Italiano
Gamereactor
recensioni
Brothers: A Tale of Two Sons Remake

Brothers: A Tale of Two Sons Remake

Lo straziante gioco d'avventura del 2013 è tornato ed è più bello che mai in questo sorprendente e rispettoso remake.

HQ

Josef Fares è diventato un po' un'icona per il settore dei giochi in seguito al grande successo di critica che It Takes Two ha ottenuto. L'avventura cooperativa ha lasciato a bocca aperta molti, ma per molti aspetti è stato un titolo che ha richiesto quasi un decennio di lavoro, con Fares che ha mostrato il suo talento creativo già nel 2013, quando lo straziante Brothers: A Tale of Two Sons ha fatto il suo arrivo. Nell'anno 2024, quel gioco d'avventura farà il suo ritorno come esperienza rifatta con una grafica moderna e sorprendente e alcuni extra aggiuntivi per l'avvio.

Ma prima di entrare nel merito di cosa sono questi miglioramenti moderni e di come migliorano o influenzano Brothers: A Tale of Two Sons, lasciatemi iniziare dicendo che gli elementi che sono stati preservati reggono ancora incredibilmente bene. La storia è allo stesso tempo affascinante e straziante, i sistemi di gioco ingegnosi e unici, il design dei livelli e le ambientazioni sbalorditive e sconcertanti, e le opportunità di esplorazione aggiunte sono una delizia che porta fascino e cuore a una trama di solito molto, molto tragica. Indipendentemente da come i nuovi miglioramenti e funzionalità influiscano sull'esperienza effettiva di Brothers, se non hai mai avuto la possibilità di giocare a questo gioco, questo remake è una grande opportunità per fare esattamente questo, e ti consiglio di farlo poiché la sua breve durata significa che puoi navigare attraverso il gioco in solo un paio d'ore.

HQ

Ma comunque, i nuovi elementi. In prima linea ci sono i miglioramenti visivi e delle prestazioni. Tutto quello che devi fare è guardare un trailer per vedere che Brothers: A Tale of Two Sons Remake è una delizia grafica. È sbalorditivo e bello praticamente ad ogni turno, ed è chiaro che la decisione di rifare questo gioco e non semplicemente rimasterizzarlo è stata una scelta molto saggia da parte della troupe di Avantgarden. I livelli sono più vivaci e realistici che mai, i colori sono più profondi e vibranti, i personaggi sono più facili da connettere e, man mano che si procede con i capitoli, ci si innamora sempre di più del mondo grazie alla sua fantastica grafica. Per quanto riguarda le prestazioni, su PS5 di solito sono molto buone, ma ho notato alcuni cali di frame rate qua e là, e ho anche affrontato alcuni bug occasionali in cui durante il platform sono riuscito a far rimanere i personaggi bloccati in posti in cui non dovrebbero essere, portandomi a dover uscire dal menu principale o ricominciare dal checkpoint più vicino.

Annuncio pubblicitario:

Guardando invece al gameplay, è qui che trovo Brothers: A Tale of Two Sons Remake molto più conflittuale. Per essere chiari, il design degli enigmi e gli elementi platform sono tutti molto ben gestiti e realizzati, piuttosto è lo schema di controllo effettivo che è più difficile da apprezzare. Dal momento che questo remake offre la possibilità di giocare in cooperativa su controller separati fin dall'inizio, c'è da chiedersi perché praticamente ogni meccanica del gioco sia offerta su una levetta analogica e un grilletto, e perché gli sviluppatori non abbiano cercato di inserire alcuni pulsanti aggiuntivi per alleviare la strana sensazione di usare lo stesso grilletto sia per aggrapparsi a una sporgenza che per saltare su un'altra sporgenza allo stesso tempo. a titolo di esempio. Allo stesso modo, la natura di controllare due personaggi contemporaneamente usando levette separate è una cosa piuttosto sbalorditiva da completare, e per gli elementi per giocatore singolo, personalmente non mi sarebbe dispiaciuto un modo per essere semplicemente in grado di passare da un personaggio all'altro quando necessario e avere il personaggio inutilizzato che segue automaticamente altrimenti. Sarebbe un miglioramento che renderebbe semplicemente il gioco meno fastidioso da controllare a volte.

Brothers: A Tale of Two Sons RemakeBrothers: A Tale of Two Sons Remake
Brothers: A Tale of Two Sons RemakeBrothers: A Tale of Two Sons Remake

Dato che si tratta di un gioco molto breve con un design molto lineare, non c'è molto altro che è stato modificato. Si dice che gli NPC e i nemici siano stati migliorati con reazioni migliori e più impegnative, ma personalmente non ho notato molta differenza qui. Anche la colonna sonora è stata ri-registrata con un'orchestra dal vivo, e anche se non nego che la musica e l'atmosfera del gioco sono eccellenti, non fa una grande impressione come il miglioramento grafico.

Annuncio pubblicitario:

Quindi, quando lo riduci, la cosa principale da prendere dal Brothers: A Tale of Two Sons Remake è che questa è ancora una grande esperienza di avventura, tranne per il fatto che ora utilizza una grafica che si addice al suo gameplay divertente. Questo è un remake che è il più puro possibile per il termine, non sta facendo molto per differire dal prodotto originale, o anche aggiungere molto su cui vale la pena insistere oltre ai suoi miglioramenti visivi e prestazionali. Se non hai mai giocato a questo gioco prima, ti suggerirei di prendere questo titolo perché la storia è fantastica anche se molto triste, ma se hai già giocato al gioco originale, non ci sono troppi motivi per doverlo tornare qui.

08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Gli elementi conservati sono ancora fantastici. La grafica è sbalorditiva e un vero punto culminante. Colonna sonora incredibile.
-
I controlli sono ancora un po' incostanti. Qualche intoppo in termini di prestazioni.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto