Italiano
Gamereactor
recensioni
Assassin's Creed Origins

Assassin's Creed Origins

L'esperienza di Assassin's Creed definitiva e che i fan aspettavano da tempo.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Dopo il doppio flop di Assassin's Creed: Unity e Assassin's Creed: Syndicate, due giochi con problemi tecnici e di design importanti (soprattutto Unity), unito ad una certa stanchezza di cui il franchise ha un po' risentito in questi anni, Ubisoft aveva bisogno che Origins segnasse un trionfale ritorno per la serie Assassin's Creed. Ed è proprio quello che è. A causa dei cambiamenti strutturali, di molte nuove funzionalità e di una nuova direzione, la serie realizza finalmente il suo grande potenziale, un obiettivo cui si è avvicinato solo Assassin's Creed II.

Il successo di Origins non è da discernere dalla scelta dell'antico Egitto come impostazione storica. La storia si svolge nel 49 aC ed è in questo tipo di ambientazioni che Assassin's Creed dà il massimo, in particolare se si tiene in considerazione tutto ciò che l'Antico Egitto ha da offrire in termini di cultura, paesaggi, figure storiche e luoghi. Visitare Alessandria, ad esempio, completa dei suoi iconici biblioteca e faro, non è qualcosa che è facile trovare altrove con questo livello di dettaglio, quanto meno non così. In termini di gameplay, anche in questo contesto il gioco funziona molto ben, con spade, esche e archi.

Assassin's Creed Origins è un passo avanti importantissimo rispetto a qualsiasi altro gioco della serie e si concentra sulle origini della fratellanza degli Assassini. Il nostro protagonista è Bayek, un personaggio fittizio appositamente creato per il gioco, che è diventato ben presto il nostro secondo protagonista preferito nella serie, secondo solo ad Ezio Auditore. È un uomo di forte personalità, alimentato da emozioni forti, un carattere che mostra sia con una grande passione nei confronti di coloro che ama, sia infuriandosi contro coloro che odia. In un certo senso, Origins è anche una storia di vendetta, anche se alla fine diventa qualcosa di più grande.

Durante il nostro lungo viaggio in Egitto si incontrano personaggi innumerevoli, anche se la narrazione principale è focalizzata su un gruppo abbastanza contenuto. L'anima gemella di Bayek, Aya, è altrettanto forte e ispirata, ma il nostro eroe interagisce anche con figure storiche come Cleopatra. Ci sono alcuni eventi storici importanti che vengono ricreato qui, sebbene mescolati con la finzione inevitabile determinata dall'universo di Assassin's Creed. I Precursori e la loro potente tecnologia rappresentano anche qui una parte importane della storia, cosi come lo è il presente e l'Animus; ma non preoccupatevi, non lascerete l'Egitto per lunghi periodi di tempo.

Assassin's Creed Origins è spettacolare sotto molti punti di vista, ma nulla è altrettanto impressionante come il suo mondo di gioco. Questa è la mappa più grande che Ubisoft abbia mai creato per un gioco di Assassin's Creed, anche se si considerano Black Flag e il suo vasto oceano. Un bel pezzo della mappa comprende fiumi, laghi e deserti che vale la pena esplorare, in quanto nascondono tombe e piramidi, grotte e rovine sommerse. Ci sono anche grandi città come Alessandria e Menfi, così come diversi villaggi e città più piccoli.

Oltre ad essere una meraviglia tecnica e architettonica, il mondo di Assassin's Creed Origins è impressionante perché tutti gli elementi è come se avessero vita propria. Dagli innumerevoli cittadini che passeggiano per le città e le città che svolgono la loro attività, ad una grande varietà di animali (attenzione ai coccodrilli e agli ippopotami!), questo è un mondo organico che lavora oltre l'interazione o la presenza del giocatore. Troverete resti di battaglie che sono accadute prima del vostro passaggio, di abitanti dei villaggi attaccati dai coccodrilli, ai banditi che attraversavano i percorsi con le guardie, in modo organico, un aspetto che ci ricorda quanto fatto da Ubisoft con la serie Far Cry. Il mondo di Assassin's Creed Origins è un trionfo dell'architettura virtuale, dei cicli di intelligenza artificiale e dei sistemi dinamici, che lavorano insieme in modo sinergico.

Assassin's Creed OriginsAssassin's Creed Origins

Quando ha fatto promozione per Assassin's Creed Origins, Ubisoft ha chiarito che non sarebbe stato più un gioco action, ma un action/RPG. Il risultato è un gioco che sembra un incrocio tra The Witcher 3: Wild Hunt e Watch Dogs 2, con i caratteri tipici di Assassin's Creed. È un cambiamento profondo per la serie, su molti livelli. Strutturalmente, ad esempio, Origins è molto simile a The Witcher 3.

Ogni location ha diverse quest-line da seguire, con trame semplici o elaborate. Alcune di queste missioni sono piuttosto semplici, mentre altre sono più stratificate, come indagare su un omicidio che ci porta a caccia di un serial killer cultista per tutto l'Egitto, o accettare una missione di recupero di vagone perduto, finendo in una tomba sotterranea scoprendo la connessione tra i sacrifici umani, una dea arrabbiata e una città sepolta dalla sabbia. Ci sono molte missioni, e anche se il design delle missioni stesse è cruciale, ovviamente, non dovrebbe mai essere sottovalutato un contesto adeguato. Ci sono anche missioni investigative in cui si cercano degli indizi, in modo simile a quanto fa Geralt in The Witcher 3: Wild Hunt.

Un altro elemento che trasforma Assassin's Creed Origins in un RPG sono il livello di giocatori e nemici. Analogamente a Syndicate, il livello del giocatore rispetto all'avversario è un fattore massiccio, e se decidete di affrontare un personaggio di un livello diverso e più alto rispetto al vostro, preparatevi ad una morte certa. Completare le missioni è il modo più veloce per guadagnare esperienza e salire di livello, ma tutte le azioni hanno una loro importanza da questo punto di vista, come eliminare i comandanti del campo o trovare tesori nelle rovine.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
Assassin's Creed OriginsAssassin's Creed Origins

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Mentre si sale di livello, si ottengono punti abilità che potete spendere su uno dei tre alberi che determinano gli stili di gioco: accessori, combattimenti e stealth. Il combattimento consente l'utilizzo di tecniche come contrattacchi e attacchi caricati, mentre lo stealth migliora l'efficacia dell'arco tra altre azioni maggiormente stealth. Questi due alberi sono piuttosto semplici, mentre l'albero degli accessori offre ai giocatori alcuni nuovi giocattolini con cui divertirsi. Le bombe incendiarie, dardi velenosi, freccette con narcotici, cadaveri/trappola e persino l'opzione che vi aiuta ad addomesticare una bestia (chi non vuole camminare con un coccodrillo o un leone al proprio fianco?) sono tra le abilità che è possibile sbloccare.

Un'ulteriore aggiunta a questi elementi RPG è il nuovo sistema di saccheggio. Se state uccidendo i nemici o state esplorando le rovine, troverete innumerevoli armi da aggiungere al vostro arsenale. Ci sono diversi tipi di archi e armi a corto raggio, che soddisfano diversi contesti e stili diversi. Alcuni archi hanno un'ampiezza maggiore, mentre altri sparano contemporaneamente diverse frecce. In termini di armi a corto raggio, è possibile utilizzare spade e scudi, lancia e scudo, due spade e armi pesanti. Oltre ai vari tipi di armi e scudi, anche la loro qualità e rarità variano, tra comuni, rari e leggendari. Un'opzione che abbiamo apprezzato è la capacità di poter far salire il livello di un'arma al livello del giocatore, facendo visita ad un fabbro. In questo modo potete mantenere le armi preferite sempre pari al vostro livello, anche se il processo non è economico.

Il giocatore ha anche una serie di elementi che è possibile migliorare, come la lama nascosta, un'armatura di sicurezza da porre sul petto e la borsa degli accessori, tra gli altri oggetti simili. Questi oggetti non si trovano nei loot, ma occorre migliorarli spendendo risorse come legno, pelli e metallo. Per farlo dovrete cacciare parecchi animali, saccheggiare i carichi, o comprarli dai mercanti dopo aver sbloccato l'opzione nell'albero delle abilità. Poi ci sono anche i fatti che determinano l'aspetto di Bayek. Per quanto riguarda i vestiti, non aggiungono attributi al personaggio e hanno solo un puro scopo cosmetico. Ubisoft ha giustificato questa scelta come un modo per rendere unico il personaggio e non per influenzare la sua efficacia, non forzando il giocatore a sacrificare lo stile per gli attributi, come in tanti altri RPG.

Poi c'è il gameplay, anche questo soggetto a molte modifiche. L'arco e le frecce funzionano proprio come ci si aspetterebbe - si mira con il grilletto sinistro, si spara con il destro - ed è abbastanza soddisfacente ed efficace. Quando si tratta del sistema di combattimento in sé e per sé, il gioco si avvicina molto a Dark Souls. Si affronta un avversario, si difende con L1/LB, attacco leggero con R1/RB, attacco forte con R2/RT, parata con Cerchio/B e schiavata con Quadrato/ X. E' un sistema molto superiore a quelli che abbiamo visto negli ultimi giochi della serie, che erano mediocri, ma non è comunque perfetto.

La risposta non è così fluida come ci sarebbe piaciuto, e manca per esempio il pugno. Sebbene non sia perfetto, è soddisfacente e permette di combattere con grande intensità. In termini di stealth, è possibile prendere alle spalle, fischiare per attirare i nemici e utilizzare coperture per nascondersi. Lo stealth è nella sua forma migliore, mai visto così eccellente nella serie, e invadere un campo nemico, uccidendo il comandante e uscire senza essere visto è un'esperienza estremamente soddisfacente. Degne di nota anche le animazioni con la lama nascosta, notevolmente migliorata rispetto alle animazioni sciatte di AC: Syndicate.

Assassin's Creed OriginsAssassin's Creed Origins

Il parkour continua ad essere una parte fondamentale dell'esperienza, ed è stata comunque migliorata. Un grande cambiamento è dato dal fatto che non esiste ora un pulsante sprint. In base alla pressione sullo stick analogico sinistro, si determina la velocità massima del personaggio. Ciò significa che non si scavalcano più oggetti in modo involontario, come accaduto nei giochi precedenti. Dopo di che, X/A sale e salta, mentre cerchio/B ti permette di scendere in modo sicuro. È un mondo estremamente complesso in termini di architettura, ma anche con queste varianti, non ricordiamo una sola occasione in cui abbiamo fatto un salto nel posto sbagliato, cosa che non si può dire di giochi precedenti.

Considerando le dimensioni massicce della mappa, naturalmente avete bisogno di veicoli per muovervi. Avete cammelli o cavalli da cavalcare, anche con diversi gradi di qualità, e potete usare barche più piccole per navigare nei laghi e nel fiume. I due tipi di veicoli funzionano abbastanza bene, anche se i montabili continuano a provocare reazioni esagerate sui cittadini, che gridano e saltano anche quando si è a pochi metri di distanza.

Questa è la base dell'esperienza di gameplay, ma ci sono altri elementi e dettagli dinamici. Passare una freccia accanto a un fuoco la farà incendiare, e lo stesso vale per gli oli a terra. Se trascorrete un sacco di tempo nel deserto al sole, Bayek comincerà ad avere allucinazioni, con visioni di personaggi o creature (chi sa cosa potreste trovare se li seguite?). Potete anche partecipare alle corse dei carri e alle arene dei gladiatori, decifrare la posizione dei tesori con l'aiuto di papiri ed esplorare tombe e piramidi, tra le altre attività. Inoltre, ci sono alcune sorprese che non vogliamo spoilerarvi qui.

Tecnicamente, Assassin's Creed Origins è impressionante. Non ha nulla da invidiare ad altri giochi in termini di qualità grafica e grandezza, e il reparto sonoro è ottimo. Le performance degli attori sono eccezionali, specialmente per Bayek, e in termini di livelli di produzione, pochi giochi superano Assassin's Creed Origins. Se state pensando di utilizzare l'HDR, però, sappiate che il gioco non supporta questa funzione al momento, che sarà disponibile solo tramite un aggiornamento il 6 novembre. Oh, e c'è una modalità fotografica, che consente anche di visualizzare e valutare le foto di altri giocatori.

Assassin's Creed Origins è un gioco superbo su molti livelli, ma non è perfetto. A parte il combattimento, che non è così solido come avremmo voluto, ci sentiamo di criticare l'intelligenza artificiale. In alcune situazioni, siamo rimasti stupiti del comportamento bizzarro dei nostri avversari. Questi momenti hanno un po' rotto il senso di immersione, anche se non in una forma molto ricorrente.

Prima di finire, una parola sulla questione micro-transazioni. Sì, Assassin's Creed Origins presenta anche un negozio con oggetti che si possono acquistare con crediti Helix - punti di abilità, soldi in-game, armi, abiti, mount, mappe ... quasi tutto può essere acquistato con crediti, a loro volta acquistati soldi reali. Detto questo, abbiamo giocato Assassin's Creed Origins a difficoltà Difficile e non abbiamo mai sentito la necessità di investire in micro-transazioni.

Assassin's Cred Origins è un trionfo. Un trionfo per le persone e gli studi coinvolti nella sua produzione, e soprattutto un trionfo per coloro che hanno avuto il coraggio di posticipare il lancio di un anno. Il risultato non è solo il miglior Assassin's Creed mai visto, ma anche uno dei migliori giochi dell'anno. Bravo Assassin's Creed, e bentornato al top!

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
Assassin's Creed OriginsAssassin's Creed Origins
Assassin's Creed OriginsAssassin's Creed OriginsAssassin's Creed Origins
10 Gamereactor Italia
10 / 10
+
Uno dei mondi di giochi migliori mai creati; Gioco immenso sotto tutti i punti di vista; Plot interessante; Ottima la scelta del periodo storico; Un sacco di migliorie.
-
L'IA non è sempre brillante; Mancano i documenti che contestualizzano personaggi e luoghi.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.