Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
recensioni
Daemon X Machina

Daemon X Machina

Siamo saliti a bordo del nostro mech per fare un giro, e anche se c'è molta varietà e profondità, la ripetitività rischia di mettere un freno alle cose.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Daemon X Machina è stato l'annuncio shock dello show E3 di Nintendo 2018. Era esplosivo, presentava mech giganti ed era tutto avvolto in uno stile artistico deliziosamente cel-shading. Abbiamo provato lo sparatutto in terza persona alla Gamescom quest'anno e le nostre impressioni iniziali sono state piuttosto positive, ma finalmente abbiamo avuto la possibilità di approfondire la versione completa.

L'atmosfera è desolante in quanto da un satellite vediamo la luna sbriciolarsi, mentre la Terra viene colpita dai detriti (c'è un video prequel in stile anime piuttosto interessante che ti consigliamo di guardare quanto meno per avere maggior contesto, nonostante, lo diciamo, è solo in giapponese). Entriamo quindi nei panni del nostro protagonista completamente personalizzabile, che è un mercenario principiante incaricato di eliminare l'IA corrotta che ha portato ad una guerra contro l'umanità in seguito all'evento traumatico a cui abbiamo assistito in precedenza. Dato che il nostro protagonista è un tipo silenzioso - e con molte interazioni che avvengono tramite caselle di testo statiche - la nostra attenzione è spesso calata e il nostro dito era sempre pronto a schiacciare il tasto "Salta".

Le missioni all'interno di Daemon X Machina sono divise in due categorie, offrono missioni e missioni libere, in cui le prime fanno progredire la storia, mentre le seconde offrono l'opportunità di guadagnare qualche soldo extra e bottino. Le missioni in genere ruotano attorno agli stessi obiettivi fondamentali, in cui dovrai distruggere ondate di intelligenza artificiale, svolgere indagini o proteggere un determinato alleato. Per noi queste missioni sono diventate rapidamente noiose e nemmeno un buon arsenale è riuscito ad alleviare il tedio che abbiamo iniziato a provare. Esistono occasionali eccezioni a questo, come il pilotaggio di immortali colossali, ma questi momenti sono pochi e lontani tra loro.

Daemon X Machina

Pilotare il tuo mech è semplice, poiché basta semplicemente premere il pulsante B per lanciarti in aria mentre il volo qui è illimitato, quindi non dovrai atterrare per ricaricare la tua resistenza. Puoi potenziare temporaneamente con il pulsante R e i pulsanti delle spalle rappresentano armi diverse che equipaggerai nell'hangar prima di lanciarti. Il combattimento introduce un bel senso di verticalità, poiché i carri armati ti attaccheranno nel pattugliamento a terra e minacce aeree come elicotteri e droni ti daranno parecchio fastidio in aria. Ciò di cui non potevamo avere un'idea, tuttavia, era il fatto che il nostro mech non poteva stare comodamente con i piedi piantati saldamente a terra, ma si è trovato a scivolare in giro come se camminassimo su una lastra di ghiaccio.

All'interno dell'hangar puoi personalizzare il load del tuo mech, equipaggiando diverse armature e armi che hai saccheggiato dai rivali caduti. Puoi avere due armi principali equipaggiate alla volta, oltre a quelle a spalla e ausiliarie, tra cui spade, bazooka, fucili da caccia e fucili d'assalto. C'è un'oscena quantità di equipaggiamenti e tutto ciò può essere provato all'interno di un'area di allenamento, nota come campo di prova (abbastanza stranamente), dove puoi sparare ai manichini AI e misurare la distanza e l'impatto dei tuoi colpi. Puoi anche salvare fino a 10 loadout personalizzati, il che è utile se come noi desideri cambiare le cose frequentemente.

Daemon X MachinaDaemon X Machina

Il tuo protagonista di pilotaggio ha anche un albero simile a un gioco di ruolo e può uscire dal mech in qualsiasi momento della battaglia per piazzare trappole o mettere a segno potenti colpi con il proprio drone. Nel laboratorio ci sono tre diversi alberi delle abilità (testa, parte superiore del corpo e parte inferiore del corpo) che puoi scegliere di far progredire attraverso il tuo personaggio con i soldi che hai accumulato completando le missioni. La cosa interessante di questi aggiornamenti è che modificano il tuo aspetto e ti danno buff, ma fai attenzione, poiché è possibile selezionare solo un'abilità per ogni linea dell'albero e può essere costoso ripristinarla. Una delle abilità in cui abbiamo investito, ad esempio, ci ha permesso di scalare altezze maggiori con un doppio salto aggiungendo un paio di eliche alle nostre gambe.

Con un sorprendente stile visivo cel-shading e Kenichiro Tsukuda della serie Armored Core al timone, immaginavamo che Daemon X Machina sarebbe stato un solido ritorno alle origini per il genere degli sparatutto mech, un tempo amato, ma purtroppo le cose qui non sono all'altezza delle nostre aspettative. Le missioni si sono rivelate noiose a causa di obiettivi ripetitivi e abbiamo fatto fatica a sentirci coinvolti dalla storia a causa del nostro protagonista quasi morto e di una dipendenza eccessiva dalle caselle di testo. Tuttavia, la personalizzazione è molto profonda e ci sono un sacco di armi e statistiche diverse che puoi modificare nell'albero delle abilità del tuo pilota, ma è un peccato che non ci sia nulla di appagante da fare con tutto questo a nostra disposizione.

Dobbiamo ancora giocare in multiplayer con la versione pre-release, ma aggiorneremo presto questa recensione con le nostre impressioni.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
Daemon X Machina
06 Gamereactor Italia
6 / 10
+
Grafica accattivante e colonna sonora alt-rock, la personalizzazione è profonda per mech e piloti, multiplayer locale e online.
-
Non siamo riusciti a farci coinvolgere dalla trama, le missioni sono ripetitive.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

Daemon X MachinaScore

Daemon X Machina

RECENSIONE. Scritto da Kieran Harris

Siamo saliti a bordo del nostro mech per fare un giro, e anche se c'è molta varietà e profondità, la ripetitività rischia di mettere un freno alle cose.

Caricamento del prossimo contenuto