Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
recensioni
For Honor

For Honor

Vichinghi, Cavalieri e Samurai sono i grandi protagonisti del nuovo intenso brawler di Ubisoft.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Quando si inizia il viaggio con For Honor, vi tocca prendere un impegno, stringere un'alleanza con una delle tre fazioni che rivaleggiano tra loro. Ognuna di queste fazioni ha fino a quattro eroi sbloccabili, ammontando il roster a 12 personaggi unici che è possibile comandare sul campo di battaglia. Ogni personaggio trae beneficio da un design solido e ognuno di questi riesce ad affrontare i nemici in modo unico, in quanto alcuni eroi sono caratterizzati da attacchi a lungo raggio, ma che restituiscono anche una sensazione più lenta e superba, mentre altri che sono più veloci e agili, ma i loro attacchi mancano di peso.

Il combattimento richiede un pensiero e riflessi rapidi, in quanto vi viene richiesto di difendervi rapidamente dagli attacchi in arrivo e sfruttare eventuali errori nella difesa del vostro avversario. I controlli, nel complesso, risultano abbastanza fluidi, offrendo un'altrettanta fluidità ai combattimenti. Tenendo premuto LB (su Xbox One) e muovendo lo stick analogico, è possibile bloccare in tre direzioni possibili e con RB e RT, è possibile scatenare attacchi leggeri e pesanti. È inoltre possibile counterare gli attacchi dei nemici, fare breccia nelle difese dei nemici e spingerli a loro rischio e pericolo giù da dirupi imponenti e in pozze d'acqua dove troveranno un destino inesorabile. Ci sono molte cose da tenere in considerazione, ma grazie ad una variegata quantità di mosse, è facile formulare una strategia di attacco che meglio si adatti al vostro stile di gioco. Detto questo, il combattimento contro gruppi di avversari è particolarmente fastidioso, in quanto l'alternanza tra gli obiettivi risulta poco pratica ed è quasi impossibile difendersi quando si viene attaccati simultaneamente.

Se finite i vostri avversari con un attacco pesante, avete anche la possibilità di farlo in un certo numero di modi straordinariamente cruenti, premendo il pulsante X o Y. Anche se questo aumenta la vostra sete di sangue, le esecuzioni permettono d prolungare i tempi di respawn in modalità multiplayer e possono dare bonus salute mentre si gioca la campagna. Ci sono anche i talenti, che sono anche degli oggetti che è possibile equipaggiare prima della battaglia e possono essere utilizzati per curare i membri del team, ma al contempo anche migliorare la vostra resistenza e minare la difesa dei vostri avversari. Ci sono anche talenti passivi, che possono fare la differenza in quanto possono irrobustire la vostra base di HP e statistiche di attacco.

For Honor

Prima di approfondire il multiplayer, vale la pena segnalare che è presente una vasta sezione tutorial che permette di affinare le vostre capacità e prendere dimestichezza con l'imponente curva di difficoltà del gioco. Dopo esservi stancati di prendere a pugni i manichini, verrete sfidati a duello per testare quello che avete imparato e dimostrare la vostra dignità sul campo di battaglia. A seguito di questo, saranno disponibili la modalità singleplayer e multiplayer, ma vi consigliamo di provare prima il single player, in quanto vi permette di fare ulteriormente la pratica in un ambiente senza pressioni di alcun tipo. In alternativa, è possibile attivare e disattivare dei bot all'interno delle modalità online se volete dare un'occhiata alle altre modalità e come si giocano.

Il multiplayer è diviso in cinque modalità, dove le due principali sono Dominazione e Duelli. Le battaglie 1v1 si chiamano Duelli, sono l'ultima prova di abilità, in cui bisogna fare affidamento su tutte le vostre abilità nel riuscire a rispondere velocemente agli attacchi e sulla capacità di riuscire a leggere le mosse dei vostri avversari per vincere il migliore dei cinque round. Dominazione, la modalità di punta di For Honor, è incentrata completamente sulla cooperazione di squadra, in quanto voi ed i vostri alleati collaborerete per dominare le aree designate della mappa e fare a pezzi i vostri avversari per accumulare punti. Una volta raggiunti i 1.000 punti, la squadra avversaria inizia a fare breccia, ed è in quel momento che For Honor diventa un "gioco del gatto col topo" su larga scala, in cui bisogna scovare ed eliminare tutti i giocatori sopravvissuti. Questa modalità è particolarmente frenetica in quanto dipende da quanto velocemente si riescono a dominare le basi, un aspetto che crea un costante senso di urgenza e che fa affidamento sul lavoro di squadra per far sì che tutto il territorio resti al sicuro.

For Honor

Su tutta la mappa multiplayer, si consuma una guerra tra fazioni e i vostri sforzi contribuiranno al successo della fazione a cui avete giurato fedeltà all'inizio del gioco. Se la vostra fazione risulta, quando giocate alla vostra partita, quella vincente, riceverete asset da guerra, che possono essere posizionati sulla mappa per consentire alla vostra fazione di dominare più aree o possono essere utilizzati per difendere il territorio. Alla fine della stagione del gioco, verrete ricompensati con oggetti esclusivi per aver partecipato e sulla base della performance della vostra fazione. Una volta che determinate mappe vengono dominate da una fazione, vedranno sventolare le bandiere della suddetta fazione e l'intero paesaggio vanterà quei colori. Il fatto che il mondo sia in costante evoluzione è interessante e dinamico, e permette di capire immediatamente quale sia la fazione attualmente dominante.

Per quanto riguarda la progressione, i vostri eroi salgono di livello e sbloccano singolarmente le proprie ricompense personali, piuttosto che avere un livello omni-comprensivo. Quando si sale di livello, riceverete nuovi item intercambiabili per le vostre armi e armature che modificano il loro aspetto e il loro livello di efficienza. È inoltre possibile acquistare oggetti che sono contenuti in pacchetti speciali utilizzano la moneta in-game, che potrete guadagnare dopo aver completato determinate sfide e partecipando alle partite. È qui che fanno la loro comparsa le micro-transazioni, ma va anche detto che non sono poi così invadenti.

For Honor

Un po' come accade in Battlefield 1, la campagna è spezzettata, un aspetto che consente di conoscere il punto di vista delle tre diverse fazioni su una linea temporale che si dipana per dodici anni. Ci sono tre atti che si concentrano su ciascuna delle tre fazioni e contengono sei sotto-missioni, che durano all'incirca circa sei ore in totale. La campagna, seppur di breve durata, è ben sceneggiata e ben recitata, permettendoci di comprendere meglio la vita e il combattimento dei tre gruppi rivali. Visto che molti giochi multiplayer come Titanfall e Star Wars Battlefront hanno sacrificato la componente single player per concentrarsi esclusivamente sull'aspetto online, possiamo di certo apprezzare gli sforzi compiuti da Ubisoft per rimpolpare l'universo del gioco.

Le missioni della campagna sono per lo più lineari con una serie di obiettivi fondamentali da completare. Ci sono alcune attività aggiuntive che potrete completare, come trovare oggetti da collezione all'interno di oggetti fragili e trovando diversi punti chiave di interesse, ma nella maggior parte dei casi sono noiosi e non offrono ricompense interessanti. Prima di partire per una missione, è possibile selezionare il livello di difficoltà tra facile e realistico, secondo cui ciascun livello accresce la quantità di XP che potrete guadagnare. Anche se la modalità singleplayer non è esattamente l'aspetto su cui si concentra il gioco, avrebbe comunque beneficiato di un approccio più aperto alle missioni e di una maggiore varietà nella loro struttura.

For HonorFor Honor

Forse l'aspetto più frustrante della campagna è che richiede una connessione di rete costante per giocare, che esclude quelle in aree con copertura misera e limita l'accesso a quegli spot con scarsa connettività. Capiamo perfettamente il motivo per cui Ubisoft abbia preso questa posizione con For Honor e con l'IP rilasciata di recente, Steep, in quanto il loro obiettivo è quello di creare esperienze social fiorenti, ma avere una modalità offline avrebbe certamente migliorato l'esperienza per molti.

Con For Honor Ubisoft consegna una delle esperienze online più memorabili e intense della sua storia più recente, dove i duelli 1v1 sono formidabilmente intensi e il suo sistema di combattimento offre molta profondità da esplorare. Magari non sarete contenti del fatto che la campagna singleplayer sia breve e di quelle meccaniche un po' goffe quando dovrete combattere contro più di un avversario, ma nel complesso For Honor è un'esperienza solida a tutto tondo che coniuga con successo combattimenti corpo a corpo con un ambiente online florido.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
08 Gamereactor Italia
8 / 10
+
Un nuovo concept ambizioso; Combattimento profondo; I duelli sono incredibilmente intensi.
-
Il singleplayer manca di sostanza; Combattere più di un nemico alla volta di solito risulta impossibile.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati

For HonorScore

For Honor

RECENSIONE. Scritto da Kieran Harris

Vichinghi, Cavalieri e Samurai sono i grandi protagonisti del nuovo intenso brawler di Ubisoft.



Caricamento del prossimo contenuto