Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor Italia
esports
PlayerUnknown's Battlegrounds

PUBG Esports ha bannato nuovi giocatori per uso di software terze parti

Colpiti un sacco di giocatori.

Non è passato molto tempo da quando vi abbiamo segnalato che un certo numero di giocatori di PUBGB sono stati banditi dai campionati pro per l'utilizzo di software di terze parti, e ora la pagina ufficiale di PUBG Esports su Twitter ha rilasciato un comunicato ufficiale sul fatto che anche altri giocatori hanno ottenuto una sanzione.

Potete trovare l'elenco completo nel post, ma fondamentalmente dopo aver esaminato tutti i giocatori competitivi attivi, 10 di questi hanno ricevuto il ban dal gioco a causa dell'uso di programmi non autorizzati, con prove sufficienti per giustificare questo divieto. Sei di loro sono stati trovati anche a utilizzare gli stessi programmi in partite professionali online, e questi giocatori riceveranno una sospensione di tre anni, come accaduto ad altri giocatori. Le sospensioni biennali verranno distribuite a coloro che utilizzano i programmi in partite pubbliche, ma non alle partite pro e due altri membri di una squadra riceveranno ban triennali in quanto hanno consentito consapevolmente ai compagni di squadra di usare questi programmi durante le qualificazioni PEL (PUBG European League) .

Di conseguenza, "prima di qualsiasi competizione ufficiale esports, tutti i giocatori partecipanti passeranno attraverso un controllo completo di tutti i loro account, e qualsiasi giocatore con prove incriminanti per aver usato un programma non autorizzato sarà sospeso e gli verrà impedito di partecipatre," come spiegato dalla dichiarazione.

Ciò significa che alcuni giocatori perderanno il loro posto alla Contenders League per il fatto di aver imbrogliato, ma alle altre squadre sarà permesso di rimanere se sostituiscono i giocatori colpiti dal ban. PUBG Esports chiarisce ancora una volta che ulteriori giocatori ritenuti colpevoli di usare questi programmi dovranno affrontare le stesse penalità e che "qualsiasi giocatore che non ha ricevuto al momento una penalità, ma ha un record di utilizzo di un programma non autorizzato in uno qualsiasi dei suoi account in futuro non potrà più accedere alle competizioni di PUBG ufficialmente riconosciute".

È questo l'approccio giusto per PUBG Esports?

PlayerUnknown's Battlegrounds