GR LIVE STREAM
Gamereactor International Italiano / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
FacebookFacebook
recensione

The Last of Us

The Last of Us è un gioco che ha preso a pugni il nostro cuore. Siamo stati completamente rapiti da questo titolo.

Annuncio pubblicitario:

La reinterpretazione di Naughty Dog dell'apocalisse zombie ci abbaglia, tanto da lasciarci il cuore in gola (una sensazione che dura per la maggior parte del gioco). Si tratta di un gioco incredibile, sia dal lato dei personaggi che delle missioni da compiere.

All'inizio, il gioco sembra scivolare nella banalità della natura del gioco, governato dalla regola "uccidi per non essere ucciso".

La natura di The Last of Us offre alcune cariche esplosive che colpiscono il giocatore con la potenza e la velocità di una mazza da baseball. Il non visto riesce a terrorizzare più della glorificazione delle immagini scioccanti. Lo studio ha abilmente trasformato il genere survival horror, un genere abusato nel corso degli ultimi anni, ritagliandosi la propria visione delle cose. Il gioco è un viaggio attraverso l'America infetta, ma non è questo il fulcro della storia.

Annuncio pubblicitario:

Per tutte le ore di gioco, The Last of Us introduce delle regole (la morte è sempre in agguato) e delle minacce (sciacalli umani con una buona mira, mutazioni inumane con denti acuminati). Le munizioni sono poche e la varietà delle armi è scarsa.

La parola chiave è una sola: vulnerabilità. Le cose sembrano desolatamente reali.

The Last of Us

Lo studio utilizza l'impostazione del gioco per spazzare via la nostra fiducia e spiegare il cambiamento di Joel - che presto rivelerà al giocatore il motivo della sua freddezza. La regola "uccidere per non essere uccisi" viene però spiegata dal gameplay piuttosto che da lunghi monologhi.

Il gameplay è sempre al primo posto: ci sono poche righe di dialogo, pochi momenti di transizione. Si dipinge la brutalità più efficacemente che mai. Chi temeva che Naughty Dog avrebbe abbracciato i QTE cinematografici può stare tranquillo: non è così.

In un certo senso, The Last of Us è più vicino a Tomb Raider, sebbene il suo gameplay sia inversamente proporzionale. È un'avventura piuttosto lineare, eppure più volte vi presenta ampie aree a volte su più piani, dove il design del livello e il numero dei nemici obbliga ad affinare le proprie abilità stealth, mentre la tensione continua a pungere.

Lo Stealth è la chiave. Una meccanica che si concentra sulla capacità di Joel di ascoltare colora il mondo di un grigio opaco, e i nemici vicini vengono colorati di bianco. Si può tranquillamente farne a meno, ma si tratta di una soddisfacente alternativa ad una mini-mappa, e obbliga a studiare l'ambiente, i possibili percorsi. Joel si appoggia ai muri quando vi si avvicina, e con un semplice pulsante si può uscire dalla copertura e strisciare via. Eppure, non appena ci si immerge nel bel mezzo di un gruppo di nemici, Joel diventa estremamente vulnerabile.

The Last of Us

Con la salute così bassa, le munizioni così scarse, quella manciata di proiettili diventa più un'ultima spiaggia che un vantaggio. Il gioco vi priva del senso di essere sovrumani. Degli aggiornamenti possono essere acquistati per stabilizzare la mano, ma i soldi per aggiornare le armi scarseggiano: in realtà, è necessario scegliere se disporre di più salute o di una migliore capacità di ascoltare l'ambiente circostante.

Qualsiasi rumore - anche una semplice bottiglia rovesciata, attira l'attenzione. Naughty Dog ha consapevolmente cosparso il terreno con oggetti fragili solo nei luoghi in cui strisciare per terra è davvero necessario. E ogni nemico ha un udito finissimo.

Gli sciacalli sono più difficili da affrontare rispetto alla infetti. Sono più veloci, vi tengono costantemente in scacco e ci fanno tremare. Le urla, l'audio, i colpi di pistola sono eccezionali.

The Last of Us

I combattimenti corpo a corpo sono brutali. Si avvicina alla perfezione dei combattimenti di Batman: Arkham Asylum. È altrettanto soddisfacente. La morte non viene mai glorificata, e si finisce per sussultare.

Si tende ad esplorare, ma spesso si finisce per dimenticarsi che, assieme a noi, c'è qualcun altro. Il compagno principale di questa avventura è Ellie, un personaggio che acquisisce costantemente di spessore. Il rapporto tra lei e Joel è la chiave della storia del gioco.

The Last of Us

La storia non ci lascia completamente a bocca aperta. Lo avrebbe fatto, se prima non fosse uscito un gioco chiamato The Walking Dead. Ma Naughty non dimentica mai che questo è un gioco, non un film, e pertanto la storia è funzionale al gameplay.

Per tutte le diciotto ore del gioco, si gioca. Si potrebbe restare delusi dalla mancanza di colpi di scena o momenti particolarmente cinematografici nel finale, ma così facendo Naughty Dog si è assicurata la possibilità di tornare sul franchise in futuro.

Come Elizabeth di Bioshock, Ellie è immune i nemici. Ma mentre Naughty Dog fa del proprio meglio per mantenerla lontana nei momenti più furtivi, in alcuni casi si nota che i nemici la ignorano. Si incrina l'illusione, ma per fortuna non si distrugge.

The Last of Us

Visivamente il gioco mantiene lo stesso standard a cui Naughty Dog ci ha abituati in questa generazione, ma mentre la serie Uncharted ha fatto il suo tempo, The Last of Us tratta paesaggi fantastici con un sospiro rassegnato: trattare i panorami distrutti con una pornografia visiva non è mai stato l'obiettivo di Naughty Dog. Il design è fantastico: ogni appartamento, fogna, grattacielo sono basati su veri modelli, e non sono modificati per adattarsi meglio alle dimensioni - solitamente più contenute - di un videogioco.

La storia per giocatore singolo non è l'unica cosa sul disco. Si sblocca anche una serie di elementi aggiuntivi, tra cui alcuni filtri colore (abbiamo avuto modo di sottolineare l'ottima modalità in bianco e nero che arricchisce l'atmosfera), c'è una modalità di gioco multiplayer: Factions.

Questo è qualcosa che sia lo sviluppatore che il publisher sono stati stranamente restii nel discutere nei dettagli prima dell'uscita del gioco. Sarebbe troppo facile ammettere che ciò è dovuto alla piattezza della componente multiplayer. Eppure, dal breve tempo che abbiamo trascorso su di essa (solo poche ore fino ad ora) è discreta, e prende in prestito gli elementi furtivi dal single player per creare qualcosa di divertente.

Considerando la durata della campagna di ben diciotto ore, l'aggiunta del mutliplayer non fa altro che aumentare la già ottima longevità di questo titolo.

Anche se il gioco potrebbe non essere nuovo o completamente originale, Naughty Dog ha messo insieme questi diversi elementi e li ha resi perfetti per creare un capolavoro del genere survival horror. Hanno lavorato duramente per creare un mondo che sembra blandamente reale, e ci sono riusciti così bene da farci sussultare il cuore a più riprese. Ci sentiamo di ringraziare gli sviluppatori per questa esperienza. Questo è un vero capolavoro: da giocare al più presto possibile.

10 Gamereactor Italia
10 / 10
+
Enorme avventura, tante opzioni di combattimento, merita di essere rigiocato, bei filtri grafici, ottimo multiplayer
-
La storia non è originalissima
Annuncio pubblicitario: