Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
recensioni
Assassin's Creed Origins

Assassin's Creed Origins - La Maledizione dei Faraoni

I Re defunti risorgono a Tebe e daranno del filo da torcere a Bayek.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

L'ultimo DLC di Assassin's Creed Origins, un'espansione piuttosto grossa chiamata La Maledizione dei Faraoni, è una conclusione interessante che riesce a offrire una storia autosufficiente che si lega anche alla trama più ampia sia del gioco sia della serie. Aggiunge una nuova area ragionevolmente ampia da esplorare, in cui ci si affronta con i boss, nuove abilità e molte ore di intrattenimento.

Tebe e le sue terre circostanti hanno visto tempi migliori. Una maledizione affligge la zona, in cui faraoni morti da lungo tempo appaiono nel centro della città e scatenano il caos. Queste ombre sono potenti e appaiono solo per un breve periodo prima di tornare nell'aldilà, e Bayek viene inviato ad investigare in quanto sembrerebbe che un artefatto, simile a quello di Siwa, sia la causa di questa attività soprannaturale.

Non vi spoileremo ulteriormente la trama, ma ci sono alcuni personaggi memorabili che incontrerete nella vostra avventura e Bayek è diventato ancora più duro e più sarcastico. C'è anche una scena in cui lascia un ladro gravemente ferito (almeno a giudicare dal numero piuttosto impegnativo di sangue) a chiedersi se non otterrà aiuto dopo aver offerto a Bayek le informazioni di cui aveva bisogno.

Assassin's Creed OriginsAssassin's Creed Origins

Dall'altra parte del fiume, rispetto alla città di Tebe, si trova la Valle dei Re e, quando ci siamo avventurati per la prima volta, ci siamo emozionati nel vedere che c'erano quattro tombe. Avremo molte più cose da fare nella nostra attività secondaria preferita del gioco principale? Non proprio, ma forse quello che troviamo qui è addirittura meglio. Le quattro tombe di alcuni dei faraoni più leggendari, tra cui Nefertiti e Tutankhanum, offrono porte d'accesso ai loro reami regali nell'aldilà. Questi mondi fantastici offrono tesori da scoprire, scorpioni giganti (serqets) da abbattere, guardie anubi mummificate da sconfiggere e, infine, e soprattutto un grande faraone da sconfiggere in combattimento uno contro uno all'interno di una piccola arena, simile al mini-gioco dei gladiatori.

Questi combattimenti contro i boss sono più difficili della maggior parte di quelli che avete giocato fino ad ora in Assassin's Creed Origins, anche se alcuni sono più impegnativi di altri (Ramesses, diciamo proprio a te!). Questi vi richiedono di imparare i pattern di movimento e di usare spesso il pulsante schivata, perché rimanere intrappolato in una delle catene di attacco più lunghe dei faraoni potrebbe significare una fine immediata per Bayek. In definitiva, è diventato meno impegnativo dopo aver sbloccato un'abilità che reintegra le vostre frecce e i vostri oggetti nel tempo (solo quando siete nell'aldilà), permettendoci di usare le frecce da una distanza tale dariempire la nostra barra di adrenalina, caricarla per fare qualche danno adeguato (le frecce difficilmente infastidiscono questi boss), quindi schivare e ripetere il processo.

Assassin's Creed OriginsAssassin's Creed Origins

È interessante notare che questo approccio piuttosto paziente non vi aiuterà contro le ombre. Benché più deboli delle rappresentazioni dell'aldilà dei faraoni, appaiono solo a Tebe per circa un minuto, costringendovi a scegliere un approccio molto più aggressivo. In modo fastidioso, poiché accadono nel mondo aperto, a volte è capitato che le guardie o la fauna selvatica iniziassero ad attaccare Bayek durante questi incontri, peggiorando le cose (anche se questo ha funzionato anche per distrarre l'ombra).

Oltre ai faraoni, ci sono anche un paio di Phylake di livello 55 (cacciatori di taglie resistenti) da affrontare, ma dopo aver finito con le cose basate sull'arena, tutto diventa una passeggiata a cavallo usando il vostro arco predatore preferito. Questa è forse la nostra più grande critica che abbiamo da fare nei confronti di questa espansione, e che, anche se alcuni combattimenti sono impegnativi, è anche un po' irregolare per quanto concerne la sua difficoltà. Alcuni faraoni hanno richiesto più tentativi prima che riuscissimo ad ucciderli, anche tornare dal fabbro per aumentare di livello alcune armi, ma abbiamo anche abbattuto due dei faraoni al nostro primo tentativo con un piccolo problema. In un certo senso, potrebbe avere a che fare con il fatto che nel corso dell'espansione siamo stati costretti a sviluppare abilità reali piuttosto che usare lo stealth per sconfiggere i nemici, e quando questo non funziona, tirate fuori la vostra pesante lama e usate la forza bruta.

Potremmo dunque definirlo il Dark Souls degli Assassin's Creed, dunque? Forse sì, è la definizione che meglio gli si avvicina, ma livellare il vostro personaggio e le vostre armi dà un po' più di clemenza rispetto a ciò in cui potreste imbattervi nei titoli di From Software.

Le quattro rappresentazioni dell'aldilà sono tutte una bella pausa dalle solite ambientazioni cui Assassin's Creed Origins ci ha abituato. Tebe, Yebu e la Valle dei Re sono tutti belli, ma simili a ciò che abbiamo visto in precedenza. Il fatto che il Nilo percorra l'intera mappa è comunque una gran cosa, in quanto offriva molte attività basate sull'acqua.

Assassin's Creed OriginsAssassin's Creed Origins

È chiaro che questa espansione ha lo scopo di dare ai giocatori un'idea più profonda dell'antico Egitto, e ora stiamo parlando del vero antico Egitto, antico anche per le persone al momento del gioco. Ci saranno anche nuovi oggetti collezionabili, composto da tavolette che lette offrono alcuni suggerimenti, e l'inclusione di personaggi come Nefertiti e Ramesses sono naturalmente grandiose, anche se non c'è una vera interazione con questi leader storici oltre ad affrontarli in combattimento.

Sfortunatamente, abbiamo riscontrato alcuni problemi durante la riproduzione di La Maledizione dei Faraoni. Abbiamo avuto un paio di crash (su PS4 Pro) e alcune stranezze minori. In diverse occasioni, l'attacco overpower "è fallito" durante i combattimenti contro i boss. Non toglie molto all'esperienza complessiva, ma molto simile a Gli Occulti, questo DLC manca del livello di rifinitura trovato nel gioco principale. Si è verificato anche un glitch in cui una delle ombre si è bloccata poco dopo essere apparsa, permettendoci di effettuare un'uccisione molto facile.

Abbiamo davvero apprezzato l'offerta ricca di La Maledizione dei Faraoni e abbiamo trascorso più di una dozzina di ore (non abbiamo completamente completato la mappa) esplorando, combattendo e scoprendo di più sull'Egitto. Il vero punto forte del gioco è stato avventurarsi nell'ignoto dell'aldilà e la sfida che i faraoni offrono, ma non è impeccabile e speravamo che Ubisoft impiegasse un po' più di tempo per risolvere alcuni altri problemi che affliggono la release. Abbiamo anche sperato che ci fossero alcune tombe puzzle, anche se quello che si trova contenuto qui resta comunque eccellente.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
Assassin's Creed OriginsAssassin's Creed OriginsAssassin's Creed Origins
Assassin's Creed OriginsAssassin's Creed OriginsAssassin's Creed OriginsAssassin's Creed Origins
Assassin's Creed OriginsAssassin's Creed OriginsAssassin's Creed OriginsAssassin's Creed Origins
Assassin's Creed Origins
Assassin's Creed Origins
Assassin's Creed Origins
Assassin's Creed Origins
Assassin's Creed Origins
Assassin's Creed Origins
Assassin's Creed Origins
Assassin's Creed Origins
08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Offre una bella trama che amplierà la vostra conoscenza dell'Antico Egitto; Difficoltà aggiuntiva per ciò che concerne il combattimento, Una nuova area considerevole da esplorare, Fantasiose post-vita.
-
Il livello di difficoltà ci è apparso un po' irregolare; manca un certo livello di rifinitura.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

Caricamento del prossimo contenuto