Gamereactor Italia. Guarda i trailer più recenti dedicati ai videogiochi, ma anche le nostre ultime interviste dalle fiere e dalle convention più importanti del mondo. Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor
articoli
Final Fantasy VII: Remake

Battere il backlog: Final Fantasy VII: Remake

Lo straordinario RPG rifatto di Square Enix mi ha affascinato... per la maggior parte.

HQ

Questo è stato un grande per me, perché non sono mai stato particolarmente un fan dei giochi di ruolo d'azione giapponesi. Ho sempre trovato che l'esperienza di gioco generale è progettata in modo tale da essere contro-intuitiva e spesso frustrante, qualcosa che è piuttosto comune in Final Fantasy VII: Remake. Ma la mia mancanza di interesse per questi stili di giochi non ruota solo attorno al game design. No, è anche perché non ho mai veramente preso l'anime, il che significa che la natura del gameplay, le raffiche incessanti di oscillazione della spada, e le rappresentazioni dei suoi personaggi e il modo in cui interagiscono tra loro mi sono sempre sembrati eccessivi o scoraggianti. Tuttavia, da un po' di tempo volevo andare in giro a giocare a FFVII: Remake, per due motivi per l'esattezza. Il primo dei quali è la natura assolutamente sbalorditiva di questo videogioco e l'incredibilmente alta qualità con cui è stato prodotto. L'altro è che FFVII è spesso considerato come uno dei più grandi giochi di tutti i tempi, e questo è il mio modo di iniziare finalmente a sperimentarlo.

Così, ho deciso più di una settimana fa che il momento era finalmente arrivato, e ho deciso di completare questo gioco, qualcosa che non mi aspettavo avrebbe acceso un fuoco in me, e inoltre non pensavo che mi ci sarebbe voluto così tanto tempo per conquistare. Ma lo ha fatto, e sono contento che sia stato così, poiché per la maggior parte mi sono trovato completamente immerso e coinvolto da ciò che è stato servito. Quando ero al quarto o quinto capitolo, ero completamente affascinato dalla storia e dalla maggior parte del cast e dalle loro motivazioni. Non fraintendetemi, c'erano crepe in un'armatura altrimenti infallibile, crepe che hanno iniziato a diffondersi solo più lontano ho continuato il mio viaggio, ma considerando di entrare ho sinceramente pensato che avrei faticato ad innamorarmi di questo gioco, e mi aspettavo con tutto il cuore di perdere interesse dopo poche ore, dire che la mia impressione di questo gioco è positiva è una rivelazione molto sorprendente per me.

HQ

Fin dall'inizio, puoi vedere la brillantezza del motore che Square Enix ha creato per questo remake e cosa consente agli sviluppatori di fare. La grafica è quasi la migliore che abbia mai visto in un gioco, e il gameplay stesso (anche se su PS5) è fluido e fluido. Allo stesso modo, la narrazione è così ben pensata ed è stata arricchita in modo tale che la storia veramente complessa e bizzarra di FFVII non sembra complicata o travolgente. Dal punto di vista di un principiante o di qualcuno che non si è mai veramente preoccupato di Final Fantasy, il tempo necessario per esplorare ogni punto della trama è un design incredibilmente gradito.

Annuncio pubblicitario:

E questo si estende anche al combattimento e ai sistemi RPG, che sono gestiti in modo tale da sembrare accessibili e comprensibili. Considerando che molti grandi giochi di ruolo d'azione giapponesi, come i Soulslikes, sono progettati in modo tale da richiedere un blocco note o una laurea in gestione dell'inventario per poterli capire, la natura semplice ma profonda di FFVII: Remake è un altro enorme positivo per questo titolo. Aggiungi a questo il fatto che il combattimento è più di una semplice abilità e lancio di incantesimi (o meglio può essere a seconda di come ti piace giocare), e ottieni un gioco che è coinvolgente e accessibile.

Ma questo non vuol dire che non ho problemi con questo titolo. Vale a dire, per qualsiasi motivo, gli sviluppatori e i fan di lunga data devono assolutamente adorare essere distrutti in combattimento, nel senso che molti boss in particolare sono progettati per CC costantemente (controllo della folla) e ti lasciano con effetti di stato, che essenzialmente rendono impossibile giocare effettivamente al gioco. La maggior parte delle volte questo non influenzerà l'esito di un combattimento, poiché supponendo che tu usi correttamente i tuoi alleati e abilità, effetti scaglionanti, Materia e incantesimi, i boss dovrebbero essere più che battibili, ma passare la maggior parte di un combattimento a terra, o paralizzato, o addormentato, o congelato nel tempo, o buttato giù, o buttato indietro, o intrappolata, o come una rana abbastanza inutile (penso che tu capisca il mio punto) può essere frustrante a dir poco. Ho sempre avuto una mentalità quando si tratta di giochi con combattimenti frenetici come questo, e cioè che ogni volta che le mie mani possono essere tolte dal mio controller / mouse e tastiera è il tempo che dovrebbe essere riproposto per il gameplay. Quindi la natura veramente eccessiva dei sistemi di controllo della folla in FFVII: Remake è una delle mie più grandi frustrazioni.

Final Fantasy VII: RemakeFinal Fantasy VII: RemakeFinal Fantasy VII: Remake

Allo stesso modo, mentre la narrazione e la storia sono ben gestite per la maggior parte, non posso fare a meno di pensare che potrebbe fare con il taglio di un po 'di grasso in alcuni punti. Potrei non aver mai battuto FFVII da solo, ma sono più che consapevole della vera lunghezza di questo gioco e di quanto poco ffvii: Remake affronti. Stando così le cose, non posso fare a meno di pensare che alcune parti di questo titolo potrebbero essere tagliate o rimosse nella loro interezza. L'intero arco narrativo di Cloud e Aerith che cercano di diventare candidati per essere la prossima sposa di Don Corneo, e allo stesso modo l'intera lunga avventura di più capitoli che si svolge dopo la distruzione di Mako Reactor 5 quando Cloud è separato da Avalanche sono due esempi principali ai miei occhi. Anche se entrambi fossero semplicemente più brevi, l'intero FFVII: Remake sarebbe comunque lungo oltre 20 ore, quindi non è esattamente una perdita enorme.

Annuncio pubblicitario:

Ma ancora una volta, queste sono generalmente frustrazioni minori in un gioco che per la maggior parte è eccezionale. La storia, i personaggi, il combattimento, la progressione, lo stile artistico e il suono, è tutto incredibilmente ben fatto, e mi ha colpito in modi che non mi sarei mai aspettato. Ora che ho completato questo gioco, e il più conciso DLC Intermission per quella materia, Final Fantasy VII: Rebirth si è fatto strada nella mia lista dei giochi più attesi del 2023, e allo stesso modo, ora sono piuttosto interessato sia a Crisis Core: Final Fantasy Reunion entro la fine dell'anno, ma anche a Final Fantasy XVI in arrivo anche l'anno prossimo. Mi lascerà infatuato e sbalordito come FFVII: Remake? Beh, resta da vedere, ma sto iniziando a vedere la brillantezza della serie Final Fantasy? Indubbiamente.

HQ

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto