Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
FacebookFacebook
recensione

Guild Wars 2

Dopo sessanta ore di gioco e una settimana trascorsa tra PvP e PvE, siamo pronti per recensire Guild Wars 2, un gioco destinato a segnare profondamente il genere dei MMORPG.

Annuncio pubblicitario:

Quando si parla di Guild Wars 2 è facile farsi sfuggire la situazione di mano. C'è così tanto di cui parlare, che è persino difficile sapere da che parte cominciare. Dopo molte considerazioni, ci è sembrato naturale iniziare dal nucleo dell'esperienza - l'interazione sociale tra i giocatori.

Una sfida che i giochi MMO hanno spesso affrontato, è che gli altri giocatori ricoprono un ruolo nella nostra esperienza. Si compete con loro sui nemici da uccidere, sulle missioni da affrontare o le risorse da raccogliere. ArenaNet ha trovato un modo per eliminare questi fastidi, creando una vera e propria esperienza sociale. Se più giocatori in una squadra affrontano un nemico, tutti ricevono esperienza e bottino, in maniera indipendente l'uno dall'altro. In aggiunta a questo, tutte le risorse sono disponibili in qualsiasi momento, anche se gli altri le hanno già raccolte.

Annuncio pubblicitario:

La componente più importante, in questo senso, è quella che ArenaNet chiama "eventi dinamici". Queste missioni si attivano casualmente nel mondo di gioco, e tutti i giocatori nella zona possono cooperare per completarle. I giocatori nelle vicinanze ricevono una richiesta di aiuto con un evento, e d'improvviso decine e decine di giocatori convergono sul nemico. Una cosa di rara bellezza, che può emozionare fino alle lacrime i giocatori più sensibili a questa forma di cooperazione videoludica.

Guild Wars 2

Mentre gli eventi dinamici sono fondamentalmente missioni (come negli altri MMO), sono state costruite in un modo che le fanno sembrare diverse. Si ha la sensazione che il mondo stia vivendo una vita propria e che si possa prendervi parte, se si desidera. Si può solo girare per il mondo, notare che qualcuno ha bisogno di aiuto e scegliere di aiutarlo o meno. In questo modo, ci si sbarazza delle noiose liste di missioni presenti in quasi tutti gli altri giochi di questo genere.

Tuttavia, gli eventi dinamici non sono privi di problemi. Dal momento che tutti i giocatori in una zona possono prendervi parte, l'idea è che il livello di difficoltà si assesti da sé. Questo, in realtà, non funziona quando vi sono più di 10-12 giocatori in uno stesso posto, dato che gli eventi diventano troppo facili. Un altro problema è che in molti degli eventi, in realtà, non sembrano poter fallire mai, quindi si può semplicemente parteciparvi e vincere. Ma, anche con questi problemi, gli eventi dinamici sono un passo avanti rispetto alle missioni tradizionali.

Guild Wars 2

Oltre a questi eventi dinamici, c'è una storia principale da seguire, che inizia con la creazione del personaggio. Si sceglie un background per il proprio personaggio, e l'inizio del gioco è basato sulle scelte compiute all'inizio. Si iniziano ad affrontare i problemi derivanti dalla razza scelta, ma si impara presto a conoscere un nemico più grande, che minaccia tutti gli abitanti di Tyria - i Draghi Anziani. La storia, in sé, è bella e piacevole, ma non riesce ad uscire dal coro dei classici stereotipi fantasy. La storia ci guida bene da zona a zona, ma nel complesso è solo una piacevole pausa dal resto del gioco. Inoltre, non è obbligatorio seguirla, quindi se non ci si sente catturati si può anche fare a meno di inoltrarvisi.

Gli eventi dinamici e le storie personalizzate costituiscono la parte principale del contenuto PvE Guild Wars 2, ma è anche necessario citare i dungeon. Se gli eventi dinamici sono facilmente accessibili e con obiettivi più facili, i dungeon sono per coloro che desiderano una sfida. Una sfida vera.

Guild Wars 2

In una stanza ci hanno affidato il compito di difendere un NPC da varie orde di nemici, e al tempo stesso di distruggere il tunnel da cui provenivano. In un primo momento abbiamo lavorato come un gruppo, liberando i tunnel l'uno dopo l'altro, ma il NPC è stato rapidamente sopraffatto. Poi, abbiamo assegnato a un giocatore un ruolo di guardia del NPC, mentre il resto ha liberato le gallerie, ma non ha funzionato. Quindi abbiamo diviso il gruppo in due e, dopo una tante prove ed errori abbiamo trovato la formula giusta per farlo e progredire alla sfida successiva. E, quando abbiamo completato il dungeon, erano passate quattro ore di gioco. Potrebbe sembrarvi molto lungo, ma si deve rilevare che i dungeon sono pensati per i giocatori hardcore che si aspettano una sfida ardua.

Guild Wars 2
Guild Wars 2
Guild Wars 2
Guild Wars 2
Annuncio pubblicitario: