnia. Quindi, anche se PlayStation 4 ha evidentemente bisogno di un titolo racing, non abbiamo motivi sufficienti per consigliarvi davvero MotoGP 14.

MotoGP 14
MotoGP 14MotoGP 14MotoGP 14
05 Gamereactor Italia
5 / 10
+
Belle moto; Tante opzioni
-
Sistemi superficiali nella modalità carriera; Qualità del suono e fisica di guida discutibili.
Annuncio pubblicitario: