Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
FacebookFacebook
recensione

Resident Evil Zero HD Remaster

Finalmente molti giocatori possono scoprire le origini di Umbrella e di T-Virus.

Annuncio pubblicitario:

Un anno fa Capcom ha pubblicato Resident Evil Remake HD Remaster per tutte le console di attuale generazione e PC. Si trattava di un remaster in alta definizione del remake per Gamecube del primissimo Resident Evil, anche se esiste un altro titolo della serie che è stato ricreato da zero per quella console, un gioco che ha scavato più a fondo sulle origini della terribile associazione Umbrella e del famigerato T-Virus. Il gioco di cui stiamo parlando, ovviamente, è Resident Evil Zero, e finalmente potremo giocarci senza necessariamente possedere una console Nintendo.

Annuncio pubblicitario:

Resident Evil Zero è il prequel di tutta la serie, che racconta gli eventi accaduti alcune ore prima gli eventi descritti in Resident Evil Remake. Oltre a condividere alcuni elementi interessanti della storia, Zero è stato anche il primo tentativo da parte di Capcom di introdurre due personaggi nella serie, una formula che ha perfezionato nel corso degli anni, come abbiamo visto di recente in Resident Evil: Revelations 2. I giocatori controlleranno Rebecca Chambers, una recluta della STARS, e Billy Coen, un condannato a morte che è riuscito a fuggire durante l'attacco zombie. Nonostante la presenza di questo sistema con doppio personaggio, non vi è alcuna modalità cooperativa.

Resident Evil Zero HD Remaster

Il gioco inizia a bordo di un treno, e avrete la possibilità di trascorrere un po' di tempo su queste carrozze, ma la maggior parte dell'avventura si svolge in un altro luogo, un laboratorio mascherato da villa (tanto per cambiare). In termini di meccaniche e di concept, troverete molte somiglianze tra Zero e il remake. Graficamente utilizza la stessa tecnica, mescolando scenari 2D pre-renderizzati con i modelli 3D dei personaggi. Ciò significa che sono state utilizzate solo inquadrature fisse, un aspetto che rappresenta anche uno dei più grandi problemi del gioco.

Questo difetto spesso impedisce al giocatore di vedere cosa abbia davanti. La situazione si fa particolarmente più complessa durante la sezione in treno, dove abbiamo spazi molto ristretti e angoli senza visibilità. Il gioco è anche molto simile al Remake. È possibile spostare i personaggi con i controlli originali, in stile "tank" per intenderci, oppure utilizzare un nuovo schema di comandi più moderno. Onestamente, abbiamo preferito la configurazione originale, proprio in vista del problema relativo agli angoli delle telecamere fisse.

Resident Evil Zero deve molto alla formula Remake, ma ha comunque i suoi elementi di differenziazione. Il più importante riguarda i già citati due personaggi, Rebecca e Billy. Il giocatore può passare dall'uno all'altro in qualsiasi momento, e si può essere accompagnati dal partner in quanto questo è controllato da un'intelligenza artificiale. C'è un vasto repertorio di comandi a vostra disposizione, ma potete anche chiedere al vostro partner di fermarsi o di seguirvi. È anche possibile definire il modo in cui possono interagire con gli oggetti nell'inventario. Rebecca e Billy hanno anche diverse abilità: Billy, infatti, è più forte e può spingere oggetti pesanti, mentre Rebecca è più capace a mescolare prodotti chimici e piante.

Resident Evil Zero HD RemasterResident Evil Zero HD RemasterResident Evil Zero HD RemasterResident Evil Zero HD Remaster

La gestione dell'inventario è un elemento immancabile dei giochi Resident Evil, in particolare quelli classici, ma non è mai stata così noiosa come in Resident Evil Zero. Anche dividendo elementi tra i due personaggi, spesso ci troveremo senza più spazio nell'inventario e saremo costretti a lasciare oggetti sparsi sul pavimento. Questa volta non abbiamo casse, a differenza del Remake, qui sostituite dalla possibilità di lasciar cadere oggetti dove vi trovate e prenderli in un secondo momento. Alcuni giocatori apprezzeranno questo cambiamento, altri preferiranno il sistema originale delle casse e noi, ovviamente, apparteniamo alla seconda categoria.

Per quanto riguarda il lavoro di rimasterizzazione in senso stretto, è assolutamente identico al remake, solo leggermente più di qualità. Il gioco è in formato 16:9, la risoluzione degli sfondi pre-renderizzati è stata migliorata e i modelli dei personaggi sono più dettagliati. Oltre ai controlli unici di cui sopra. La nuova versione include anche vestiti per i personaggi e un bonus speciale sotto forma di Wesker Mode, una modalità in cui al posto di Bill abbiamo Wesker. La storia resta la stessa, ma Wesker ha molte abilotà specifiche che cambiano il gameplay.

Pur riconoscendo che il Remake non fosse eccezionale, ci piaceva l'idea di rivisitare la storia originale di Resident Evil, un gioco che è ancora in grado di offrire suspense e atmosfere in un perfetto stile horror di serie B. Peccato che lo stesso non valga per Resident Evil Zero HD Remaster. Se il remake vanta un design meraviglioso, Zero non è alla stessa altezza. La parte del treno è un fallimento totale, a nostro avviso, e il gioco non migliora molto dopo. La meccanica con doppio gameplay aggiunge poco, a maggior ragione quando i personaggi sono così poco interessanti come Rebecca e Billy.

Se siete fan di Resident Evil e avete amato il remake, troverete qui alcuni punti di interesse. È la prima volta che Zero è stato pubblicato su una piattaforma diversa da Nintendo, e la storia offre alcuni interessanti segreti a proposito dell'origine di tutta la saga. Ma venduto a € 19.99 è un po' caro, soprattutto quando il gioco è così datato e presenta un design generale inefficace. Possiamo solo consigliarlo ai più grandi fan di Resident Evil.

Resident Evil Zero HD RemasterResident Evil Zero HD RemasterResident Evil Zero HD RemasterResident Evil Zero HD Remaster
06 Gamereactor Italia
6 / 10
+
Permette di scoprire dettagli su Umbrella; Ricorda il classico Resident Evil; La modalità Wesker è molto bella.
-
Controlli e meccaniche datate; Design inferiore se paragonato a Remake: La dinamica del doppio personaggio non è interessante in questo caso; Costoso.
Annuncio pubblicitario: