Italiano
Gamereactor
recensioni
Doom Eternal

Doom Eternal - La recensione del gioco per Nintendo Switch

Panic Button ha fatto ancora una volta una magia e ha portato uno dei migliori sparatutto dell'anno su Nintendo Switch.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

L'ultimo mese dell'anno poteva essere inutilmente vuoto in termini di uscite fino a quando Doom Eternal non è apparso dal nulla su Nintendo Switch. Il porting per la console ibrida di Nintendo era stato ritardato a tempo indeterminato dopo che il gioco è stato posticipato da ottobre a marzo e molti fan, me compreso, hanno iniziato a domandarsi a che punto si trovasse. Con il suo arrivo inatteso, però, non vedevo l'ora di catapultarmi ancora una volta nelle viscere dell'inferno per rivivere questo capolavoro, soprattutto dopo aver visto in che modo gli eccezionali ragazzi di Panic Room sono stati capaci di lavorare con il suo predecessore nel 2017.

Prima di andare più a fondo nell'analisi, però, volevo fare una precisazione: dal momento che abbiamo recensito Eternal a marzo, non andremo troppo in dettaglio nelle meccaniche (puoi leggere la nostra recensione originale). Piuttosto, mi limiterò a raccontare ciò che lo rende così speciale, dando anche le mie impressioni su come funziona sul sistema ibrido di Nintendo. Bene, dopo questa precisazione necessaria, proseguiamo!

Per quanto riguarda il sequel in sé e per sé, ritengo che Eternal riesca a trovare l'equilibrio perfetto, riuscendo comunque a risultare una continuazione naturale di ciò che ha reso Doom (2016) così speciale. Le cose qui, però, aumentano a dismisura, anche se l'azione è più frenetica, la storia è più approfondita e sono state introdotte nuove abilità platform. Anche la modalità online ha ricevuto una revisione significativa e sembra davvero unica rispetto ad altre proposte offerte da altri shooter. Il Battlemode è un esempio eccellente di quanto stiamo dicendo, in quanto vede un solitario slayer mentre tenta di eliminare un paio di giocatori nei panni dei demoni. È molto divertente e a suo modo è un'esperienza davvero unica.

Il fulcro di ogni esperienza di Doom è il gunplay ed eliminare orde di demoni non è mai stato così bello come in Eternal. Proprio come in Doom (2016), devi resistere evitando i numerosi proiettili in arrivo e raccogliere i materiali di consumo necessari per andare avanti. Doomguy ha qualche asso nella manica questa volta, dato che può sfruttare un doppio scatto per colmare il divario tra i nemici e può dare loro fuoco usando il suo lanciafiamme a spalla. C'è una quantità incredibile di modifiche da aggiungere anche alle armi, quindi sta solo a te come personalizzare il tuo equipaggiamento.

La componente platform ha una maggiore attenzione qui in Eternal e viene spesso introdotto per smorzare i momenti più intensi dei combattimenti. Doomguy può saltare in aria, arrampicarsi su alcune parti dell'ambiente e scavalcare pali per raggiungere grandi altezze. Non ha su di me lo stesso effetto di quando si spara in faccia ai demoni, ma sapere che rischio di scivolare in una pozza di lava se sbaglio i miei salti è comunque una sensazione piuttosto intensa.

Doom EternalDoom Eternal

Ok, dunque è abbastanza chiaro che ritengo Doom Eternal un gioco speciale, ma come si comporta su Switch? Bene, in modalità TV puoi essere facilmente indotto a pensare che funzioni come una versione vaniglia di PS4 o Xbox One, se non ci fai troppo caso. Quando metti a confronto le due versioni, le differenze diventano più evidenti, poiché i colori appaiono sbiaditi e le texture appaiono più sfocate e meno dettagliate su Switch. Un'altra differenza è che il frame rate su Switch è limitato a 30 fps, mentre funziona a 60 fps fluidi su PC, PS4 e Xbox One. Dovrei anche dire che le versioni di nuova generazione sono oramai all'orizzonte, e dunque questo divario diventerà ancora più evidente solo con il passaggio al 4K.

Potrei dire un'ovvietà, ma è chiaro che se stai cercando la versione più bella e fluida di Doom Eternal, allora non devi buttarti sull'edizione per Nintendo Switch. Il vero grande punto di forza di questa versione - nel mio caso, ma credo anche per molti altri - è che il titolo è completamente giocabile in modalità portatile. Giocando in modalità portatile sono rimasto assolutamente sbalordito! La risoluzione sarà pure stata ridotta a 720p ed è notevolmente meno bella di quando è collegata alla dock station, ma resta comunque un Doom Eternal in esecuzione su una piattaforma portatile. Il fatto che uno sparatutto così ambizioso possa essere giocato quando si è sull'autobus è a dir poco mozzafiato, e ho adorato ogni momento in sua compagnia.

Per quanto riguarda i controlli, Eternal funziona esattamente come su Xbox One e le cose non mi sono mai sembrate troppo macchinose sia che stessi giocando con un Pro Controller o con i Joy-Con in modalità portatile. I controlli di movimento, tuttavia, sono esclusivi per Switch e possono essere utilizzati per spostare il mirino della tua pistola sullo schermo. Personalmente, non sono un grande fan dei controlli di movimento, ma devo ammettere che risulta più reattivo e ho potuto prendere la mira con facilità semplicemente muovendo il polso nella giusta direzione.

La mia esperienza con questo porting è stata piuttosto positiva, ma ho riscontrato un bug che hanno rotto il gioco. Subito dopo aver preso il lanciarazzi, sono rimasto ucciso e mi sono ritrovato bloccato dietro un cancello a cui in precedenza ero in grado di accedere. Ho provato a sparare razzi e granate, ricaricare il mio salvataggio e mi sono persino buttato da un dirupo, ma niente era in grado di far riaprire il cancello. A quanto pare non è un bug molto frequente, ma ho pensato che valesse la pena segnalarlo perché a quel punto non avevo altra scelta che riavviare un nuovo file di salvataggio. Oltre a questo, però, non ho riscontrato ulteriori problemi grossi.

Doom EternalDoom EternalDoom Eternal

Prima di concludere, vorrei sottolineare è che il primo DLC storia di Doom Eternal, The Ancient Gods: Part One, non è attualmente disponibile nel port per Switch al momento del lancio. Gli sviluppatori hanno dichiarato, in una sessione di domande e risposte, che sarà presto disponibile, ma al momento non è stata annunciata alcuna data. Alcuni potrebbero preferirlo in quanto dà loro qualcos'altro a cui guardare all'orizzonte, ma vale la pena dirlo perché non c'è molto altro. Ciò che è disponibile, tuttavia, è l'eccellente Doom 64 se acquisti il gioco prima del 22 dicembre. Ci sono anche alcune altre chicche divertenti che puoi ottenere all'interno del pacchetto incluso Rip and Tear, quindi ti consiglio di prenderlo al più presto, se sei interessato al gioco.

Panic Button ha fatto apparentemente l'impossibile visto che è riuscita a portare uno degli sparatutto più ambiziosi dell'anno su Switch senza compromettere troppo la qualità. Potrebbe non reggere al confronto con le altre versioni in termini di grafica e frame rate, ma vedere questa bestia assoluta di gioco girare nel palmo delle tue mani è a dir poco mozzafiato. Delude il fatto che il DLC non sia incluso sin dall'inizio e ho riscontrato un bug particolarmente fastidioso, ma queste sono al massimo critiche di poco conto. Se sei un possessore di Nintendo Switch e devi ancora giocare all'eccellente Doom Eternal, ti consiglio caldamente di scegliere questo porting. Te lo prometto, non te ne pentirai!

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
09 Gamereactor Italia
9 / 10
+
È lo stesso eccellente gioco lanciato all'inizio di quest'anno, aggiunge controlli di movimento, giocarlo in modalità portatile è uno spettacolo da vedere.
-
Ho riscontrato un bug piuttosto fastidioso, il DLC non è disponibile al lancio, a differenza di altre piattaforme.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.