Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
esports
Overwatch

Blizzard "cala il martello" sui giocatori coreani di Overwatch

Un'importante stretta nei confronti di chi bara.

Blizzard ha annunciato sul forum coreano di Overwatch, per gentile concessione dell'utente di Reddit lomotos10, che sono stati apportati dei cambiamenti sugli account coreani di Overwatch a seguito di alcuni episodi di cheat avvenuti in alcuni internet café.

In sostanza, si scopre che questi non richiedono ai giocatori di possedere una copia del gioco per giocare, permettendo loro di creare account gratuiti non coreani, e quando ne viene bannato uno, è possibile crearne uno nuovo e continuare ad imbrogliare nel gioco, ma a quanto pare, dal 17 febbraio tutto questo cambierà.

Blizzard ha annunciato che d'ora in avanti sarà richiesto un account Battle.net coreano per accedere a Overwatch, e questo richiederà un numero di previdenza sociale. Sperano che questo basti a scoraggiare i giocatori ad imbrogliare, in quanto questo renderà molto più difficile configurare nuovi account una volta bannati. I giocatori che utilizzano account Battle.net stranieri dovranno inoltre acquistare una nuova licenza per Overwatch, e questo dovrebbe anche impedire ai giocatori in Corea di utilizzare account Nord-americani o europei per aggirare questo vincolo.

Al momento solo Overwatch si trova ad affrontare questo cambiamento ma anche Diablo 3 e StarCraft II saranno presto affetti da questo divieto. Questo sarà un deterrente efficace, o bisognerebbe fare di più?

Overwatch