Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands
Gamereactor
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
Gamereactor Italia
recensioni
MotoGP 17

MotoGP 17

Milestone è riuscita a venire incontro alle aspettative con l'iterazione di quest'anno?

Come accade ogni anno alla fine della primavera, Milestone sforna le iterazioni dei suoi franchise più importanti dedicati alle due ruote. Infatti, a distanza di poche settimane, lo studio italiano ha introdotto sul mercato due titoli dedicati al motociclismo in una rapida successione. Dopo MXGP3, è giunto il momento di MotoGP 17, un titolo che offre sensazioni di velocità viste raramente su console, approfittando di una risoluzione in 1080p e 60 fps per la prima volta. Anche se con un po' di ritardo, data l'evoluzione tecnologica a cui abbiamo assistito negli ultimi anni.

A livello visivo, i dettagli sono molto più raffinati rispetto al passato. Se la riproduzione degli ambienti non è particolarmente impressionante, il realismo in termini di tracciati e delle moto è davvero sorprendente. I piloti e i veicoli sono stati spesso criticati in passato per la loro uniformità, per il fatto che non venissero percepiti come diversi. Ora riusciamo a riconoscerli in modo più chiaro e gli esperti tra voi riusciranno a distinguere tra la maggior parte delle moto presenti.

Ma non pensate neanche per un secondo che il motore del gioco sia cambiato. Si tratta ancora del motore proprietario di Milestone, a differenza di MXGP 3, che ha invece optato per l'Unreal Engine 4; ma aspettiamoci un cambiamento per l'iterazione del prossimo anno, chissà. Tuttavia, se la storia dei videogiochi ci ha insegnato qualcosa, un cambiamento nel motore del gioco non è sempre necessario per utilizzare pienamente la potenza offerta dalle nuove tecnologie o dai nuovi sistemi. Quindi l'uso dello stesso motore di gioco dell'anno scorso non è necessariamente una cattiva idea, soprattutto perché il risultato, nel complesso, risulta soddisfacente, anche se non impressionante.

MotoGP 17

Per quanto riguarda il suono, sono stati fatti importanti passi avanti rispetto alle iterazioni precedenti. Gli sviluppatori sono andati a registrare i suoni di quasi tutte le moto, e questo non si limita ad essere un mero dettaglio per i puristi, ma offre una sensazione di realismo davvero interessante. Per dire, potreste acquistare il gioco anche solo per il reparto sonoro e non pentirvene... Inoltre, anche l'interfaccia utente è stata aggiornata e semplificata. I menu sono chiari e la loro navigazione risulta di gran lunga più intuitiva rispetto al passato. Tuttavia, i tempi di caricamento sono eccessivi e in qualche modo rovinano questi miglioramenti davvero graditi.

Per quanto concerne i contenuti, MotoGP 17 ha messo da parte diversi elementi visti nell'iterazione dello scorso anno dedicata a Valentino Rossi (Ranch, Rally, Flat Track ...). Questo impoverisce un po' il titolo e toglie una parte significativa della varietà dell'esperienze di cui i giocatori hanno potuto godere lo scorso anno. Oltre a questo, se vogliamo concentrarci esclusivamente sulla sua offerta in termini di gare/motociclismo, questa nuova versione offre comunque diverse modalità, tantissimi diversi piloti (più di 160), tutte i tracciati (18) e le moto della stagione corrente (in MotoGP, in Moto 2 e Moto 3). Siamo inoltre entusiasti dalla presenza di alcune moto storiche, vale a dire le 125cc, 250cc e 500cc e le quattro corse della Moto GP, che rendono disponibili più di un centinaio di moto.

La grande novità dell'edizione di quest'anno è senza dubbio la modalità Carriera Team Manager. che vi permetterà di condurre una doppia vita, sia da pilota sia da team manager. Visto quanto è completa questa nuova modalità, ci chiediamo per quale motivo Milestone abbia deciso di mantenere comunque la modalità Carriera Pilota. Ogni gara vi fa guadagnare punti reputazione e crediti per migliorare la vostra squadra, dai meccanici agli addetti alle PR. Ma affinché tutto funzioni, tutti dovranno andare nella stessa direzione, siano essi i cinque piloti della vostra squadra sia i meccanici che si prendono cura delle vostre moto. La modalità vi offre anche la possibilità di scegliere alcune attività extra, quali interviste, gestione dell'immagine sui canali social o la gestione diretta dei fan.

È inoltre disponibile una modalità co-op online. È una caratteristica che permette di giocare nella stessa squadra dei vostri amici. Una novità molto gradita, che non abbiamo potuto provare durante la nostra fase review, in quanto al momento della scrittura nessun altro giocatore era disponibile online. Possiamo anche menzionare il Campionato MotoGP eSport, accessibile da PS4 e PS4 Pro, che offrirà l'opportunità di competere contro altri giocatori e dimostrare il proprio talento. I primi 16 piloti del mondo si qualificheranno attraverso sette eventi online prima del Gran Finale prevista in occasione del Gran Premio di Valencia. Per il vincitore, il premio sarà addirittura una BMW M240i!

MotoGP 17

Abbiamo mantenuto l'aspetto più importante per la fine, ossia la simulazione sportiva e il gameplay. Da questo punto di vista, non sarete sorpresi se vi diciamo che da questo punto di vista è molto realistico, e la moto risponde molto bene ai comandi, si inclina meglio di prima in curva e l'aderenza all'asfalto dipende dalle condizioni meteorologiche. Un tracciato bagnata richiederà quindi ulteriori precauzioni e potrete utilizzare appieno la potenza del vostro veicolo in una giornata asciutta e soleggiata. A seconda delle vostre abilità, potete selezionare anche il livello dell'IA. È stata profondamente rielaborata e può offrire, nel caso in cui lo vogliate, una resistenza molto più impegnativa. Non esita a usare gomiti quando è necessario e può essere altrettanto tenace come in MXGP 3. Nessuno si lamenterà di questo.

Per quanto riguarda le sensazioni, ci siamo, senza dubbio! L'idea di trovarsi realmente nel mondo della MotoGP è stato pienamente rispettato, a partire dalla recente introduzione della fase di uscita dal pit, in cui possiamo assistere ai preparativi finali del nostro pilota prima di posizionarsi sulla griglia di partenza. In pista, consigliamo in particolare le visuali dal manubrio e dal casco, che permettono di vivere la gara in modo accurato. In linea di massima, è un'esperienza piacevole e gratificante e soddisferà i novizi e i puristi, anche se questi ultimi avranno comunque delle cose di cui lamentarsi, perché il titolo ha dei difetti.

Partiamo da alcuni aspetti della corsa, che mancano di realismo, soprattutto a causa della fisica, talvolta bizzarra, della moto. Un'impostazione che resta regolabile come al solito (standard, semi-pro o pro), proprio perché è possibile attivare o rimuovere i controlli. Anche le collisioni con gli avversari mancano spesso di un certo realismo. Un altro aspetto manchevole, che tuttavia si trova in molte delle produzioni Milestone, è la mancanza di immersione. Anche nella modalità Carriera Team Manager, abbiamo il testo piuttosto che cutscene, che ci avrebbero permesso di immergersi appieno nell'esperienza.

MotoGP 17

La verità è che, quando finalmente osserviamo alcuni video che mostrano le città che ospitano le gare o per illustrare una vittoria importante, sono ancora più deludenti. Sembrava anche che alcune delle immagini provenissero dalla versione precedente della saga, dal 2012 o dal 2013. E, ultimo ma non meno importante, i tempi di caricamento sono degni dell'era PS1.

Come potete notare, la nuova iterazione della serie MotoGP ci è piaciuta, che ha preferito abbandonare la vasta offerta dall'anno scorso per concentrarsi sull'esperienza di corsa in sé e per sé. Il piacere della guida non manca e i contenuti terranno incollati gli appassionati per molto tempo. Tuttavia non siamo così sicuri di consigliarvi un acquisto immediato, se avete a casa Valentino Rossi: The Game; anche se beneficia di un anno di sviluppo aggiuntivo e migliora l'esperienza precedente, tuttavia le nuove funzionalità non ripagano appieno il prezzo del biglietto. D'altra parte, se non avete già un gioco di simulazione dedicato alle due ruote, lo consigliamo vivamente perché è un titolo di qualità, semplicemente il migliore del suo ambito.

MotoGP 17
MotoGP 17
MotoGP 17
MotoGP 17
MotoGP 17
MotoGP 17
MotoGP 17
MotoGP 17
07 Gamereactor Italia
7 / 10
+
Risoluzione in 1080p e 60FPS, Belle sensazioni in termini di realismo e gameplay; Ambiente sonoro (motori e musica) molto buono, La modalità Manager.
-
Mancanza di immersione; tempi di caricamento troppo lunghi; Comportamento della moto talvolta strano; Abbandono totale dei contenuti visti in Valentino Rossi: The Game.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi