LIVE

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Live broadcast
Pubblicità
logo hd live | PUBG Season 6
Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
recensioni
Brain Training del Dr. Kawashima per Nintendo Switch

Brain Training del Dr. Kawashima per Nintendo Switch

Torna un grande classico di Nintendo DS, pronto a rimettere in moto i nostri neuroni assopiti dalle feste di Natale.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

I videogiochi ci rendono più brillanti, più intelligenti e più veloci. Dal palco del TED 2012, la neuroscienziata Daphne Bavelier portò i risultati di una serie di ricerche condotte in laboratorio, dimostrando che i videogiochi - al contrario di quanto sostiene buona parte dell'opinione pubblica - sviluppano determinate aree del cervello non solo nei giocatori, ma anche nelle persone che iniziano ad "allenarsi" da zero con una routine quotidiana. I risultati dimostrarono miglioramenti importanti nella velocità in termini riflessi, vista più aguzza e tempi di risposta più efficaci, dimostrando, dunque, che un buon uso dei videogiochi permette di sviluppare determinate zone cerebrali, anziché depotenziarle come si è sempre creduto.

Ancor prima che la Bavelier e il suo team di lavoro portasse questi risultati, nel 2005 Nintendo lanciò per la prima volta sul mercato, sulla console portatile Nintendo DS, il suo Dr Kawashima's Brain Training: How Old Is Your Brain?, un titolo basato sui test ideati dal neuroscienziato Ryuta Kawashima per sviluppare la corteccia prefrontale del cervello. Attraverso una serie di esercizi aritmetici e prove mnemoniche, questo gioco divenne ben presto un must-have perché, unito alla versatilità della piattaforma, metteva a disposizione esercizi pensati praticamente per qualsiasi tipo di utenza. Scoprire la propria età cerebrale, mettersi alla prova ogni giorno era diventato l'obiettivo di molti - e non solo dei giovani, ma anche degli utenti più maturi, i quali magari non avevano mai trascorso troppo tempo con i videogiochi prima di allora - e questo decretò l'ottimo successo del software, al punto che ne derivò anche un sequel, More Brain Training del Dr. Kawashima, pubblicato nello stesso anno, e un porting per Wii U nel 2014.

Brain Training del Dr. Kawashima per Nintendo Switch

Con un'attenzione sempre più attiva alla filosofia del mens sana in corpore sano, Nintendo ha deciso che i tempi fossero abbastanza maturi per portare il Dr. Kawashima e i suoi esercizi anche sulla sua ultima console, Switch, con Brain Training del Dr. Kawashima per Nintendo Switch. E nonostante la formula di base sia rimasta sostanzialmente invariata, ci sono comunque importanti novità che distinguono questa versione rispetto al gioco pubblicato oramai quasi 15 anni fa (!), a partire dall'uso innovativo che viene fatto dei controlli a infrarossi dei Joy-Con. Ma partiamo con ordine: cosa include il pacchetto? Oltre al software del gioco, la copia fisica del gioco prevede anche l'inclusione di un elegante stilo con cui eseguire in modo preciso i calcoli e le richieste fatte dal nostro buon vecchio dottore.

E qui ci sentiamo di fare la prima critica: nonostante l'accessorio funzioni molto bene all'80%, ci siamo spesso imbattuti in errori involontari, soprattutto nel mini-gioco di calcolo, perché il touchscreen non riconosceva il numero corretto, nonostante fosse scritto nel modo giusto. Questo comporta spesso non solo un errore nella scrittura del numero esatto, ma anche a perdere preziosi secondi a scrivere e riscrivere il risultato affinché il gioco lo riconosca. E a quanto pare la colpa non è solo nostra e della nostra calligrafia orribile, ma è accaduto anche ad un giocatore con cui abbiamo condiviso le nostre sessioni di gioco in multiplayer - di cui parleremo tra poco - durante i suoi test singoli.

Prima di iniziare a fare calcoli e ad allenare la memoria, Brain Training del Dr. Kawashima per Nintendo Switch invita l'utente a fare un test dell'età cerebrale per comprendere qual è lo status della sua corteccia prefrontale. Vengono forniti tre diversi enigmi, come di consueto, e in base alla velocità di risposta, di errori fatti e capacità mnemoniche, viene così formulato il verdetto. E nel nostro caso, complici le vacanze di Natale e totale relax, il risultato è stato piuttosto deludente (spoiler: 71 anni!).

Brain Training del Dr. Kawashima per Nintendo Switch

Una volta eseguito il test, esattamente come nei giochi precedenti, abbiamo accesso ad una serie di mini-giochi - dal calcolo aritmetico alla lettura veloce fino alla musica - volti a migliorarci, per un totale di 13, che tuttavia vengono sbloccati un po' alla volta. Al contrario del gioco per Nintendo DS, infatti, il Dr. Kawashima non permette di sbloccare i mini-giochi tutti in una volta, ma "obbliga" ad una certa costanza quotidiana, un impegno che viene ripagato alla lunga da una routine di pochi minuti al giorno, in cui sono evidenti i miglioramenti sin dai primi giorni. Tornano alcuni grandi classici del gioco originale, rivisitati in chiave Switch, come Calcolo Digitale, in cui useremo la funzione IR per dare le risposte, e più precisamente la nostra mano. Allo stesso modo funziona anche Morra Cinese, che è probabilmente uno degli esercizi che abbiamo più consumato nelle nostre sessioni di gioco.

Altra grande novità è l'aggiunta della modalità multiplayer, che permette a due giocatori dotati di un controller Joy-Con ciascuno di sfidarsi in varie prove di abilità. Oltre al già citato Calcolo Digitale, c'è anche l'allenamento sfida come Contauccelli, Contacubi e Alzabandiere in cui, però, vengono sfruttati i controlli di movimento e i Joy-Con come pulsantiere per rispondere. Le sfide non sono tantissime, ma è sempre molto divertente mettersi alla prova in compagnia di un amico, soprattutto quando i punteggi personali diventano un valido motivo per entrare in competizione.

Brain Training del Dr. Kawashima per Nintendo Switch

In linea di massima, l'esperienza di Brain Training del Dr. Kawashima per Nintendo Switch conferma le sue già ottime premesse, a cui si aggiungono anche piccoli mini-giochi come Sterminavirus che sono sempre un piacevole passatempo tra un esercizio e l'altro, ma è un prodotto che ha comunque qualche problema. E non parliamo dei suoi contenuti, ma della sua usabilità. Oltre al problema di rilevamento della calligrafia che spesso induce ad errori involontari, un'altra grande pecca di Brain Training è il fatto che non può essere giocato in modo completo da chi possiede una Nintendo Switch Lite. Infatti, il gioco non è stato ottimizzato per questa versione, in quanto i Joy-Con sono integrati alla scocca e dunque non possono essere sfilati per poter giocare in due. È vero, è pur sempre possibile giocare collegando due Joy-Con esterni, ma questa è una mancanza importante, oltre al fatto che la nuova funzionalità IR non è nativa in questa versione.

Questo non impedisce di riuscire a giocare comunque a questo titolo, ma è un peccato che il suo potenziale non venga sfruttato appieno anche dagli utenti Lite. Al netto di queste problematiche, comunque, Brain Training del Dr. Kawashima per Nintendo Switch si conferma un buon software educativo, stimolante, accattivante, che spinge ad usare i videogiochi anche in modo più consapevole. Ci saremmo aspettati qualcosa di più dal suo passaggio a Nintendo Switch, magari qualche gioco nuovo in più, ma nonostante questo, resta un buon esercizio per la mente con cui tenersi sempre giovani a livello cerebrale. Sarà interessante capire quanto valore aggiunto darà la presenza di una modalità non ancora attiva al momento della stesura, Campionato Mondiale di Brain Training, che dovrebbe essere un ulteriore stimolo per tornare a giocare a cadenza quotidiana.

Brain Training del Dr. Kawashima per Nintendo Switch
07 Gamereactor Italia
7 / 10
+
Resta un grande classico da avere; Stimolante; Divertente da giocare insieme, Stilo incluso nella confezione.
-
A volte il gioco non riconosce la tua calligrafia, inducendoti in errore; per giocare su Switch Lite sono necessari due Joy-Con esterni; Avremmo gradiro qualche gioco in più.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto