Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
recensione

1-2-Switch

Una buon raccolta di tech demo, ma non abbastanza da consigliarne un acquisto al day-one.

Annuncio pubblicitario:

Proprio come vi abbiamo già raccontato nella nostra recensione della nuova console di Nintendo, è davvero un peccato che 1 -2-Switch non venga offerto in bundle insieme alla console. Il modo in cui i vari mini-giochi contenuti in questo unico pacchetto permettono davvero di comprendere il potenziale insito in Switch è davvero impressionante, oltre a dimostrare l'ampia gamma di funzionalità presenti nei Joy-Con, che aprono senza dubbio a strade innovative e sperimentali molto interessanti. In fin dei conti, il party-game di Nintendo offre su un'unica cartuccia 28 mini-giochi, e ci sono anche un paio di modalità strutturate cui si può giocare. E come titolo atto a mettere in mostra le tante caratteristiche del sistema, funziona molto bene.

Se 1-2-Switch fosse stato offerto nella scatola come titolo multiplayer da giocare quando non siete armati di scudo e spada in The Legend of Zelda: Breath of the Wild, non avremmo avuto alcun problema e nessuna obiezione da fare. La qualità è piuttosto variegata, i giochi più deboli sono fortunatamente messi in ombra da quelli più divertenti, e risulta senza dubbio il titolo migliore da mostrare agli amici se volete far scoprire loro le caratteristiche innate di questa nuova console. Esattamente come tante persone che hanno giocato a tennis o bowling sull'originale Wii, questa avrebbe potuto essere un'esperienza che avrebbe senza dubbio ispirato una seconda ondata di acquisti senza necessariamente offrire una quantità enorme di profondità.

Tuttavia, dubitiamo che 1-2-Switch riesca ad ottenere quell'impatto che ha avuto Wii Sports, soprattutto a causa dell'insistenza di Nintendo nel venderlo come titolo standalone al prezzo di 49,99 euro. Perché, a quel prezzo, è molto difficile riuscire a consigliare questa raccolta di mini-giochi, a prescindere da quanto possano essere innovativi.

Il focus generale del titolo è distogliere l'attenzione dallo schermo, e nella maggior parte dei giochi, i giocatori dovranno guardarsi l'un l'altro, piuttosto che il televisore. I giochi sono preceduti da un breve video introduttivo (che potete saltare) e poi da un secondo video (che non potete evitare) che vi offre tutte le informazioni e le avvertenze di sicurezza. La qualità e la presentazione di ogni gioco è in realtà piuttosto elegante, e il tutto appare perfettamente in linea e coeso.

Quando si tratta dei mini giochi, i Joy-Con vengono utilizzati in una moltitudine di modi, ma di solito i giocatori ne hanno in mano uno per ciascuno e competono in molteplici attività che vanno da situazioni più tranquille, in cui possiamo restare seduti, ad altre più frenetiche. Ognuno è classificato in base al livello di intensità, e i giocatori più giovani avranno giochi più semplici rispetto a quelli che richiedono realmente un maggiore coordinamento e/o disciplina fisici.

L'HD Rumble dei Joy-Con è straordinario, e questa caratteristica è stata sfruttata molto bene in tanti mini-giochi. Il migliore del gruppo è probabilmente Safe Crack, ma non è da meno anche Conta Biglie, e quando si sentono rotolare per la prima volta le biglie nel controller che avete in mano, si inizia a capire quanto sia preciso il motore di ogni Joy-Con.

Il minigioco in cui dobbiamo mungere una mucca è semplice e divertente, e qui vediamo i giocatori, posti uno di fronte l'altro, mentre tentano di riempire un secchio invisibile davanti a loro con quanto più latte possibile. In realtà di giochi di questo tipo ce ne sono un sacco, e a volte i giocatori verranno chiamati a compiere azioni fisiche che potrebbero essere interpretate in modo più ambiguo, se lette fuori dal contesto (soprattutto se giocate in una serata tra amici ad alto tasso alcolico!).

Alcuni dei minigiochi più fisici funzionano davvero bene. Sword Fight, per esempio, è energico e divertente, in cui uno dei giocatori deve parare gli attacchi in arrivo da parte dell'altro e viceversa. Molto piacevole e semplice è anche Samurai Training, dove i giocatori cercano di bloccare una lama immaginaria sopra le loro teste, Gym Boxe è bello (e il replay del post-match è il migliore del gruppo, in quanto ci viene mostrato in che modo abbiamo messo a segno i nostri colpi) e Plate Spin offre un sacco di opportunità per imbrogliare, dal momento che i giocatori sono invitati a distrarre l'altro con tattiche subdole. In realtà, disinformazione e distrazione, fisiche o mentali, vengono utilizzate con grande regolarità per aggiungere una dimensione extra ai giochi. Sneaky Dice è un buon esempio di quanto vi stiamo raccontando, in quanto è un gioco in cui si conosce il lancio di dadi del vostro avversario, che a sua volta conosce il vostro, ma entrambi non conoscete i propri, quindi dovete convincere l'altro a continuare a tirare i dadi.

Annuncio pubblicitario: