Italiano
Gamereactor
recensioni
Echo

Echo

Ultra Ultra aveva dalla sua un'idea interessante, ma non è stata sfruttata al meglio.

Echo non parte bene, in quanto la prima ora o giù di lì è ardua, lenta e anche noiosa, qualcosa che ci ha sorpreso dal momento che il gioco si apre e ci catapulta nell'azione praticamente subito. Qui troviamo due personaggi che stanno interagendo e conversando, senza alcuna introduzione di sorta, e questa conversazione va diritta al vostro cervello. Stanno discutendo della loro prossima missione e fanno riferimento in modo sfacciato agli eventi passati, eventi di cui non sappiamo nulla.

Uno di questi personaggi, En, è una giovane pellegrina dai capelli cinerei e uno spirito forte, mentre l'altro è una macchina senziente senza forma e senza nome. Inizia il loro lungo viaggio verso una destinazione tra le stelle - un misterioso pianeta con una vasta rete sotterranea che porta il nome criptico "The Palace", presumibilmente costruito non dagli esseri umani. Quali segreti si nascondono all'interno delle viscere di questa imponente costruzione? Ci sono voluti sia autodisciplina sia molta pazienza.

L'apertura indecifrabile e sbiadita del gioco è tristemente sintomatica di tutto ciò che ci aspetta dal reso dell'esperienza. Ci sono sezioni lunghe, per esempio, in cui la velocità già lenta del personaggio interpretato da giocatore è ridotta della metà, in modo che i due personaggi possono chiacchierare tra loro.

Echo

Forse sembrerebbe inopportuno approfondire la narrazione, senza nemmeno aver introdotto il resto dei vari componenti del gioco. La storia stessa è piuttosto interessante e contiene temi importanti, come i viaggi spaziali, la vita, la morte, l'identità, lo scontro con i fantasmi del passato: tutti elementi che potremmo rintracciare in un qualsiasi romanzo di Stanislaw Lem o di Philip K. Dick. Sulla carta, sembra davvero fantastico, e ancor meglio se si considera che la star di Game of Thrones Rose Leslie interpreta il personaggio principale. In realtà, però, il prodotto finito è tutt'altro che un successo. La trama è invadente, iperbolica e così senza ritegno che finisce per annullare qualsiasi entusiasmo piuttosto che crearlo.

Quindi, se si sceglie di ignorare la natura dello script, così come le pesantissime sezioni a piedi, allora Echo di Ultra Ultra non è irrecuperabile. Echo si presenta, a prima vista, come un gioco stealth in terza persona nella norma, ma si sa, a volte le prime impressioni possono ingannare. O almeno un po'. Qui non ci sono guardie o orchi spaziali pallidi da uccidere, né visori con visione notturna o fucili con dardi tranquillanti. Il gioco ha un solo tipo di nemici, ma c'è un tipo davvero tosto da affrontare: voi stessi.

Le stanze e i corridoi del palazzo sono pieni zeppi di versioni aggressive, seppure imperfette, di En, poiché non c'è nulla che fa più paura di vostri doppelganger che spezzerebbero volentieri il collo della nostra eroina. Ma c'è un aspetto interessante: questi cloni possono fare solo quello che fa En. O meglio, i loro attacchi e i loro pattern dipendono interamente dal giocatore. Il generatore di potenza del palazzo si riavvierà sporadicamente e con intervalli minimi il livello davanti a voi diventerà più scuro e quando torneranno le luci, gli echi sono stati aggiornati; tutto quello che avete fatto in mancanza di luce verrà ora utilizzato contro di voi.

Echo
Echo

È un'idea fantastica per un gioco, e anche se En non è esattamente impotente, non è un'eroina action. Può correre, rotolare e stare ferma e ha due pistole diverse. Le munizioni sono scarse, però, e queste funzionano meglio nell'autodifesa. Può spintonare i suoi nemici, ma non resteranno certamente lì impalati. L'arsenale delle armi non è enorme e l'uso di questi strumenti ha delle conseguenze, quindi è necessario costantemente sapere cosa si sta facendo e in quale ordine si fa e perché. Anche qualcosa di banale come aprire o chiudere una porta o chiamare un ascensore può finire per ritorcervi contro non appena torna la luce.

Fortunatamente, le copie hanno la memoria collettiva di un pesce rosso e per questo motivo possono solo imitare il ciclo precedente. Questo crea un'esperienza in cui passato, presente e futuro vengono compressi in una singola onda d'urto. Cosa abbiamo fatto durante l'ultimo blackout, cosa stiamo facendo adesso e cosa faremo più tardi? Lo stesso vale per il comportamento dei vostri nemici; cosa hanno fatto prima, cosa stanno facendo adesso e cosa faranno tra pochi istanti? Il risultato è un gioco stealth che mette la risoluzione dei problemi e la considerazione tattica prima del semplice pugnalare le guardie alle spalle. La pistola è sempre la soluzione finale, come quando la tirate fuori dalla custodia e ammazzate un clone, allora sarete circondati da lunatici ossessionati dalle pistole per tutta la durata di un ciclo.

Quindi sì, è senza dubbio un'idea interessante, peccato che tra il dire e il fare, c'è di mezzo il mare. Le frequenti interruzioni di corrente del palazzo diventano fastidiose; quando diciamo che il livello diventa buio, intendiamo per davvero. Immaginate qualcuno che stacca continuamente il cavo HDMI dal vostro monitor mentre state giocando. Non sembra molto piacevole, vero? Certo, il blackout successivo verrà avvisato in anticipo, ma è comunque incredibilmente disorientante. Questa buia oscurità è una forza distruttiva al vostri divertimento e distrugge parzialmente l'immersione e il vostro senso dell'orientamento.

Anche la natura monotona della struttura del gioco diventa rapidamente evidente. La difficoltà per la maggior parte del tempo sta nell'andare dal punto A al punto B, o raccogliere un numero particolare di bolle di vetro magico. Oltre a questo, è molto difficile affrontare un combattimento una volta che si viene scoperti, e la soluzione migliore è spesso semplicemente correre verso il bersaglio. Ciò entra in contrasto con ciò che prevede l'esperienza, in cui dovete fare scelte con cura. Peggio ancora, ci sembra che il gioco infranga costantemente le proprie regole. Abbiamo sperimentato più di una volta che dopo che le luci vengono riattivate, il livello viene resettato. In altri casi, le posizioni dei nemici non cambiano affatto. Questo rende molto difficile riuscire a pianificare in anticipo, ed è peggio se si considera che il gioco è stato progettato con l'intenzione che siate consapevoli.

C'è una vera innovazione da trovare in Echo. È uno strano ma interessante ibrido tra puzzle e stealth, avvolto da bizzarri ambienti barocchi, suoni cool e un doppiaggio non da meno. C'è un momento molto speciale collegato all'unico sistema di eco del gioco che merita sicuramente di essere apprezzato e celebrato, ma per ogni momento entusiasmante ce n'è un altro che è terrificante. Qualunque cosa si tratti, sia che si tratti di animazioni irregolari, di transizioni inattese o di sequenze narrative orrende, avrete costantemente la sensazione che il gioco avrebbe meritato più tempo per lo sviluppo.

EchoEcho
05 Gamereactor Italia
5 / 10
+
Interessante genere ibrido; Ambientazione bizzarra; Musica d'atmosfera.
-
Storia misera; Sfide monotone; Un'esperienza disorientante e irregolare; Un sacco di problemi tecnici ed errori.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

EchoScore

Echo

RECENSIONE. Scritto da Magnus Laursen

Ultra Ultra aveva dalla sua un'idea interessante, ma non è stata sfruttata al meglio.



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.