Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
recensioni
Darkest Dungeon

Darkest Dungeon

Un eccellente dungeon crawler, tuttavia attanagliato da problemi tecnici nella sua versione PS4.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Un attacco di cuore non è mai una buona cosa, non importa dove ha luogo. In Darkest Dungeon, il dungeon crawler appena pubblicato (su PlayStation 4, perché su PC è già disponibile dall'inizio di quest'anno), gli attacchi di cuore e altre ingiurie legate allo stress sono all'ordine del giorno e spesso mortali, ma non rappresentano l'unica cosa a cui bisogna stare attenti in questo sinistro e coinvolgente ibrido tra roguelike e RPG tattico.

Certo, gli attacchi di cuore sono senza dubbio la parte più frustrante del gioco, e la nostra principale critica all'altrimenti bellissimo titolo di Red Hook Studios sta nella frequenza con cui i nostri personaggi sono morti durante un combattimento a causa di un cuore malandato. Succede perché lo stress è una meccanica tangibile che influisce sulla salute mentale e fisica del nostro party mentre attraversano questi corridoi oscuri alla ricerca di un tesoro. Nel complesso si tratta di un sistema interessante, ma fa arrabbiare non poco quando personaggi ragionevolmente sani subiscono attacchi di cuore letali durante quei combattimenti che ci vedevano largamente vincitori, e spesso questi momenti (almeno per quanto riguarda la nostra esperienza) sono stati almeno un paio (o più), e qui abbiamo assistito a scene in cui un party ben organizzato è stato completamente annientato semplicemente perché ha raggiunto un punto di non ritorno.

Siamo perfettamente consapevoli del fatto che il gioco sia tosto e spietato, ma a volte il risultato non sempre si sposa bene con l'azione giocata sullo schermo, e quando i sistemi si scontrano con la storia può portare ad una disconnessione frustrante. Ciò significa che a volte siamo lasciati con l'amaro in bocca dopo aver gustato ciò che è, sotto tutti gli altri aspetti, una deliziosa miscela di ingredienti. Tuttavia, è impossibile tergiversare su questo aspetto, che potrebbe creare non pochi problemi ai giocatori.

Sotto tutti gli altri punti di vista, Darkest Dungeon è fantastico, grazie ad una grafica 2D spettacolare e alcuni affascinanti e accattivanti design di personaggi e nemici. Voi e il vostro party avanzate in questo dungeon sudicio e in alcune sezioni sarete impegnati in combattimenti contro gruppi di nemici di dimensioni simili. È un'esperienza che senza dubbio trasuda atmosfera: durante i combattimenti, vengono sferrati attacchi ovunque e perfino l'illuminazione (o la sua mancanza) è inquietante. Insomma, ogni escursione all'interno dei dungeon è incredibilmente inquietante, permettendo a Darkest Dungeon di essere un gioco meravigliosamente sinistro e traboccante di una personalità macabra.

La morte è abbastanza comune e non è raro perdere uno o due (ma anche tre o quattro) membri del vostro party durante una determinata missione. Bisogna a quel punto reclutare nuovi avventurieri e poi scegliere quelli che andranno a compiere saccheggi. Ognuno ha un diverso set di qualità, e ognuno ha un ruolo specifico in cui sono più abili. Anche i personaggi che sembrano simili possono essere stravolti e date le diverse abilità che acquisteranno nel corso del tempo, ci sono molte classi davvero affascinanti (la nostra preferita resta quella che può trasformarsi in un lupo mannaro). I membri del party camminano fianco a fianco mentre si muovono lungo i sotterranei e rimangono in linea quando inizia la battaglia.

Darkest DungeonDarkest Dungeon

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Il combattimento è a turni, dove le due fazioni scagliano attacchi da ciascun lato. Ogni personaggio ha accesso a quattro diversi attacchi speciali o potenziamenti che possono essere usati solo durante la battaglia (ci sono altre abilità che invece si possono utilizzare quando si è accampati a metà missione, ma questo accade molto meno frequentemente rispetto ai combattimenti, quindi non ci soffermiamo a lungo su questo aspetto, se non per dire che queste abilità possono alleviare lo stress provato dal vostro party). Il combattimento è profondamente tattico, in cui bisogna prendere decisioni su chi della squadra nemica colpire per primo, quali attacchi utilizzare, e non appena le vostre barre di salute iniziano a venir meno, chi del vostro team conviene guarire. Nonostante la morte indotta dallo stress (e in un modo un po' masochista, forse proprio per questo) abbiamo trovato il combattimento estremamente soddisfacente, e facilmente vi perderete ore nei sotterranei alla ricerca del tesoro.

Ci sono anche un sacco di statistiche da tenere in considerazione, e se siete appassionati di numeri, allora apprezzerete il livello di complessità presente nel combattimento, in quanto analizzare la situazione e giocare le proprie carte in modo intelligente può fare la differenza tangibile, ed è ancor più impressionante perché questa parte del gioco sembra abbastanza semplice a prima vista. Al contrario, il numero delle diverse statistiche da prendere in considerazione potrebbe risultare un po' angosciante per chi cerca un'esperienza più casual, quindi tenete a mente questa cosa prima di iniziare a giocare. Ci sono un sacco di fattori da valutare e considerare ad ogni turno, e un modo di giocare impulsivo non porta mai a cose positive.

C'è anche un buon strato strategico all'interno del gioco per cui alcuni elementi che si trovano in casse e quant'altro possono essere utilizzati per aggiornare i vari edifici tornati al villaggio, e questi edifici hanno ciascuno una funzione specifica. È possibile aggiornare il vostro equipaggiamento, addestrare il vostro party, e quindi impegnare i vari personaggi in alcune attività di distensione (visitare una chiesa, o un bordello, dipende dalle richieste). Ci sono un sacco di attività per perfezionare la vostra operazione, e ci vuole molto tempo per aggiornare ed espandere.

Darkest Dungeon è stato definito un roguelike, ed è vero in quanto prende in prestito un paio di meccaniche dal genere. I dungeon sono generati in modo procedurali, quindi ogni escursione è diversa l'una dall'altra, e c'è la permadeath, ma soprattutto si ha la sensazione che il gioco sia davvero unico, grazie ai suoi numerosi strati di profondità strategica e tattica, e un approccio unico nella gestione del party e della sua salute mentale. Gli elementi roguelike che sono stati adottati certamente rendono l'esperienza più tesa, e questo viene ulteriormente amplificato da uno stile artistico grigio e da una sensazione di inquietudine che permea l'intero gioco. La trama - avete ereditato una casa e avete assunto degli avventurieri per sgombrare l'area circostante dalle bestie che vi indugiano - viene raccontata in modo incisivo e contribuisce ulteriormente ad immergervi in questo mondo.

Darkest Dungeon

Ci sono sacco di caratteristiche davvero interessanti tessute insieme, ma è la meccanica "stress" a distinguere davvero questa esperienza da tante alte. È chiaro che rappresenta un elemento fondamentale cui prestare la massima attenzione, e per tutto il tempo in cui è impegnato ad attraversare i dungeon, il vostro party reagisce agli orrori che fronteggia. Lo stress che si accumula nel tempo produce alcuni risultati interessanti e stimolanti, in cui alcuni membri del party guadagnano tratti negativi che forzano un ripensamento tattico durante la battaglia (o peggio, un party attentamente assemblato provvederà a creare scompiglio e causare ogni sorta di problemi durante il combattimento, in quanto tutti sono fuori dalla loro posizione).

È inoltre lo stress a causare gli attacchi di cuore, ed è questa caratteristica che abbiamo trovato particolarmente deprimente. Vedere un intero team devastato da un party nemico costituito da larve giganti (erano grandi, ma non così grandi e certamente facili da sconfiggere) è stato davvero insopportabile e ci è anche sembrato eccessivo. Questo elemento ci è sembrato troppo inutile, e alla fine abbiamo voluto che tornasse l'opzione "nessun attacco di cuore" che era a quanto pare presente nella fase Early Access (o addirittura ci danno la possibilità di ridurre la frequenza con cui si verificano), perché a parte questo, riteniamo che Darkest Dungeon sia assolutamente eccezionale.

Abbiamo giocato per la maggior parte su PC, ma abbiamo avuto la possibilità di provare anche la versione PlayStation 4 dopo il suo recente lancio. Sebbene i controlli siano adeguatamente mappati sul DualShock 4 (non ci abbiamo impiegato molto ad abituarci), siamo molto tristi nel dirvi che il gioco è crashato più volte e in rapida successione. In poche parole, al momento della stesura, la versione PS4 è instabile, e fino a quando Red Hook Studios non sistema la situazione, vi consigliamo caldamente di aspettare prima di procedere all'acquisto. Tuttavia, una volta che il gioco è sistemato e scorre in modo più fluido, non possiamo fare altro che consigliarlo caldamente a tutti coloro che cercano una sfida estenuante (nel senso buono) e avvincente.

Un attacco di cuore non è mai una buona cosa, e quattro di fila possono essere catastrofici. Darkest Dungeon è punitivo, a volte cupo, e non ha paura di strapparvi il cuore fuori dal petto e tenerlo di fronte a voi, in modo sarcastico. Ma nonostante il suo lato sadico, ci sono tanti aspetti da apprezzare, ed è facile non focalizzarsi sulle nostre critiche minori. Lo stile artistico è ben contorto, la presentazione generalmente è eccellente, il combattimento è profondo e coinvolgente, e la gestione della città aggiunge un livello strategico ad un titolo che, in fin dei conti, è un eccezionale titolo RPG tattico.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
09 Gamereactor Italia
9 / 10
+
Ottimo audio/visual design; La meccanica dello stress è davvero interessante; Un sacco di profondità sia da un punto di vista tattico sia strategico.
-
Alcuni attacchi di cuore ci sono sembrati ingiusti; La versione PS4 è davvero instabile.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

Darkest DungeonScore

Darkest Dungeon

RECENSIONE. Scritto da Mike Holmes

Un eccellente dungeon crawler, tuttavia attanagliato da problemi tecnici nella sua versione PS4.

Caricamento del prossimo contenuto