Italiano
Gamereactor
preview
Flintlock: The Siege of Dawn

Flintlock: The Siege of Dawn - Impressioni finali di Xbox Games Showcase

Ancora un altro soulslike, dite? Bene, ecco un sacco di fatti per farti pensare due volte...

HQ

Flintlock: The Siege of Dawn è finalmente (quasi) arrivato. Uscirà il 18 luglio dopo un paio di ritardi e arriverà su PC, Xbox Series e PS5, lasciandosi definitivamente alle spalle Xbox One e PS4, contrariamente a quanto annunciato in un primo momento. Quest'ultimo aspetto è importante, dato che il gioco è veloce e ricco di dettagli, e non vedo l'ora di vedere il risultato finale sulle console current-gen, dato quanto sembrava impegnativo su PC dal punto di vista delle texture, per esempio.

Anche se è stato elencato come "gioco da definire" nei nostri Xbox Games Showcase appuntamenti, questo è un progetto che conosciamo da un po'. Inoltre, potresti aver giocato alla demo che A44 Games ha rilasciato una settimana fa come uno sguardo introduttivo al gioco. Tuttavia, ciò che ho giocato, come da catturato nella clip di gameplay qui sotto, insieme a ciò di cui ho discusso con il direttore creativo Simon Dasan, come disponibile nell'intervista qui sotto, va molto più a fondo in ogni aspetto. Quindi, a parte le parole complementari che sto scrivendo qui, ti consiglio vivamente di guardarle entrambe.

HQ

Come Phantom Blade: Zero, che ho anche provato, questo gioco voleva distinguersi dall'affollato genere Souls, che era molto presente nelle diverse vetrine di Los Angeles.

Annuncio pubblicitario:

Innanzitutto, è un Soulslite, il che significa che non sarà così spietato e oscuro come i tuoi soliti sospetti. In secondo luogo, e molto più importante a mio parere, costruisce la propria personalità attorno a fantasiose mosse di attraversamento, combattimenti veloci e variegati e una tradizione molto interessante.

Protagonista Nor è ovviamente destinato a salvare l'umanità poiché gli dei sono stati lasciati liberi, e il colpo di scena è che il suo principale alleato è Enki, un... Dio che funge da estensione delle sue abilità di polvere con i suoi poteri magici aggiunti. Quindi sono già curioso di sapere cosa accadrà quando la tua missione principale è quella di "uccidere tutti gli dei" ma poi ti affidi a questa creatura.

Ma questo non è God of War, nonostante alcuni pigri paragoni. Parlando della creatura, mi è sembrato anche una coincidenza, ma in un certo senso, che il modo in cui si manda Enki a disturbare e attaccare gli altri nemici ricordava quello che ho fatto con Kay Vess e Nix in Star Wars Outlaws. Forse un'altra tendenza che vedremo esplodere presto?

Flintlock: The Siege of DawnFlintlock: The Siege of DawnFlintlock: The Siege of DawnFlintlock: The Siege of Dawn
Annuncio pubblicitario:

Combinando entrambi i personaggi si ottiene una serie di mosse straordinariamente variegata. Puoi usare attacchi a distanza, doppio salto, doppia schivata o librarti attraverso l'ambiente grazie al Triangle Portals di Enki che sono sicuro che hai visto nei filmati precedenti. Puoi sparare, colpire, parare con diverse armi (compresi gli esplosivi) e, da quello che ho giocato, gruppi specifici di nemici nauseabondi ti faranno studiare l'ambiente e trovare il miglior approccio tattico. Quando ti abitui a tutto questo, spingi quei nemici verso i loro Prime per poi scatenare un Glory Kill, una mossa finale scriptata che è una delle cose migliori di questo gioco in quanto è abbastanza soddisfacente.

Come puoi vedere guardando la clip di gameplay qui sotto, c'è qualcos'altro che lo distingue dagli altri giochi simili a Soul. Il colore. La luce. Il contrasto tra quei mostri cattivi, simili aSilent Hill, e il mondo vivace. Questo è dark fantasy, ma in un'ambientazione scintillante. Tradizioni inquietanti ispirate alle culture della Mesopotamia e dell'Antico Egitto, ma ambientate in un mondo riconoscibile ispirato al Medio Oriente e alla Nuova Zelanda, quest'ultima è la sede dello studio. E adoro tutto questo, tanto per cambiare, perché lo rende ancora più interessante per me rispetto al 135° Soulslike desolante che continuano a lanciarci addosso.

E suona molto bene, abbastanza fluido e reattivo, il che è un must in questa fase. Mi sono divertito molto a dare fuoco ad alcuni di quei nemici ripugnanti, abbattendoli con il mio fucile e, soprattutto, finendoli con la mia ascia. E ho avuto modo di scalfire solo un po' degli alberi delle abilità completi del gioco sia per Kay Nor che ovviamente per Nix Enki, a parte le diverse armature e armi con cui sarai in grado di equipaggiare la prima.

Quindi sì, in uno spazio pieno di Soulslike marrone scuro, sono entusiasta di giocare a un Soulslite colorato, artisticamente unico e frenetico tra un mese. È esattamente il tipo di esperienza action-RPG che potrebbe essere in grado di rinfrescare sia il genere... e quella che sembra un'estate molto calda.

HQ

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto