Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor Italia
recensioni
Devil May Cry 5

Devil May Cry 5

Devil May Cry è tornato in grande stile, e si è rivelato essere un gioco davvero straordinario.

  • Testo: Connor Makar
Skip

Quando il game director Hideaki Itsuno ci disse che Devil May Cry 5 avrebbe superato le nostre aspettative, sollevò l'asticella molto in alto. La serie Devil May Cry ha portato sulle constre console degli ottimi giochi d'azione, e affermare che quest'ultima iterazione del franchise avrebbe superato le già altissime aspettative dei fan, è quantomeno un azzardo. Ciononostante, Itsuno e il suo team ci sono davvero riusciti. Come vedremo, non hanno solo creato un ottimo prodotto, bensì quello che potrebbe anche qualificarsi come il miglior gioco della serie Devil May Cry.

Devil May Cry 5 è un gioco d'azione in terza persona con particolare attenzione alle combo spettacolari, che consentono di mettere insieme una serie di mosse sbloccate durante il gameplay. Si gioca nei panni di Nero, V e Dante mentre tentano di fermare un potente demone causando enormi danni a Redgrave City, e Devil May Cry 5 nel corso dell'avventura si prende il suo tempo per approfondire ciò che sappiamo sui tre protagonisti.

Quando si parla della serie Devil May Cry, il gameplay è la cosa più importante, e nel quinto episodio è quasi inutile dirvi che è incredibile. La profondità del sistema di combattimento e la libertà di gioco rendono l'intera esperienza divertente dall'inizio alla fine. Il gameplay al cardiopalma è reso migliore dalla musica dinamica che parte durante il combattimento, e il modo in cui si amplifica mano a mano che i combattimenti diventano più lunghi e spettacolari è un'aggiunta che ti fa sentire davvero appagato durante l'esperienza.

Si avanza nel gioco interpretando uno dei tre protagonisti sopraccitati, ciascuno con il proprio stile di combattimento. Nero - il personaggio che fa il suo ritorno da Devil May Cry 4 - usa la sua spada, la sua pistola e le molteplici Devil Breakers (braccia robotiche, ognuna con abilità diverse) per farsi strada tra i nemici. Dante rimane il personaggio che impugna le armi che i fan conoscono e amano, e siamo felici di poter dire che ogni aggiunta all'arsenale di Dante in questo gioco è davero fantastica. Amiamo in particolare il Dr. Faust, che ha una delle migliori introduzioni a un'arma presenti in qualsiasi gioco della saga Devil May Cry. Nei panni di Dante, vengono assegnati quattro stili: Trickster, Swordmaster, Gunslinger e Royalguard. Ognuno di questi può essere cambiato al volo, ed è quindi possibile quindi passare rapidamente da uno all'altro. I giocatori più bravi troveranno presto il modo per sfruttare questo aspetto al meglio.

Devil May Cry 5

Poi c'è V, il nuovo personaggio che viene introdotto in Devil May Cry 5, che ha uno stile di gioco più difensivo rispetto a quello che i fan si aspettano da un gioco a marchio DMC. Il personaggio si blocca, e ordina ai compagni di combattere al suo posto: ci si avvicina solo per sconfiggere i nemici indeboliti. Lo stile di gioco di V non sarà gradito a tutti, ma ma è certamente un'interessante deviazione dalle consuetudini della serie , e la volontà di provare qualcosa di nuovo è qualcosa che ci piacerebbe vedere in un sequel. Tutti questi personaggi sono interpretati in modo diverso, ma forniscono lo stesso tipo di gameplay reattivo che i fan hanno imparato ad amare nella serie Devil May Cry. L'amore e l'attenzione riversati in tutti e tre i protagonisti fanno di questo gioco un'esperienza meravigliosa, una sensazione che non si perde nemmeno nei successivi playthrough.

Per quanto riguarda la trama, è davvero buona, dato che attinge dagli snodi narrativi dei vecchi giochi della serie Devil May Cry per tirarne le somme. Tutti i personaggi giocabili hanno le proprie motivazioni e gli archi narrativi giungono a una conclusione appagante nella missione finale, lasciando anche spazio per un sequel in futuro. Per coloro che stanno per approcciarsi a un Devil May Cry per la prima volta con questo quinto episodio, il gioco inlude un video sulla storia di DMC, che dovrebbe chiarire tutti i dubbi anche a chi non conosce affatto questa storica serie di videogiochi.

In totale ci sono 20 missioni, e per completare il gioco a difficoltà normale ci sono occorse circa 13 ore. Ci sono sei livelli di difficoltà in totale, con Dante Must Die, Heaven or Hell e Hell and Hell che ritornano: se avete il desiderio di mettere alla prova le vostre abilità, avrete un sacco di cose da fare. Senza anticiparvi nulla, ci sono alcune mosse e attacchi che si possono utilizzare solo al secondo playthrough, quindi ci si aspetta di rigiocare il gioco almeno una volta, specialmente perché è intriso di segreti che premiano i giocatori che si avventurano fuori dai sentieri battuti.

Devil May Cry 5Devil May Cry 5
Devil May Cry 5
Devil May Cry 5Devil May Cry 5Devil May Cry 5