Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor
news
Destiny

Bungie parla della separazione con Activision

Il publisher non è quella sorta di signore del male che i fan pensano.

HQ

Tra gli eventi più importanti dell'anno all'interno dell'industria videoludica c'è sicuramente la separazione tra Bungie e Activision, la quale ha portato molti fan a speculare sui motivi che hanno portato ad essa. Molte delle ipotesi formulate davano sostanzialmente la colpa ad Activision, la quale avrebbe spinto lo sviluppatore di Destiny a implementare tutta una serie meccanismi finalizzati al guadagno, come le microtransazioni, opprimendo in questo modo la libertà creativa dello studio.

In un'intervista con Eurogamer tuttavia, la stessa Bungie ha fatto luce sulla questione. Lo sviluppatore David 'DeeJ' Dague ha dichiarato:

"Ritengo sia il caso di chiarire il fatto che Activision non è una sorta di entità malvagia che ci impediva di realizzare cose incredibili. Abbiamo lanciato questa serie con Activision, ma nel corso del tempo ci siamo resi conto che avevamo degli obiettivi diversi per il futuro gioco, quindi entrambi siamo andati per le nostre strade. Adesso stiamo realizzando il gioco completamente da soli, stiamo facendo ciò che pensiamo sia necessario fare per renderlo incredibile".

Successivamente ha dichiarato, rispondendo a una domanda sulla perdita dello studio di High Moon e Vicarious Visions:

"Ci stiamo impegnando molto nel realizzare tutti i progetti a cui stiamo lavorando - Solstice of Heroes è nostro, Moments of Triumph, Shadowkeep, Season of the Undying e altre tre stagioni dopo questa... Non c'è nient'altro da dire se non che adesso siamo da soli e che il futuro di Destiny dipenderà unicamente dalle nostre azioni."

Destiny

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto