Italiano
Gamereactor
recensioni
Doom Eternal

Doom Eternal: The Ancient Gods - Parte Due - La recensione

Si conclude la Saga degli Slayer con la grande battaglia contro il Signore Oscuro.

Sono passati quasi cinque anni da quando la saga del popolare Slayer è iniziata per la prima volta con Doom (2016), portandoci una nuova storia con Doomguy ancora saldamente al posto di guida, armato fino ai denti e incaricato di fare a pezzi interi eserciti infernali. Bene, pochi giorni fa quella trama si è conclusa, visto che è ufficialmente uscito Doom Eternal: The Ancient Gods - Parte Due, che ci ha dato l'opportunità di afferrare il nostro Super Shotgun e mettere in ginocchio il Signore Oscuro.

La trama di The Ancient Gods - Parte Due riprende subito dopo gli eventi di The Ancient Gods - Parte Uno, e vede lo Slayer viaggiare per tre livelli, raccogliendo gli oggetti necessari per riuscire a muoversi nella stranamente spettacolare città di Immora - dove il Signore Oscuro si è ritirato dopo aver incontrato lo Slayer alla fine del primo DLC. Passando attraverso le steppe dovrai afferrare un cristallo speciale per poter aprire il Cancello di Divum nella Terra Reclamata, che ti permetterà poi di montare un assalto su vasta scala su Immora.

In generale, la trama è quella tipica di Doom, il che significa che c'è un sacco di lore infernale, con molti demoni disgustosi da sconfiggere, da tagliare in piccoli pezzi con la motosega o persino divertirti con la tua nuova arma Sentinel Hammer Crucible.

Questo strumento è una delle poche nuove aggiunte in questo DLC e ti consente di stordire i nemici o di farli a pezzi quando viene caricato. Farlo è semplice: ottieni due uccisioni gloriose o raccogli uno dei consumabili Sentinel Hammer in giro, quindi procedi facendo a pezzi i tuoi avversari come un Thor nel pieno della sua ira funesta. Il Sentinel Hammer è uno degli strumenti più soddisfacenti da impugnare in Doom Eternal, cosa che trovo incredibilmente difficile da dire considerando l'altra compagnia che deve affrontare.

Doom Eternal

Anche se a mio parere il martello risulta troppo potente in molti casi, sono molto contento che sia stato aggiunto, soprattutto considerando che The Ancient Gods - Parte Due non sembra davvero perdere tempo a metterti contro i demoni più rudi e duri che l'inferno possa radunare attorno a sé. Dai nuovissimi Baroni corazzati e gli Imp di pietra, a ogni altro nemico che ritorna, inclusi i Blood Maykrs e gli Spiriti di The Ancient Gods - Parte One, questa espansione è impegnativa dal primo minuto, ma nel senso buono e coinvolgente per cui Doom è noto.

I nuovi nemici sono piuttosto interessanti e richiedono un nuovo approccio per eliminarli. I baroni corazzati devono essere spogliati della loro armatura con armi a energia per riuscire a infliggere loro danni, e gli Imp di pietra possono essere sconfitti solo schiacciandoli con il martello o con la modifica del fucile da combattimento automatico completo. Ci sono anche Folletti Maledetti da affrontare che possono essere uccisi solo con un Pugno di Sangue, ma per fortuna questi sono abbastanza rari - poiché ti affliggeranno con un effetto stato di danno nel tempo finché non muoiono se ti colpiscono - e ci sono Screechers che potenziano in modo significativo i demoni vicini e sono in realtà un po' difficili da affrontare.

Per quanto riguarda le altre nuove funzionalità, c'è una nuova sfida da affrontare negli Incontri Escalation. Questi forniscono effettivamente aggiornamenti al Sentinel Hammer quando completi il primo livello obbligatorio, mentre il secondo livello è opzionale e ti premia un cosmetico per il tuo account. Per quanto riguarda le altre nuove funzionalità, ora dovrai anche utilizzare il gancio del Super Shotgun come metodo di platforming, poiché combattere in punti dedicati diventa vitale per muoversi lungo l'ambiente.

Doom Eternal

Senza addentrarci troppo in territorio spoiler, come ci si aspetterebbe dalla conclusione della Saga Slayer, il DLC termina con una battaglia contro il Signore Oscuro. Questa battaglia ha una meccanica unica che ti coinvolge nel contrastare il Signore Oscuro mentre attacca prima di stordirlo con il martello per scaricargli piombo in fronte. Certo, essendo un dio e tutto il resto, non muore con grande facilità e ha diverse fasi da superare, ma non è esattamente così eccitante, poiché la meccanica non si sviluppa mai. Non è affatto facile.

The Ancient Gods - Parte Due lascia il futuro di Doom in uno stato molto aperto. Sì, questo viaggio è davvero finito, lo Slayersta facendo un bel pisolino come ricompensa per i suoi sforzi, ma le possibilità di un ritorno sembrano probabili. Anche se non è esattamente facile immaginare dove porterà il futuro il nostro amato Doomguy, considerando quanto siano stati incredibili questi ultimi due DLC e gli ultimi due giochi base, speriamo di saperne di più su questo personaggio feroce nei prossimi anni.

Doom Eternal
08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
La trama è ricca di lore. I nuovi nemici sono eccitanti e difficili da affrontare. Sentinel Hammer è fantastico.
-
La lotta contro il boss del Signore Oscuro è un po' troppo ripetitiva. L'espansione è piuttosto breve a soli tre livelli.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.