GR LIVE STREAM
Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
FacebookFacebook
recensione

Super Mario 3D Land

Finalmente un gioco 3D in cui il 3D serve. Super Mario, ancora una volta, vuole mettere il suo zampino nella storia dei videogiochi. Il risultato è eccellente, ma non perfetto.

Annuncio pubblicitario:

Caro, vecchio Mario. Hai inventato il genere platform, lo hai rinnovato, lo hai rivoluzionato. Ogni volta tiri fuori un'idea nuova, sia essa la telecamera di Super Mario 64 o i pianetini di Super Mario Galaxy. Ma, questa volta, la posta in gioco è ben diversa: rendere interessante la stereoscopia in un genere che è nato nella più piatta bidimensionalità.

Ebbene, caro Mario, non ti smentisci mai. Da quando esiste la console Nintendo 3DS, una delle maggiori critiche mosse nei confronti di questo dispositivo è data dall'inutilità del 3D. Per la verità è una critica che riguarda qualunque prodotto audiovisivo faccia uso di questa tecnica: il 3D nel cinema, ad esempio, è spesso visto come un mero effetto speciale e non come un nuovo territorio linguistico. Lo stesso vale per i videogiochi: quanti videogame con supporto 3D possono fare a meno dell'effetto stereoscopico? Tutti, oseremmo dire.

Annuncio pubblicitario:

Ma l'arrivo di Super Mario 3D Land è destinato a rappresentare una sorta di pietra miliare nel mondo dei videogiochi stereoscopici. Perché in questo videogame il 3D non è solo un ninnolo: serve. Parecchio. Avete presente quei giochi di prospettiva impossibile, presenti in alcuni celebri quadri di Escher? Sono dei disegni assurdi, in cui vediamo scale in salita ritornare inspiegabilmente al piano inferiore, o scorgiamo l'acqua scorrere verso l'alto. Sono illusioni ottiche, che possono essere smascherate guardando l'oggetto da un'altra prospettiva.

Con Super Mario 3D Land, gli sviluppatori hanno reso alcuni passaggi di gioco degni di un'illusione ottica, in cui ci risulterebbe impossibile valutare le distanze o scoprire dei passaggi se ci limitassimo alla vista bidimensionale. Ed è così che il 3D stereoscopico, per la prima volta nella storia dei videogiochi, ci viene in aiuto, rivelando cosa sta dietro e cosa sta davanti, quanto lontani siano due oggetti e se vi sia uno spazio nascosto da qualche parte.

Super Mario 3D Land

Questa è la dinamica centrale di quello che, altrimenti, sarebbe l'ennesimo gioco di Mario. La formula scelta è una curiosa commistione di New Super Mario Bros e Super Mario Galaxy, con la solita struttura a livelli divisi in otto mondi ma con un ambiente che varia in continuazione dalla tridimensionalità al 2.5D.

I livelli richiamano molti archetipi dell'universo di Mario: ci sono sezioni con le piattaforme classiche, sezioni sottoterra, sottacqua, nel deserto, nel cielo, eccetera. Alcuni livelli fanno l'occhiolino a splendidi momenti della storia del nostro idraulico preferito: ritroviamo i Goomba giganti del quarto mondo di Super Mario 3, abbiamo a che fare con alcuni dei cattivi di Super Mario World, affrontiamo le navi da combattimento di Bowser ma anche le case stregate, eccetera. Curiosamente non sono i mondi a dettare il tema dei livelli: ogni livello è un piccolo mondo a sé stante, quasi fosse la versione allargata di uno dei pianetini di Super Mario Galaxy.

Super Mario 3D Land

Con piacere vediamo ritornare uno dei power up più dimenticati della storia di Mario, la tuta tanooki, fortemente modificata. La tuta consente di planare e di dare il solito "colpo di coda", ma non può più spiccare il volo né trasformarsi in statua. Ritorna anche il Mario Elica di New Super Mario Bros. Wii, ma in versione leggermente modificata: questa volta Mario indossa un cubo dotato di elica, anziché una tutina aderente di colore rosso. Infine, come nuovo power-up, Nintendo ci trasforma in Mario Boomerang, dandoci la stessa dotazione dei Boomerang Bros. di Super Mario 3.

Come abbiamo detto, l'effetto 3D questa volta è davvero utile. Ma, in alcuni casi, può trarre in inganno. Possiamo tranquillamente ammettere che, per una volta, giocare a Super Mario 3D Land con l'effetto 3D spento sia praticamente impossibile. Al contempo, però, la valutazione delle distanze con l'effetto 3D acceso non è precisissima. Moltissime volte si muore a causa di un salto sbagliato, o a causa di una cattiva valutazione dell'altezza delle piattaforme.

Super Mario 3D Land

Fortunatamente quando Mario è in caduta libera possiamo scorgere un'ombra sotto di lui, che ci consente di capire dove atterrerà. Allo stesso modo, blocchi e monetine sospesi nell'aria mostrano un'ombra che risulta spesso fondamentale per poter impostare il salto. Inoltre, attraverso il pad a croce, è possibile variare l'effetto 3D. Esiste infatti una modalità "3D profondo" (che non ha nulla a che vedere con il regolatore di profondità posto sul lato destro dello schermo) e che consente di accentuare la prospettiva tridimensionale nel gioco. Talvolta si rivela provvidenziale, anche se dopo qualche minuto risulta fastidioso per gli occhi.

Nonostante questi piccoli problemi, Super Mario 3D Land è senza dubbio un gran gioco. Rispetto a New Super Mario Bros. Wii, Nintendo ha mantenuto il livello di difficoltà a livelli più bassi, rendendo difficile solo la rincorsa alle stelle bonus, fondamentali per sbloccare livelli aggiuntivi e, talvolta, per passare ai mondi successivi. Un buon giocatore, in ogni caso, può giungere all'ottavo mondo nel giro di una manciata di ore.

Super Mario 3D Land
Super Mario 3D LandSuper Mario 3D Land

Si tratta senza ombra di dubbio del Mario graficamente più bello mai apparso su di una console portatile. La grafica si avvicina a tratti allo straordinario capolavoro visivo di Super Mario Galaxy, con le dovute proporzioni. Il sonoro è splendido: in cuffia il gioco dà il meglio di sé, riuscendo a creare un sonoro avvolgente e mai ripetitivo.

Non vi sono dubbi che Super Mario 3D Land sia il gioco per Nintendo 3DS di questo Natale. Un titolo che ogni possessore della prima console 3D al mondo dovrebbe possedere, nonostante le screziature derivanti dal nuovo uso intensivo della terza dimensione. Forse non siamo ancora pronti per una rivoluzione di questo tipo. In ogni caso Mario, ancora una volta, ci ha fatto capire che nulla è impossibile.

08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
L'effetto 3D serve davvero, sonoro straordinario, level design semplicemente perfetto
-
Nonostante il buon 3D, valutare le distanze non è sempre facile, si finisce in poche ore
Annuncio pubblicitario: