Italiano
Gamereactor
news

George R.R. Martin e un gruppo di altri scrittori citano in giudizio OpenAI

La causa afferma: "Al centro di questi algoritmi c'è il furto sistematico su larga scala".

HQ

Il genio creativo dietro i libri A Song of Ice and Fire, insieme a un gruppo di colleghi, tra cui lo scrittore di spionaggio John Grisham, hanno deciso di citare in giudizio OpenAI. La decisione deriva dal modo in cui l'azienda dietro il servizio utilizza i propri libri per addestrare e costruire i propri modelli linguistici che ChatGPT, tra gli altri, utilizza.

In totale, 17 diversi autori hanno unito le forze, tra cui Sarah Silverman, Christopher Golden e Richard Kadrey, oltre ai due precedentemente menzionati. Secondo i documenti depositati, si dice che:

"Questi algoritmi sono al centro della massiccia impresa commerciale degli imputati. E al centro di questi algoritmi c'è il furto sistematico su larga scala".

Pensi che le aziende di intelligenza artificiale dovrebbero pagare per il materiale su cui viene addestrato il loro software?

George R.R. Martin e un gruppo di altri scrittori citano in giudizio OpenAI

Grazie, Coin Telegraph.



Caricamento del prossimo contenuto