Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
FacebookFacebook
recensione

The Vanishing of Ethan Carter

Non conoscevo Ethan Carter, ma lui a quanto pare sì.

Annuncio pubblicitario:

Quando la polizia si rifiuta di offrire il proprio aiuto e i sacerdoti non ti credono, c'è solo una persona a cui rivolgersi: Paul Prospero.

Se siete un bambino, come Ethan, allora potrete forse scrivergli una lettera, come hanno fatto molti altri prima di lui. Molte delle lettere di Ethan avevano raggiunto la sua casella di posta come quelle di tanti altri fan, ma ha scoperto troppo presto cose di cui i bambini piccoli non dovrebbero essere a conoscenza. Ci sono luoghi e cose in questo mondo che nessuno dovrebbe vedere. Eppure Ethan ha potuto tracciarne un quadro.

Annuncio pubblicitario:

Prospero non era ancora arrivato a Red Creek Valley, ma già sentiva l'oscurità protendersi verso di lui. Trovare Ethan Carter non sarebbe stato facile come bussare alla sua porta di casa. Era troppo tardi per questo. Per trovare Ethan, bisognava scoprire cosa questo luogo gli stesse nascondendo.

The Vanishing of Ethan Carter

Era il primo caso di Paul dopo tanto tempo, ed era ben consapevole dei pericoli e delle sorprese in serbo per lui. Eppure, l'accoglienza ricevuta, non appena raggiunta Red Creek Valley, è stata molto più pericolosa e sorprendente di qualsiasi cosa si sarebbe aspettato. La valle splendida e pittoresca del Wisconsin lo ha ingannato con il suo fascino, dal momento che è riuscito a sopravvivere per miracolo ad una trappola.

Ma c'è qualcos'altro che cattura la sua attenzione, che gli permette di indagare sulla trappola appena innescata, ben nascosta com'era, mentre resta appeso a un albero sopra un sentiero su cui correvano i binari ferroviari abbandonati e su cui, poco prima, aveva camminato a lungo. Ma per chi era quella trappola? Per lui? Difficile. Nessuno poteva sapere che stesse arrivando, e tanto meno che avrebbe camminato lungo questo percorso, ma aveva avvertito la presenza di qualcosa d'altro, di qualcosa di più. Non appena ha toccato la trappola durante la sua indagine, ha visto l'immagine di una radura. Un frammento, più che altro. Riusciva a malapena a distinguere ciò che c'era di umano, ma a giudicare dallo scatto, avrebbe dovuto aspettarsi più trappole. Se le avesse trovate tutte,avrebbe potuto vedere il quadro nella sua complessità, ma nel frattempo era necessario tenere gli occhi ben aperti.

The Vanishing of Ethan Carter

Paul Prospero è un detective fuori dall'ordinario. E' specializzato nei casi inspiegabili, soprannaturali, non umani e ha dalla sua parte una caratteristica che farebbe gola a qualsiasi detective: il sesto senso. Paul, infatti, riesce a vedere eventi del passato e storie che prendono vita davanti ai suoi occhi, se le circostanze sono favorevoli. Qualcosa che potrebbe presto tornare utile.

Appena 15 minuti dopo la soluzione del mistero delle trappole, il detective infatti viene costretto a fare uso delle sue capacità. Aveva attraversato un ponte, si era fermato un attimo per ammirare il bellissimo panorama, quando si è palesato il primo caso raccapricciante davanti ai suoi occhi.

The Vanishing of Ethan Carter

Nei panni di Prospero, noto delle corde sfilacciate sui binari del treno e, poco più avanti, un paio di gambe senza il loro proprietario. Più che sufficiente per me, anche se non basta per ricostruire l'intera storia della scena del crimine. Ho bisogno di trovare il resto del corpo e restituire la scena del crimine nella sua forma originale per vedere gli ultimi istanti vissuti della persona morta. Procedo nella mia indagine, scansiono l'ambiente in cerca di indizi e quindici minuti più tardi ho raccolto alcuni frammenti di ricordi dal passato, solo che ho bisogno di riordinarle in modo corretto per avere un quadro completo di come è avvenuto l'omicidio.

Ma poi, succede qualcosa. L'immersione nel gioco si interrompe. Non sono più Paul Prospero, detective con il sesto senso. Torno ad essere me stesso, che fino a poco prima mi sono fatto completamente travolgere da uno dei giochi più suggestivi di sempre. Cosa è andato storto?

The Vanishing of Ethan Carter

Il gioco ha il vanto di essere diverso, insolito, se non unico (per molti aspetti). Ma c'è una convenzione del genere avventura che non si adatta o non si confà in modo sublime a questo mondo magistralmente progettato. Un gioco, che è sottile in tutto, ma che si ritrova ad offrire un'accozzaglia di luoghi comuni presenti nel genere, e il contrasto, di conseguenza, è troppo forte. L'illusione si spezza. Ed è un problema ricorrente. Eppure, nonostante questo, il titolo di debutto dello studio polacco The Astronauts è pura magia.

Grazie ad un bellissimo apparato artistico, ad una grande attenzione ai dettagli, ad una brillante colonna sonora e ad un design minimalista sofisticato, The Astronauts è riuscito a creare il mondo di gioco più convincente con cui ho avuto il privilegio di giocare. Racconta una storia a sé stante. La natura splendida racconta tranquillità, tristezza e degrado, mentre gli edifici abbandonati e gli oggetti al loro interno parlano di morte, vite precedenti e un'oscurità sconosciuta - con il risultato che un giocatore molto attento può ricostruire da solo la storia, il background e i temi sottesi senza dover ascoltare il monologo di Paul Prospero o assistere a qualche mistero.

The Vanishing of Ethan Carter

Come è nel caso di alcuni suoi "colleghi" in termini di genere - quali Journey, Dear Esther, e Gone Home - l'interfaccia utente è inesistente, ma a differenza di questi titoli, The Vanishing of Ethan Carter riesce a tenere insieme gameplay, atmosfera e una narrazione dal ritmo lento. Se il primo di questi elementi è stato molto criticato da alcuni, poiché trascura alcuni dei caratteri distintivi del medium videoludico, The Vanishing of Ethan Carter apre ad un nuovo universo.

Come avrete notato, non ho parlato molto delle nozioni base del gioco e dei suoi contenuti. Come in The Stanley Parable, questo gioco è tanto di qualità quanto le sorprese che si trovano al suo interno. Le scene del crimine si delineano a poco a poco mentre io e Paul vaghiamo liberamente alla ricerca di Ethan Carter, e ognuna ci porta alle risposte che stiamo cercando, ci conducono a Ethan Carter e ci spiegano i motivi della sua sparizione. E state pur certi, le sorprese non mancheranno.

The Vanishing of Ethan Carter

Queste sorprese, infatti, si rivelano gli enigmi più interessanti che il gioco ha da offrire, e offrono senza dubbio una delle esperienze migliori che abbia mai trovato in un titolo del genere. Sarà davvero arduo per i titoli futuri confrontarsi con questo.

L'unica cosa che non permette a The Vanishing of Ethan Carter di raggiungere la perfezione è qualcosa di davvero banale, come un paio di meccaniche assurde, un doppiatore mediocre, e un sistema di checkpoint non eccezionale. Un dramma per un gioco di questa portata. Quando un titolo non riesce a immergervi completamente come accade in questo caso, è chiaro che c'è qualcosa che non va. In un certo senso The Vanishing of Ethan Carter è vittima della sua stessa eccellenza.

The Vanishing of Ethan Carter

Ma è presto dimenticato. Solo pochi secondi più tardi, dopo un attimo in cui ho dato un'occhiata alla mia scrivania, sono tornato a Red Creek Valley. Ho appena risolto il mio primo omicidio, e so dove andrò per risolvere il prossimo. A destra, il lago con le sue coste rocciose, i cieli aperti e una desolazione pacifica. A sinistra, una foresta più oscura rispetto a qualunque altra abbia mai visto prima. Come posso resistere? La paura cresce dentro di me, ma so che ogni passo nel bosco mi porterà più vicino alla prossima scoperta, al prossimo mistero. Ora non importa quanta paura ho, quanto l'oscurità di Red Creek Valley cerchi di ostacolarmi. Ethan Carter ha bisogno di me.

Il mio nome è Paul Prospero, e non sono come gli altri detective.

The Vanishing of Ethan Carter
The Vanishing of Ethan Carter
The Vanishing of Ethan Carter
The Vanishing of Ethan Carter
The Vanishing of Ethan Carter
The Vanishing of Ethan Carter
The Vanishing of Ethan Carter
09 Gamereactor Italia
9 / 10
+
Un'atmosfera inequiparabile; A livello visivo è mozzafiato; Meccaniche sottili; La giusta dose tra paura e sorpresa; Mondo di gioco ricco di dettagli.
-
Sistema di checkpoint inadeguato; Alle volte è davvero semplice.
Annuncio pubblicitario: