Italiano
Gamereactor
preview
Dirt 4

Dirt 4 - Provato

A pochi giorni dal suo lancio, abbiamo dato un'ultima occhiata al nuovo racing di Codemasters.

HQ
HQ

Dirt 4 uscirà tra qualche giorno, e si tratta del capitolo più recente della serie Dirt dopo Dirt Rally pubblicato all'inizio dell'anno scorso. Tuttavia, Codemasters ha chiarito che questa volta ci sarà una maggiore accessibilità al gioco, in quanto il loro obiettivo è quello di rivolgersi sia agli appassionati di racing più casual sia ai fan dei simulatori di corse più hardcore.

In tal proposito, è molto importante la modalità Rally School, che insegna ai giocatori le basi prima di lanciarsi nel vivo delle gare, consentendo a coloro che non hanno mai giocato ad un gioco della serie Dirt prima d'ora di entrare sin da subito in confidenza con i sistemi e capire come gareggiare. Una volta che i giocatori hanno una conoscenza fondamentale delle gare, allora possono passare alla modalità Joyride, che comporta una serie di sfide, come ad esempio investire delle scatole, che offrono comunque un'esperienza più casual e di basso livello per coloro che vogliono imparare ad usare bene la propria macchina prima di mettersi effettivamente in pista. Come ci ha detto il senior executive producer Clive Moody all'evento hands-on, anche se queste sfide sono pensate per essere divertenti mini-giochi, potranno insegnarvi molto altro a proposito delle gare e su come guidare.

Dirt 4Dirt 4Dirt 4
Annuncio pubblicitario:

Codemasters ha voluto mostrare anche una caratteristica nuova di zecca in Dirt 4, Your Stage, una modalità che consente ai giocatori di generare in modo casuale i tracciati su cui possono poi correre. I giocatori iniziano scegliendo la location del tracciato, tra le cui opzioni ci sono il Michigan, il Galles e l' Australia (tutte queste aggiungono condizioni diverse alla corsa) e poi regolare i diversi parametri, come la lunghezza e la complessità. Il gioco poi vi mostra il tracciato sullo schermo e poi potete modificarlo (ad esempio invertendo la linea di partenza e di arrivo e naturalmente cambiando il tempo e l'ora del giorno) o generarlo in modo casuale tutte le volte che volete, il che significa che nessuna corsa sarà la stessa in questa modalità.

Moody ha creato davanti a noi un tracciato di livello medio nel Michigan, USA, durante la nostra demo, e anche se la pista è stata generata in modo casuale, siamo rimasti davvero colpiti dai dettagli mostrati e sembrava una pista fatta su misura del gioco, dalla folla sui lati della pista ai dettagli ambientali. Anche se abbiamo fatto solo su un tracciato di media difficoltà, possiamo immaginare che poter decidere la lunghezza e la complessità al massimo permetterà di dare vita a tappe veramente impegnative e la magia di questo è che potete salvare i tracciati una volta creati e poi condividerli con i vostri amici. Con questi tracciati ogni volta nuovi, pensiamo che questo creerà anche un effetto di livellamento, sia per i corridori casual sia per quelli esperti, mettendoli in livelli di cui non hanno alcuna conoscenza pregressa.

Dirt 4

Per quanto riguarda l'esperienza di corsa sulla pista, essendo corridori novizi, ci siamo resi conto (in quella che è chiamata Gamer Mode, a cui si contrappone la Simulation Mode), che è molto fattibile. Per esempio, al di là del nostro compagno di squadra virtuale che ci dava le indicazioni, c'era anche un indicatore di accompagnamento nella parte superiore dello schermo che ci spiegava quando sarebbero arrivate le curve, quanto sarebbero state strette, così come gli ostacoli sulla strada, anche se questo può essere disattivato per coloro che vogliono un'esperienza di rally più impegnativa. Lo abbiamo trovato molto utile, però, e possiamo immaginare quanto questo, così come altri assist, possano rendere il gioco più accessibile ad un pubblico più casual. Un altro assist che è stato sottolineato come molto importante da Moody è stato il cambio del peso, che può essere difficile se le persone non sono abituate alle macchine da rally o sul modo di guidare.

Annuncio pubblicitario:

La pista che abbiamo generato era sotto la pioggia ed era molto fangosa, e abbiamo sicuramente sentito gli effetti. Alcune curve strette dovevano essere prese in modo estremamente lento (un aspetto che abbiamo imparato a nostre spese) e la perdita di aderenza nel fango ha rappresentato un'ulteriore sfida mentre curvavamo, ma è stato facile da imparare mentre andavamo, soprattutto a causa dei suddetti aiuti che vi dicono quando ci sono le curve e quanto strette sono (non c'è mini-mappa come in altri titoli racing).

Ciò che più ci ha impressionato, tuttavia, è stato il dettaglio visivo. All'inizio della gara siamo decollati a bordo della nostra auto bianca lucida, ma mentre andavamo sulla nostra vettura, gradualmente si è ricoperta di fango, e alla fine del bianco neanche l'ombra. Questa attenzione ai dettagli è presente in tutto, dai piccoli dettagli sull'auto agli ambienti in cui si sta accelerando, e anche in termini di gameplay, come quando sta per terminare la corsa, e continuate a guidare ancora per pochi metri fino a quando non uscite dall'auto.

Dirt 4Dirt 4Dirt 4

Per quanto riguarda le vetture, c'è un mix veramente diversificato, le auto sono tutte suddivise in classi, che vanno dalle classiche auto rally dagli anni '60 agli anni '70 fino ai veicoli contemporanei. La partnership di Dirt 4 con World Rallycross fa sì che siano presenti le migliori vetture possibili, comprese le stagioni aggiornate con tutte le nuove vetture, e Landrush mette a disposizione buggies e camion con motori incredibilmente potenti, quindi c'è qualcosa proprio per tutti.

In breve, quello che abbiamo visto finora di Dirt 4 è molto promettente e il loro obiettivo generale per rendere il gioco più accessibile ad un pubblico più casual è molto chiaro. Non è mai banalizzato o non manca il lato sim delle cose, ma l'aggiunta di cose come la Rally School e la modalità Gamer influenzano in modo significativo il gameplay per i novizi, e con la varietà disponibile in termini di veicoli e con i tracciati tramite Your Stage, ci sono tutti i motivi per cui questo è un gioco che i fan del Rally dovranno tenere d'occhio.

HQ
Dirt 4Dirt 4Dirt 4

Testi correlati

Dirt 4Score

Dirt 4

RECENSIONE. Scritto da Kim Orremark

Codemasters punta sul perfetto connubio tra rally simulativo e arcade.

Dirt 4 - Provato

Dirt 4 - Provato

PREVIEW. Scritto da Sam Bishop

A pochi giorni dal suo lancio, abbiamo dato un'ultima occhiata al nuovo racing di Codemasters.



Caricamento del prossimo contenuto