Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
recensione

Lego City Undercover

Dopo qualche anno, l'esclusiva avventura open-world di TT Fusion per Wii U sbarca su nuove piattaforme.

Annuncio pubblicitario:

Saremo piuttosto sintetici con questa recensione, perché in termini di contenuti, è cambiato molto poco dal Lego City Undercover approdato su Wii U in esclusiva nel 2013. Anche se il gioco è rimasto piuttosto invariato da allora, sono comunque cambiate molte cose, a partire dal fatto che, dopo le vendite non esattamente brillanti di Wii U, Nintendo ha lanciato una nuova console, ossia Switch.

Ma questo non cambia il fatto che Lego City Undercover sia uno dei giochi migliori per la console oramai in pensione di Nintendo, e con grande probabilità è anche uno dei migliori titoli a marchio Lego mai realizzati, che, vista l'alta qualità complessiva della serie, non è un'impresa facile. C'è piaciuto allora, e ci piace ancora, anche se ora, nel 2017, i problemi di performance hanno in qualche modo compromesso il suo ritorno, spostando l'accento dalla qualità del gioco in sé alla qualità del suo porting. Dopo appena un paio d'ore con la versione Switch, ci siamo imbattuti in diversi bug che ci hanno costretto a riavviare il gioco (con annessa perdita di progressi), in qualche calo di framerate particolarmente importante, e tempi di caricamento così lunghi che, tra una missione e l'altra, abbiamo persino il tempo di uno snack.

Al di là l'aggiornamento tecnico che è tutto fuorché eccezionale, il gioco vanta una bella presentazione, è divertente da giocare e perfetto per tutta la famiglia, grazie al suo design intuitivo che lo rende divertente da giocare sia per i bambini sia per i grandi che si sentono ancora un po' bambini.

La storia non è il massimo dell'originalità, ma è una storia crime molto divertente e piena di avventura, che si basa su una serie di riferimenti piuttosto eccentrici. Dalle parodie delle avventure open-world più importanti alle battute che si rifanno ad alcuni grandi film, TT Fusion ha fatto un lavoro fantastico nel rendere questo titolo accessibile e coinvolgente per i giocatori di tutte le età, e in modi molto diversi. La modalità co-op appena aggiunta, in particolare, lo rende perfetto per quelle partite genitori-figli, e ci sono battute che divertiranno entrambe le parti, offerte in rapida successione attraverso una storia coinvolgente e spensierata.

Lego City UndercoverLego City Undercover

Esattamente con in GTA (non vi sorprenderà il fatto che questo titolo venga chiamato confidenzialmente "Grand Theft Lego"), i giocatori hanno accesso ad un open-world. Lego City non è il sandbox più grande che abbiamo mai visto, ma è abbastanza grande per i nostri scopi, e francamente se stato ancora più grande, probabilmente sarebbe stato eccessivo per i giocatori più giovani. Esplorando ogni anfratto non vi porterà via chissà quanto tempo, ma ci sono attività con cui potete distrarvi quando si va in giro a completare le missioni. I contenuti secondari vi terranno impegnati per un po', ma in realtà è la storia principale ad essere la vera grande star del gioco, e per tutte le missioni troverete meccaniche che abbiamo visto altrove nei giochi Lego, utilizzate nel modo giusto.

Ci sono un paio di differenze fondamentali rispetto all'originale Wii U, e la più evidente è la mancanza del GamePad. In realtà non fa grande differenza in termini di esperienza, in quanto le funzionalità del secondo schermo sono mappate sul D-pad in questa nuova versione. Chase McCain porta ancora in giro con sé un dispositivo di controllo simile che usa per parlare con personaggi chiave nel gioco, quindi non si sono volute in alcun modo nascondere le origini del gioco, ma il nuovo setup appare comunque molto naturale. In effetti, la relativa facilità con cui sono riusciti ad eliminare il GamePad dimostra quanto fosse semplicemente inutile o, comunque, poco utilizzabile.

La caratteristica migliore, qui novità rispetto la versione originale, è sicuramente l'integrazione della modalità co-op locale. Il frame-rate rimane relativamente costante quando si gioca in split-screen, ed i giocatori possono facilmente entrare in partita quando vogliono e vagare per la città come meglio credono (infatti, i giocatori non sono legati tra loro, e questo permette loro di muoversi in direzioni opposte, se lo preferite, in quanto le posizioni dei personaggi sono perfettamente segnalate sulla mini-mappa). Ci siamo divertiti tantissimi a correre in giro, ad usare le auto da corsa, raccogliere cose, e in generale scatenare caos tra i cittadini e criminali di Lego City. Lo stile open-world e la libertà concessa ai giocatori aumenta a dismisura il divertimento, e non esiste un gioco migliore della serie Lego dove esplorare sia così semplice e divertente (forse con l'unica eccezione sono i mondi sandbox di Lego Dimensions, ma individualmente questi sono molto più piccoli).

Tutto sommato abbiamo apprezzato il nostro ritorno a Lego City Undercover, e coloro che si erano persi questo nuovo capitolo ambientato nell'universo Lego avranno finalmente la possibilità di goderselo. Non è un porting perfetto, e avrebbero potuto e dovuto fare qualcosa per ridurre i tempi di caricamento (abbiamo giocato su Switch), e ci sono anche parecchi bug. Tuttavia, il resto dell'esperienza è buona come lo era nel 2013, e se vi siete persi l'originale (come molti di voi sicuramente), vale davvero la pena fare un viaggio a Lego City.

Lego City UndercoverLego City UndercoverLego City Undercover
08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Un mondo divertente da esplorare; Contenuti solidi; Modalità campagna interessante; Ideale per divertirsi in famiglia.
-
I tempi di caricamento sono eccessivamente lunghi e ci sono troppo bug.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi
Annuncio pubblicitario: