Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
FacebookFacebook
recensione

F1 2014

L'edizione di quest'anno della serie di Codemaster è davvero deludente.

Cinque anni fa avevo definito Codemasters lo studio racing migliore al mondo. Oggi non mi permetterei neanche di pensarlo. Dopo le delusioni (dalle più lievi a quelle più importanti) di Dirt 3, Grid 2, Dirt Showdown, Grid: Autosport e ora anche F1 2014, ho come l'impressione che lo studio di sviluppo - orgoglioso di aver realizzato classici racing arcade come Dirt 2 e Grid - abbia completamente perso la stoffa di un tempo. L'edizione di F1 di quest'anno è uscita solo su console old-gen (e PC), proprio come Grid: Autosport, che oramai si trova a buon mercato.

F1 2014
Annuncio pubblicitario:

F1 2012 è stato un titolo davvero eccellente. In bilico tra un simulatore davvero punitivo e modalità e caratteristiche più semplici tipiche di un arcade, è riuscito ad essere un ottimo compromesso tra i fan più sfegatati delle simulazioni e quelli che cercavano solo puro divertimento. F1 2013 non era sufficiente buono, ma almeno era divertente. La modalità Classic, in particolare, è stata una brillante aggiunta, con cui mi sono divertito parecchio. F1 2013 era ben lungi dall'essere perfetto, ma alla fine si è rivelato comunque una buona offerta per gli amanti del genere.

Annuncio pubblicitario:

Purtroppo F1 2014 non offre lo stesso livello di esperienza. Lascia molto a desiderare, e si presenta come un titolo arrabattato in tutta fretta da un team poco ispirato, con la sola finalità di vendere un paio di milioni di copie prima di fare l'audace salto su console di nuova generazione. I menu sono stati eliminati (interamente) dal prodotto dello scorso anno e la quantità di contenuti e le modalità sono stati drasticamente ridotti.

F1 2014

La cosa più assurda è la completa rimozione della modalità Classic, la mia aggiunta preferita dall'uscita dello scorso anno. Guidare nei panni di Alain Prost su una Williams FW07B del 1980 sul circuito di Monza o come Murray Walker, era una vera e propria delizia per uno come me che sente che questo sport sta diventando meno interessante ad ogni anno che passa. Ora questa modalità non c'è più. Codemasters non ha dato una spiegazione sul perché di questa scelta, ma non ci sorprenderebbe il fatto che abbiano scelto di tenere in caldo la modalità per la versione next-gen del gioco, in uscita la prossima primavera, che girerà su una nuova versione del motore Ego.

In realtà, la mancanza di contenuti non è il problema principale di F1 2014. Il problema più evidente di quest'anno è quella specie di ritardo esistente tra l'input del controller e l'effettiva attuazione sullo schermo. Rispetto alla versione dello scorso anno sembra giocare su un vecchio schermo LCD, con tempi di risposta assurdi.

F1 2014

Per evitare questo genere di ritardo, consigliamo di giocare con un volante adeguato e sulla versione PC, che permette di avere un maggior controllo sulle impostazioni. Con un buon volante (noi usiamo un Fanatec GT2) e con le impostazioni corrette, F1 2014 riesce ad essere divertente. E' possibile tirar fuori un po' di qualità da questo mucchio di mediocrità, ma non è facile.

Tra gli aspetti positivi, troviamo i nuovi modelli di auto risalenti all'inizio di questa stagione, che offrono motori V6 turbo charged più efficaci rispetto ai motori V8 non-charged. In questo, Codemasters è riuscita a catturare per bene l'idea sottesa a queste nuove auto sia per quanto riguarda il comportamento (quando il turbo è completamente carica e la coppia scalcia, è una vera delizia), sia per ciò che riguarda il rombo più basso, meno impressionante è invece il suono dei motori.

F1 2014

La grafica è tuttavia molto buona. Su PC F1 2014 risulta comunque un po' antiquato, anche perché il motore Ego inizia oramai a mostrare la sua età (ha 8 anni). Ma sulla vecchia generazione di console funziona ancora molto bene e colpisce in positivo grazie al suo splendido sistema di illuminazione e a modelli poligonali molto funzionale. Anche il suono risulta molto buono, in quanto Codemasters è riuscita a catturare sia il suono caratteristico dei motori V6, sia quello dei pneumatici lisci stridenti.

Negli ultimi tempi, Codemaster ha dimostrato di essere piuttosto pigra, o forse si è un po' lasciati andare dopo aver pubblicato tanti titoli in poco tempo, offrendo così un gioco che non è all'altezza dei suoi standard abituali. F1 2014 è un'altra delusione e speriamo davvero che si riprenda in vista del primo titolo su console next-gen, atteso la prossima primavera.

F1 2014
F1 2014
F1 2014
F1 2014
F1 2014
F1 2014
F1 2014
F1 2014
F1 2014
05 Gamereactor Italia
5 / 10
+
Bella grafica (soprattutto su console); Ottimo audio; Tempi di caricamento brevi; La possibilità di giocare alla modalità carriera nella squadra che preferisci.
-
Senso di guida misero; Mancanza di realismo; Feedback discutibile; Aspetto antiquato; Pochi contenuti; La mancanza della modalità Classic.
Annuncio pubblicitario: