Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
preview
Call of Duty: Mobile

Call of Duty: Mobile - Provato all'E3 2019

La popolare serie shooter si appresta a debuttare anche su mobile e noi lo abbiamo provato all'E3.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Call of Duty non è in realtà un franchise che solitamente si associa alla piattaforma mobile. In un mondo in cui i giochi FPS su PC sono considerati migliori, Call of Duty è stato un baluardo per i giocatori console, al punto che persino la scena eSport ha optato per il controller rispetto a mouse e tastiera. È la crème de la crème dei sostenitori console, potremmo dire, ma ora la serie si prepara a conquistare nuovi orizzonti (e piattaforme) con Call of Duty: Mobile.

Abbiamo avuto la possibilità di provare questa nuova iterazione de franchise durante l'E3 della scorsa settimana (e i dispositivi su cui abbiamo giocato erano iPhone 7, Samsung S10 + e telefoni Pixel 3, con cross-play tra gli ecosistemi), e senza dubbio è un Call of Duty a tutti gli effetti. Gli sviluppatori presenti allo stand durante la nostra prova hanno chiarito che questo titolo recupererà alcune delle migliori caratteristiche dei marchi Modern Warfare e Black Ops per poi metterli in formato mobile, che non sarete sorpresi di scoprire che presenta le mappe Nuketown e Hijacked.

C'è una cosa che vale la pena chiarire, ossia che la transizione da console a dispositivo mobile non è fluida, ma esattamente come accade in qualsiasi passaggio da console a dispositivo mobile. Passare dal controller al touchscreen è sempre complesso, e questo ha molte delle stesse caratteristiche di altri titoli nello spazio, il che significa che si tocca un pulsante per sparare e un altro per attivare i mirini (ADS), mentre il movimento è assegnato ad uno stick sullo schermo e la visuale si regola trascinando un dito sullo schermo.

Ci hanno anche dato due diverse opzioni per quanto concerne il comparto shooting. Il primo è stato sponsorizzato come quello per principianti, dove si spara ogni volta che qualcuno è nel tuo campo visivo (in realtà abbiamo trovato questo più difficile dal momento che non potevamo dettare la velocità di fuoco o esattamente quando sparare) o uno manuale, per quelli a cui piace avere un po' più di controllo. Si spera che queste due opzioni rendano il salto un po' meno spaventoso per i neofiti, almeno.

Call of Duty: MobileCall of Duty: Mobile

Mentre giocavamo, tutto ci sembrava familiare, il che è un ottimo segno. Giocare con Nuketown e Hijacked era proprio come lo ricordavamo, con le stesse tattiche che uscivano alla ribalta ancora una volta, e visto che il gioco gira a 60 FPS senza cali di framerate dobbiamo ammettere che è tutt'altro che un port scadente. Detto questo, abbiamo trovato difficile usare i diversi controlli sullo schermo contemporaneamente, soprattutto quando ci sono le tab sul fondo e altri elementi dell'interfaccia utente. Non possiamo dire con certezza come andrà nel lungo periodo, ma quelli che arrivano direttamente dalla console ci metteranno un po' ad adattarsi.

Se ti piacciono i classici multiplayer di Call of Duty, sarai contento di sapere che ci sono tutte le modalità principali, compresi i clan dal day one, la chat vocale, un sistema ping, i cosmetici e le classifiche, tutte cose che ci aspettiamo dal franchise veterano.

Per quanto concerne la modalità battle royale, che è stata introdotta per la prima volta con Black Ops 4 del 2018, aspettiamocela anche qui, e la mappa in cui giocheremo è in realtà composta da varie location di tutto il franchise. Qui, tuttavia, ci saranno diverse classi come il Ninja con il suo rampino, un altro con droni EMP, uno con copertura dispiegabile e un clown con un robot che genera zombi.

Puoi giocare da solo, in coppia o in squadra, e c'è anche la scelta tra la terza persona e la prima persona, il che è interessante considerando che Call of Duty è noto per la sua azione FPS. Presumibilmente, questo è stato fatto per allinearsi con la concorrenza, come Fortnite e PUBG, e i giocatori saranno abbinati ad altri che hanno scelto la stessa prospettiva.

Ci vengono promesse ulteriori "sorprese" per quanto riguarda la mappa battle royale, dal momento che non ne abbiamo visto molte, e ci sono altre caratteristiche come raccogliere automaticamente il bottino migliore quando lo si incontra, il che significa meno tempo da perdere nei menu. Abbiamo anche visto un'icona per qualcosa che quasi sicuramente era Zombies nel menu principale, ma Activision non ha voluto confermarlo.

Può essere l'affermazione più ovvia, ma Call of Duty: Mobile è praticamente Call of Duty per i dispositivi mobile, ma è vero, perché ha esattamente lo stesso fluido gameplay, le stesse meccaniche, lo stesso formato e le stesse mappe che conosciamo da quando la serie è diventata un grande successo oltre 10 anni fa. Call of Duty: Mobile sembra una buona trasposizione dello sparatutto in formato mobile, ma potrebbe non essere abbastanza da convincere quelli che non hanno voglia di giocare ad un FPS così intenso con i pollici.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
Call of Duty: MobileCall of Duty: MobileCall of Duty: Mobile

Testi correlati

Call of Duty: MobileScore

Call of Duty: Mobile

RECENSIONE. Scritto da Petter Hegevall

Il celebre franchise FPS arriva su mobile e offre un adattamento fedele della serie che tanto amiamo e consumiamo ogni anno.

Call of Duty: Mobile arriva il 1° ottobre

Call of Duty: Mobile arriva il 1° ottobre

NEWS. Scritto da Sam Bishop

Activision ha annunciato che Call of Duty: Mobile sarà disponibile a partire dal 1° ottobre, data in cui il gioco sarà ufficialmente disponibile in forma gratuita. Per...



Caricamento del prossimo contenuto