Gamereactor Italia. Guarda i trailer più recenti dedicati ai videogiochi, ma anche le nostre ultime interviste dalle fiere e dalle convention più importanti del mondo. Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor
articoli
F1 22

Full Throttle: Ritorno alla realtà

Collisioni, problemi meccanici e un gruppo guida impeccabile hanno significato uno spettacolo cupo in questa fase della carriera myTeam.

HQ

Se hai seguito il mio viaggio attraverso MyTeam di F1 22, saprai che nell'ultima puntata della serie, stavo cavalcando un diavolo di alto. Grazie agli errori e alle collisioni dei top team, la mia organizzazione MBF Racing si è assicurata podi piuttosto frequentemente, il che ha fatto sembrare che quando sono arrivati alcuni aggiornamenti per la vettura, il team potrebbe persino sfidare i migliori team sulla griglia per le vittorie. Sfortunatamente, questa puntata sta vedendo il team fare un passo nella direzione sbagliata, poiché vari problemi, incidenti di gara e spettacoli impeccabili da parte di Red Bull, Ferrari e Mercedes hanno fatto sì che MBF Racing abbia lottato esclusivamente per i piazzamenti a punti - e questo è tutto.

HQ

A dare il via a quest'ultima serie di Gran Premi è stata Miami, una pista di cui avevo davvero paura a causa della mia mancanza di esperienza nel correre intorno al circuito cittadino. La mia inesperienza significava che dovevo ancora inchiodare le linee di gara, i punti di frenata perfetti e, naturalmente, capire la marcia ottimale per ogni curva, qualcosa che ha mostrato nelle mie prestazioni di prova e in seguito nelle qualifiche e nella gara. Questo non è stato aiutato dal fatto che si trattava di una gara bagnata e un set-up errato significava che la MBF 01 mancava di una velocità significativa nei rettilinei, il che significa che dovevo usare curve sconosciute come un modo per ottenere un solido punto in griglia e un risultato di gara. Alla fine, dopo un giro in cui non mi sentivo particolarmente a mio agio, il meglio che potevo fare è stato P8 in qualifica, con il compagno di squadra Jenson Button che è riuscito a superarmi con una partenza P7.

Entrando nella gara vera e propria un po' di fortuna mi è venuta di nuovo in mente, quando Carlos Sainz ha preso confidenza con le barriere e ha escluso la sua Ferrari, e allo stesso modo una sessione di qualifica orribile ha significato che George Russell della Mercedes stava partendo fino in P16 e non era una minaccia. Ma questo non ha cambiato il fatto che, a parte Button, avevo ancora Valterri Bottas da superare - cosa che ho trovato particolarmente difficile a causa dell'inesperienza con la pista e di una macchina scarsamente bilanciata - essere in grado di pensare anche solo a sfidare i top team.

Annuncio pubblicitario:

Dopo un incidente alla terzultima curva, Button si è trovato con danni alla sua macchina e ha dovuto pit, il che significa che ho potuto mettere gli occhi su Bottas per il resto della gara. Grazie all'uso intelligente dell'energia e ad alcuni momenti di frenata profonda particolarmente coraggiosi sono riuscito a catturare P5 prima che la bandiera a scacchi iniziasse a sventolare, ma è stato difficile vedere quel risultato come una vittoria, considerando tutte le carte che dovevano cadere al loro posto per assicurarsi che accadesse, e quando si tiene conto di Button che è arrivato morto per ultimo a causa di danni e un pit stop prolungato, il risultato è stato ancora più aspro.

F1 22

Ma Miami è stata detta e fatta ora e tutti gli occhi potevano essere puntati su un ritorno a una pista reale come era tempo per il GP di Spagna. L'MBF 01 si è immediatamente sentito più equilibrato e adatto alla pista qui e ha significato che le prove e le qualifiche sono andate abbastanza senza eventi. Dopo un giro abbastanza veloce, mi sono ritrovato a partire in P7, a causa dei top team impeccabili e tutti partiti davanti a me. Button è tornato ai vecchi trucchi e si è ritrovato in un P13 meno impressionante.

Salta alla gara vera e propria e le cose sono iniziate meno che favorevolmente. Una partenza lenta da parte mia ha fatto sì che Mick Schumacher della Haas mi saltasse quando le luci si spegnevano, il che significa che ho trascorso il resto della gara a inseguire il pilota tedesco e a cercare di superarlo. La Haas si è dimostrata troppo pignola sui rettilinei, il che significa che anche con l'aiuto del DRS non ho potuto migliorare ciò che Schumacher stava offrendo, e quindi ha concluso questa gara in fondo a un punto e in P8. Button è riuscito a recuperare alcune posizioni e ad arrivare in P10, ma tutto sommato, la Spagna ha finito per essere uno spettacolo piuttosto mediocre per MBF Racing.

Annuncio pubblicitario:
F1 22

Non sapevo che mediocre sarebbe stato un dono degli dei come Round 7: Monaco. Questa è stata di gran lunga la peggiore gara della stagione per me, per una moltitudine di motivi. Non solo la macchina era alle prese con la superficie irregolare della strada monegasca, ma un enorme acquazzone di pioggia significava che mi stavo qualificando con gomme completamente bagnate. Inutile dire che le curve dure e i confini stretti di Monaco significavano che un errore era destinato ad accadere ad un certo punto, ed è esattamente quello che è successo. Un blocco alla curva 8 ha significato che ho tagliato e perso completamente la gomma giusta contro la barriera, il che significa che stavo iniziando questa gara (notoriamente nota per essere impossibile da sorpassare) proprio in fondo alla griglia.

Tuttavia, la mia miseria monegasca non era ancora finita, poiché la gara reale ha portato più caos di quanto potessi immaginare. Un accumulo di otto auto prima della curva 6 al primo giro ha significato che ho dovuto strisciare attraverso tutti i tipi di rottami in fibra di carbonio per poter continuare i miei sforzi di gara. Sfortunatamente, questo relitto ha fatto un numero sui miei pneumatici e ha causato la foratura del mio diritto posteriore, il che significa che ho dovuto zoppicare ai box per sostituire la gomma. Questo è stato aggravato dal fatto che alcune delle auto coinvolte nell'incidente sembravano essere in grado di scendere meglio del previsto, e quindi tre auto dall'accumulo mi hanno superato mentre mi concentravo solo sul mantenere l'MBF 01 sulla strada.

Ma ahimè, ho preso una gomma sostitutiva e mi sono messo in viaggio, supponendo che l'enorme accumulo e il danno lasciato in pista fossero stati ripuliti nel momento in cui sono tornato sul punto di collisione. Mi sbagliavo. Un pezzo particolarmente brutto di fibra di carbonio è rimasto, e ha causato l'impensabile: un'altra foratura posteriore destra nel giro successivo. Dopo aver zoppicato di nuovo, ho ottenuto un terzo set di pneumatici e mi sono concentrato sull'essere più cauto per evitare il relitto in avanti.

L'accumulo ha significato che la mia partenza in P22 si è conclusa con un risultato in P17, dato che Kevin Magnussen, Lance Stroll, Sebastian Vettel, Pierre Gasly e Alexander Albon hanno dovuto ritirarsi, ma indipendentemente da ciò, la P17 è stata un risultato molto triste per me e il team. Fortunatamente, Button ha avuto un approccio migliore ed è riuscito ad assicurarsi un arrivo in P7, dando a MBF Racing alcuni punti per un Gran Premio altrimenti catastrofico.

F1 22

Mentre non c'è modo di sapere cosa riserverà il futuro per la squadra, non si può negare che se i top team non riescono a commettere errori, MBF Racing non è alla pari con il loro ritmo di gara e il potenziale di qualificazione. Almeno non ancora.

Testi correlati

0
F1 22 ·Score

F1 22 ·

RECENSIONE. Scritto da Daniel Andersen

La nuova stagione di Formula 1 è a buon punto, e ora abbiamo anche l'edizione annuale del videogioco ufficiale, F1 22.

0
Full Throttle: Ritorno alla realtà

Full Throttle: Ritorno alla realtà

ARTICOLO. Scritto da Ben Lyons

Collisioni, problemi meccanici e un gruppo guida impeccabile hanno significato uno spettacolo cupo in questa fase della carriera myTeam.



Caricamento del prossimo contenuto