Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
FacebookFacebook
recensione

Super Mario Maker

Il grande sogno di diventare level designer di una delle serie più amate del settore è finalmente realtà.

Annuncio pubblicitario:

30 anni e non sentirli. La lunga storia che caratterizza un marchio leggendario come quello di Super Mario coincide essenzialmente con quella di un'epoca che, sorprende a dirlo, investe buona parte della storia del settore e che ha permesso ad un sempre più massiccio numero di giocatori di accedere ad un medium, il videogioco, che nel corso della sua storia è diventato sempre più mainstream, anche grazie al contributo dell'icona di casa Nintendo.

Se prima della cosiddetta "epoca Mario", i videogiochi erano principalmente un prodotto fruibile all'interno delle sale giochi - sebbene, è giusto precisarlo, le prime console domestiche avessero iniziato a fare capolino nei nostri salotti già da qualche tempo - l'avvento di NES e di Super Mario Bros. hanno sicuramente contribuito a stravolgere i canoni della "dieta videoludica" dei giocatori, offrendo un prodotto dal gameplay immediato e accessibile a tutti, ma che tuttavia richiedeva al giocatore di affinare le proprie abilità livello dopo livello, creando di fatto un'esperienza stratificata e fruibile da pubblici molteplici.

Semplicità, accessibilità, immediatezza: sono queste le basi che hanno da sempre contraddistinto la serie dedicata al simpatico idraulico baffuto, e che successivamente sono state applicate anche ai tanti prodotti di casa Nintendo, permettendo ad un sempre più nutrito gruppo di giocatori di avvicinarsi al mondo videoludico e ad imparare ad amarlo. Restando fedele a questa mission, l'azienda nipponica ha deciso di applicare la medesima formula anche al suo nuovo interessante esperimento, Super Mario Maker. Quello che in apparenza risulta un banale editor livelli, in realtà si rivela un atteso strumento che permette ai giocatori di trasformarsi per la prima volta nei level designer della propria serie preferita (un sogno divenuto realtà per tanti!) e di condividere le proprie creazioni con il resto della community.

Annuncio pubblicitario:

Esperienza da poco, diranno i più scettici; occasione attesa da tempo, diranno al contrario i fan più sfegatati del famoso idraulico italiano. Le nostre settimane in compagnia del titolo ci hanno permesso di conoscere più a fondo ciò che di fatto rende speciale tale esperienza, quest'ultima rivelatasi ancor più emozionante se si considera che Super Mario Maker è tra i primi giochi di punta della società ad uscire a poche settimane dalla scomparsa di Satoru Iwata, Presidente di Nintendo, che ha sempre creduto molto in questo progetto, sin dai suoi albori.

Che Super Mario Maker sia un simbolico passaggio di testimone da parte del compianto Presidente a noi giocatori e amanti della serie? Un modo per consegnare e affidare alle nostre cure e alle nostre idee più originali il personaggio emblema della società nipponica? A noi, fan e giocatori di vecchia data della casa di Kyoto, piace pensarla così. Ma mettiamo da parte i sentimentalismi per un attimo e scopriamo insieme cosa è in grado di regalare questa nuova interessante esperienza firmata Nintendo.

Super Mario Maker

Come dicevamo in apertura, uno degli aspetti che ha sempre contraddistinto i prodotti Nintendo è la loro grande accessibilità e semplicità in termini di fruizione. Non fa eccezione Super Mario Maker, il quale sin da subito si rivela un titolo inclusivo e di facile utilizzo per i giocatori a tutti i livelli. Il primo set con cui abbiamo avuto la possibilità di confrontarci è quello dedicato al primissimo Super Mario Bros. Dopo un pratico e velocissimo tutorial, in cui vengono illustrate le basi e i fondamenti utili per muoverci sin da subito con grande autonomia all'interno del livello e dei tool a nostra disposizione, imbracciamo il pennino e iniziamo a comporre la nostra opera d'arte sul touch-screen del Gamepad, lasciandoci andare alla nostra vena creativa.

In modo molto intuitivo, iniziamo a posizionare i primi blocchi e i primi Goomba, provando a re-immaginare il "nostro" livello di Super Mario Bros. e trovandoci spesso a fare i conti con una natura, la nostra, ben più sadica rispetto a quella dei level designer dell'epoca. Trappole, segreti, "aiutini", monete, power-up: non vi è alcun limite alla nostra creatività, ma anzi possiamo costruire il livello nei modi più assurdi, ancora una volta grazie ad un editor particolarmente semplice e flessibile, che ci permette, inoltre, di rivedere passo dopo passo le nostre creazioni, oltre alla possibilità di cancellare o ripristinare uno o più elementi inseriti nell'ambiente di gioco che non ci convincono.

Uno degli aspetti più interessanti nella creazione dei livelli è la possibilità di lasciarsi andare al mash up più sfrenato: infatti gli item, i livelli e gli sfondi a nostra disposizione non sono in alcun modo vincolati dal set che abbiamo sbloccato, ma è possibile "mixare" tra loro oggetti, piattaforme, mattoncini e nemici da alcuni titoli più celebri della serie principale (Super Mario Bros, Super Mario 3, Super Mario World e New Super Mario Bros U). Se ciò non bastasse, Nintendo permette di utilizzare ben 50 (!) Amiibo diversi all'interno del gioco, offrendo ancora una volta al giocatore ulteriori possibilità creative.

Inoltre, vi è una certa cadenza per sbloccare nuovi set e item per creare i livelli, un aspetto che ci riporta ancora una volta al concetto di "accessibilità per tutti" di cui parlavamo poc'anzi. Il fatto che il giocatore non abbia sin da subito accesso a tutti gli oggetti e agli sfondi a disposizione permette, da un lato, ai giocatori meno esperti di prendere a poco a poco dimestichezza con i vari set, senza sentirsi in alcun modo subissati dalla quantità eccessiva di contenuti (come accade, ad esempio, in un gioco come Little Big Planet); dall'altra questo espediente permette ai giocatori più esperti di mettere alla prova la propria inventiva sfruttando solo pochi oggetti e contenuti alla volta, un modo originale per cimentarsi con il difficile mestiere del level designer.

Super Mario MakerSuper Mario Maker

Ma il vero fiore all'occhiello dell'esperienza di Super Mario Maker è senza dubbio la condivisione dei nostri livelli con la community Nintendo. Appena abbiamo concluso la nostra creazione, possiamo condividerla in modo semplice e immediato con altri giocatori, ma solo dopo averla opportunamente provata e superata nella sua interezza. Infatti, solo nel caso in cui il livello superi il nostro "test", potrà essere condiviso con il resto della community, un aspetto che permette di monitorare la creazione dei contenuti in modo che vengano pubblicati solo ed esclusivamente livelli effettivamente giocabili e superabili da altri. Questo, ovviamente, non vuole in alcun modo rappresentare un limite alla nostra creatività o a quella dei nostri "colleghi" level designer: anzi, ancora una volta Nintendo si rivela attenta a far sì che venga offerta un'esperienza coinvolgente e divertente per tutti, senza frustrazioni inutili di sorta (anche se molti di questi livelli non mancheranno di darci filo da torcere).

Una volta superato il test, i livelli vengono pubblicati e raccolti in un massiccio server e a cui il giocatore avrà poi accesso attraverso diverse modalità: sia in modo diretto, selezionando i singoli livelli attraverso le classifiche dei più popolari tra gli utenti, ad esempio, sia in modalità random attraverso la Sfida dei 100 Mario. In quest'ultima, il giocatore ha a disposizione 100 vite per concludere otto livelli creati dagli utenti e portare in salvo la Principessa Peach. Tuttavia, anche se l'idea in sé è molto divertente e ci permette di provare livelli con ambientazioni e trovate molto diverse tra loro, ci mette di fronte ad uno dei più grandi difetti che, alla luce della nostra esperienza, abbiamo incontrato in Super Mario Maker: la grande eterogeneità.

Va detto che al momento della nostra prova i server erano sostanzialmente popolati da altri colleghi giornalisti, dunque la nostra critica è da ritenersi parziale, in quanto è molto probabile che, una volta popolata da altri giocatori (magari anche molto meno pigri e più creativi di alcuni nostri colleghi), il titolo darà il suo meglio in termini di potenzialità. Eppure, nelle nostre settimane di prova non abbiamo potuto non notare l'eccessiva differenza in termini di difficoltà che intercorre tra un livello e l'altro, soprattutto nella Sfida dei 100 Mario.

Proprio per il suo carattere random, più di una volta ci è capitato di affrontare un primo o un secondo livello particolarmente ostico (che ha richiesto ben più di un tentativo per essere superato) per poi ritrovarci a superare con grandissima facilità l'ottavo livello (l'ultimo) della Sfida. Introdurre magari un sistema di difficoltà crescente offrirebbe una maggiore coerenza all'esperienza in sé, rendendo ancor più appetibile questa modalità.

Super Mario MakerSuper Mario MakerSuper Mario Maker
Super Mario MakerSuper Mario Maker

In fin dei conti, Super Mario Maker è il sogno che si avvera per i molti, tanti fan di casa Nintendo. Avere la possibilità di creare con le proprie mani livelli a tema Mario e di dare libero sfogo alla propria immaginazione è sicuramente un'occasione che apre a scenari davvero interessanti per ciò che riguarda il futuro del settore e alle possibilità che vengono date ai giocatori, non più "consumer", ma principalmente "prosumer".

Nelle nostre settimane in compagnia del gioco, abbiamo potuto constatare di avere tra le mani un prodotto molto importante, di gran lunga superiore alla sua concorrenza, e che ha a disposizione un potenziale sconfinato. Tutto, però, sta nel modo in cui la community sarà disposta ad accogliere e a contribuire alla creazione di questo universo. Croce e delizia di Super Mario Maker è, per l'appunto, la sua community: se questa si dimostrerà assidua e costante come speriamo, il nuovo titolo di Nintendo si rivelerà un interessante "gioiellino", da coltivare con il tempo. Ed è ciò che noi ci auguriamo e speriamo di cuore.

Aggiornamento Super Mario Maker - 5 Ottobre 2015

È trascorso quasi un mese da quando Super Mario Maker ha ufficialmente fatto tappa su Wii U e, come promesso all'epoca della nostra prima recensione, abbiamo deciso di tornare a giocare nuovamente al titolo di Nintendo, anche alla luce del massiccio popolamento di creativi cui il gioco ha assistito nelle ultime settimane.

Come ricorderete, tra le nostre uniche perplessità - che hanno anche leggermente frenato il nostro entusiasmo nei confronti del titolo - era la forte eterogeneità dei livelli creati, con un'alternanza netta tra livelli eccessivamente elementari e livelli particolarmente difficili. Tuttavia, come avevamo supposto all'epoca, tale problema era imputabile al fatto che i server, durante la nostra fase di prova, fossero aperti esclusivamente ai giornalisti, molti dei quali non hanno sfruttato a dovere le potenzialità insite in questo level editor, peccando di pigrizia nella creazione dei livelli.

Fortunatamente, la community si è rivelata molto pro-attiva e creativa in questo senso, regalando una molteplicità di livelli incredibilmente curata e, anzi, creando a poco a poco un vero e proprio fenomeno di massa. Nelle ultime settimane, infatti, abbiamo assistito ad massiccio proliferare di video su Youtube con giocatori che si sono cimentati nella creazione di livelli, ma soprattutto in sfide volte a superare quelli che sono ritenuti, al momento, i livelli più complessi di Super Mario Maker, registrando le loro performance e i propri successi.

Super Mario Maker

Come sospettavamo sin dall'inizio, a spostare l'ago della bilancia di Super Mario Maker è stato solo ed esclusivamente il pubblico di giocatori, i quali - con il loro entusiasmo e la loro creatività - hanno confermato l'estrema potenzialità insita in questo prodotto e hanno permesso al gioco di raggiungere vette importanti e confermandosi, di fatto, un successo senza precedenti. Sebbene il carattere randomico della modalità "Sfida dei 100 Mario" continua ancora a non convincerci, il rimpolpamento in termini di livelli offerto dalla community di appassionati ha contribuito a creare un certo equilibrio, rendendo meno evidente l'eccessiva discrepanza tra un livello e l'altro.

Alla luce della nostra "revisione", possiamo finalmente confermarlo: Super Mario Maker è un prezioso gioiellino, che vive, splende e pulsa grazie alla sua creativa community. Un omaggio importante non solo all'icona trentennale di casa Nintendo, ma soprattutto al suo pubblico, che ha accolto con entusiasmo e passione una sfida che aspettavano da una vita: diventare Super Mario Maker(s).

Super Mario Maker
09 Gamereactor Italia
9 / 10
+
Editor estremamente intuitivo e accessibile a tutti; Grandi potenzialità in termini di community; Un viaggio nella storia del franchise, a cui poter dare il proprio tocco personale.
-
Il carattere eccessivamente randomico di "La Sfida dei 100 Mario"; Per quanto i tool siano numerosi, siamo convinti che il gioco potrebbe beneficiare ulteriormente con qualche update futuro.
Annuncio pubblicitario: