Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
FacebookFacebook
recensione

Xenoblade Chronicles X

Un must-have per tutti gli avidi fan di genere. Questo è il più profondo e completo JRPG in circolazione.

Annuncio pubblicitario:

Monolith Soft è riuscito a portare ad un nuovo livello, contribuendo con il suo tocco magico, il genere JRPG. Se con Xenoblade Chronicles avevano dimostrato grandi cose, pur trovandosi alle battute finali di Wii, con Xenoblade Chronicles X sono riusciti ancora una volta nella stessa mirabolante impresa: con l'unica e sola possibile eccezione del prossimo titolo a tema Zelda, che ha mostrato risultati promettenti a tal proposito, ma che ha ancora molto da dimostrare, non riuscirete a vedere o a giocare a qualcosa di simile sulla vostra Wii U. E a tal proposito, pensiamo che l'esperienza stessa sia probabilmente senza precedenti su qualsiasi altra piattaforma.

Xenoblade Chronicles X vi catapulta nel bel mezzo del pianeta Mira come membro del team BLADE, con il compito di ripristinare la città di New Los Angeles, e, fin dall'inizio, il gioco è completamente incentrato su questa premessa: siete novizi al gruppo, non sapete fare praticamente nulla, e quindi avrete tante cose da imparare e non c'è alternativa; sarete inoltre costretti ad imparare cosa fare quasi senza l'aiuto di un training. È passato molto tempo da quando non eravamo costretti a consultare il manuale di un gioco così di frequente, tanto da renderlo paragonabile ai classici titoli vecchia scuola (in senso buono, ovviamente).

Il gioco è bello impegnativo fin dall'inizio. Dopo aver creato il personaggio nell'apposito editor, ci risvegliamo nel pieno di una notte di pioggia in una capsula criogenica, praticamente come se fossimo appena nati. I nostri primi passi su Mira sono una vera e propria sfida contro la fauna locale, fino a quando non raggiungiamo una collina da cui possiamo intravedere per la prima volta le dimensioni del continente Primordia, dove è allocata la nostra città, la colonia dove ora viviamo. Vaste distese di terreni si estendono in lontananza, popolate da mostri che sono molto più forti di noi in questo preciso momento - e questa è solo la punta di un iceberg.

C'è molto da fare, con missioni di varia complessità. Ci sono missioni come "raccogliere oggetti" o "uccidere gli insetti" che poi possiamo raccogliere. Tuttavia, se siete alla ricerca di qualche missione più profonda e un po' più impegnativa, vi consigliamo di chiacchierare con i vari personaggi sparsi per la città, che incontreremo e che ci racconteranno le loro storie personali. Queste missioni sono di solito un po' più elaborate e possono, ad esempio, sbloccare nuove armi e attacchi.

Annuncio pubblicitario:

Infine ci sono, ovviamente, le missioni principali. È necessario soddisfare alcuni requisiti per riuscire ad accedervi, cose come essere riusciti ad esplorare una certa percentuale di territorio circostante, o completando le missioni secondarie. La maggior parte della narrazione si concentra qui, ma senza spoilerarvi nulla, ci limiteremo a dire che la trama parte in modo decisamente più lento rispetto a Xenoblade Chronicles, anche se a mano a mano che si procede si fa sempre molto interessante, dopo una serie di eventi che portano alla introduzione di un cast eccezionale di specie aliene: l'universo si rivela particolarmente ricco e credibile da un punto di vista narrativo.

Il livello di profondità che Xenoblade Chronicles X riesce a raggiungere è semplicemente folle e talvolta al limite dell'incredibile. Un esempio sono i negozi. Sì, è possibile acquistare armi ed equipaggiamenti, ma potete anche investire in aziende che producono e forniscono queste armi, a seconda del tipo di equipaggiamento che desiderate avere in dotazione. Se non vi piace quello che vi viene offerto di default, è sempre possibile costruire e creare il proprio equipaggiamento dopo aver trovato gli appositi progetti per armi e scudi, e persino progettare buff passivi personalizzati per il team. Tutto questo utilizzando, ovviamente, le risorse e gli elementi recuperati per tutta la mappa o presi dai nemici sconfitti. Xenoblade Chronicles X permette di lavorare su ogni piccolo dettaglio.

Lo stesso vale per il vostro cazzutissimo e amato Skells. Fino a quando non siete ben dentro questa avventura, non avete il permesso di pilotare questi mech. Ci portano ovunque nei meandri di Mira e in modo molto più sicuro e rapido. Ce ne sono di diversi tipi (leggeri, medi e pesanti) e non c'è nulla di più appagante di quando si inizia a costruire il proprio Skell da zero: abbiamo realizzato il nostro usando i colori di Samus Aran dalla serie Metroid, e abbiamo poi iniziato ad equipaggairlo fino ai denti (con fino a due armi primarie e sei accessori, ciascuno associato ad un'abilità e armatura corrispondenti). Avrete la possibilità di progettare il vostro mech di distruzione di massa come volete, e anche l'hangar dove "parcheggerete" il vostro Skell può essere personalizzato.

Xenoblade Chronicles XXenoblade Chronicles X

Per molti aspetti Xenoblade X, va molto più in profondità rispetto al suo predecessore, a partire dall'espansione del sistema di combattimento - una miscela di elementi in tempo reale e a turni - a cui si aggiunge l'importanza della propria posizione quando si regolano i conti contro il proprio nemico, e attraverso l'uso della tattica. I sedici diversi tipi di guerriero da cui possiamo scegliere e l'inclusione degli Skells - i suddetti enormi Mech costruiti per combattere ed esplorare il mondo di gioco - offrono scontri molto vari sotto diverse prospettive: dai tank che assorbono tutti i danni, passando per il supporto o alle classi specializzate che offrono danni critici.

Il sistema di combattimento è uno dei pilastri su cui si fonda il gioco. Per esplorare Mira significa incontrare ogni sorta di insetto, e trattare con loro è il pane per i denti di qualsiasi esploratore che vuole avventurarsi da queste parti. Affrontare una creatura con un livello simile al nostro (o addirittura inferiore) e attaccarlo frontalmente di solito significa una battaglia che si rivela inutilmente lunga. Una battaglia che, magari, si conclude anche con la nostra sconfitta. Ogni nemico ha di solito uno - o più - punto debole, e il "targettare" quella data zona non solo lo indebolisce drasticamente, ma riduce anche la sua capacità di contrattacco. Il nostro consiglio: prima di affrontare un mostro, individuate una delle sue debolezze e partite da lì per prima cosa. A differenza del suo predecessore, Xenoblade Chronichles X consente di passare dalla mischia alle armi a distanza in qualsiasi momento. I primi sono più lenti, ma più potenti, perfetti per attaccare bersagli vicini, i secondi più adatti per raggiungere i nemici più lontani, come ad esempio bersagli volanti.

Tuttavia, la vera protagonista del gioco è il pianeta di Mira, che può essere tranquillamente definito il più grande open-world che questa generazione di console abbia mai visto. Abbiamo davvero apprezzato il fatto che Xenoblade Chronicles X sia un gioco costante e coerente e, dal momento che il suo enorme open-world è una delle sue principali attrazioni, non troveremo ad ostacolarci alcun muro invisibile. Se adocchiate all'orizzonte un posto lontano sulla mappa, potete raggiungerlo camminando, nuotando o, nelle fasi più avanzate del gioco, volando. Non possiamo dirvi con certezza quale sia la dimensione reale della mappa, ma si dice che sia circa tre volte le dimensioni della mappa di The Witcher 3: Wild Hunt, una notizia che però noi non possiamo confermare o smentire. Ma sappiate una cosa: è grande, veramente grande.

Ognuno dei cinque continenti che compongono Mira ha le proprie peculiarità, faune specifiche e clima differenti, che influenzano, in ultima analisi, non solo la visibilità ma anche le nostre abilità di combattimento. Primordia - il primo continente - è una pianura con un ambiente tranquillo in cui troviamo grandi mandrie di erbivori mansueti e qualche mostro carnivoro. Altri continenti differiscono da un punto di vista faunistico e floristico, come ad esempio il deserto coperto di Oblivia, simile a Tatooine, in cui dobbiamo sopportare tempeste di sabbia che rendono i nostri attacchi da mischia inutili o ci costringono a rifugiarci nelle grotte (altrimenti perderemmo salute per ogni secondo trascorso all'aria aperta).

Xenoblade Chronicles X
Xenoblade Chronicles XXenoblade Chronicles XXenoblade Chronicles X

Il lavoro tecnico svolto qui è davvero notevole e degno di nota. Il gioco è solido come una roccia e un capolavoro della tecnologia, con mille trucchi che offrono paesaggi alieni impossibili, pur mantenendo un solido frame-rate a 30 fps, di cui non abbiamo mai riscontrato fenomeni di cali. E per di più, non abbiamo riscontrato neanche un bug in molte ore di gioco! Tra i difetti, il pop-up di alcuni elementi e nemici, soprattutto quando si viaggia a pieno ritmo a bordo del vostro Skell; il gioco semplicemente non ha il tempo sufficiente per caricare l'immenso mondo di Mira. È il prezzo da pagare per avere un mondo enorme, senza schermate di caricamento.

Ci sono due modi per osservare Xenoblade Chronicles X. Il primo è quello di chi arriva nuovo dagli JRPG di Monolith Soft e Tetsuya Takahashi, quei giocatori che vedono in questo titolo un grande gioco e che vivranno il gioco senza pregiudizi e senza fare paragoni con i capitoli precedenti della serie. Dall'altra, invece, ci sono quelli che attendevano il sequel di Xenoblade Chronicles, e potrebbero sentirsi un po' delusi da una trama leggermente diluita che, pur mantenendo una buona qualità, non raggiunge il livello di epicità e d'impatto del suo predecessore. Lo stesso si può dire per la colonna sonora: il rock e beat elettronici si sentono praticamente a casa con questa ambientazione futuristica, ma non troverete la colonna sonora memorabile o affascinante, come il tema introduttivo di Xenoblade Chronicles.

La presenza di una componente multiplayer allunga ulteriormente l'esperienza al di là della semplice avventura in singleplayer. Possiamo sia scegliere di unirci a squadre con giocatori provenienti da tutto il mondo o allearsi con gli amici, dove ognuno collabora con gli altri giocatori. Ognuno gioca alla sua partita, ma i giocatori condividono gli stessi obiettivi. Se si ottiene successo, sarà possibile sbloccare le missioni che consentono di far partecipare fino a quattro giocatori. Oltre a questo, la presenza di avatar di altri giocatori in tutto il mondo sarà costante, e possiamo "assumere" personaggi controllati dall'AI affinché ci aiutino durante le missioni.

Non c'è niente di meglio di un gioco perfetto, ma riteniamo che, in questo caso, il nostro voto e la nostra calda raccomandazione siano giustificati. Xenoblade Chronicles X è un gioco incredibilmente ben fatto sotto tutti i punti di vista. C'è così tanto da fare sul pianeta Mira, dalle quest rapidissime fino alle più grandi avventure in solitaria o con altri quattro giocatori in modalità online. E questo senza parlare della personalizzazione di base e dei vostri Skells. C'è così tanto da fare che spesso ci dimentichiamo che il futuro dell'umanità è nelle nostre mani ... Il tempo vola quando si ha a che fare con qualcosa di così divertente.

10 Gamereactor Italia
10 / 10
+
A livello tecnico, il miglior gico presentato su Wii U; Solido come una roccia da un punto di vista tecnico: Un open world gigantesco; Grande attenzione ai più piccoli dettagli.
-
Il plot appare un po' diluito per colpa della struttura open-world; alcuni piccoli problemi grafici dovuti alla presenza di un open-world massiccio.
Annuncio pubblicitario: