Italiano
Gamereactor
recensioni film
The Watchers

Gli osservati

Ishana Shyamalan ha realizzato un film quasi impossibile da guardare.

HQ
HQ

Che ti piacciano i film horror con un tocco soprannaturale, un tocco occulto, l'inspiegabile in agguato appena oltre il bordo della scena o meno, la premessa di The Watched, il debutto alla regia e alla sceneggiatura della figlia di M. Night Shyamalan, Ishana, è piuttosto solida, anche se solo da un'angolazione visiva e delineata artificialmente.

Cinque sconosciuti si trovano in un edificio di cemento in una foresta buia e torbida e si presentano a una gigantesca parete di vetro che è come uno specchio per loro. Possono vedere solo se stessi e l'un l'altro, ma sanno che il vetro è completamente trasparente dall'esterno. E ci sono ospiti dall'altra parte, ospiti mortali, malevoli, enigmatici, che si aspettano che queste persone si presentino, addirittura le impersonino.

The Watchers
Annuncio pubblicitario:

Questa è l'idea centrale di The Watched, e nei pochissimi momenti che funzionano davvero nel film leggermente orribile di Ishana Shyamalan (per tutte le ragioni sbagliate), è questo scenario che cattura la tua attenzione e si rifiuta di lasciarti andare.

Ma mentre questo scenario occupa un bel po' del trailer, è una piccola parte del film che troppo rapidamente, troppo ottusamente e troppo inefficacemente tenta di espandere inutilmente la propria mitologia di "chi", "cosa" e "perché", prosciugando la premessa del suo mistero intrinseco con la stessa rapidità con cui si può dire "The Happening".

Il mostro sotto il letto viene smascherato con una vendetta, le regole del gioco spiegate più e più volte, e consegnato da interpretazioni irregolari, per non dire altro, anche da Dakota Fanning, che è sempre una forza da non sottovalutare. Ma si trova di fronte a difficoltà insormontabili quando dialoghi noiosi e ricchi di esposizioni, scene piatte e mancanza di chimica tra i pochi che compongono il cast centrale bussano alla porta - duramente e inesorabilmente.

The Watchers
Annuncio pubblicitario:

Nulla in The Watched funziona davvero, dalla musica alla scenografia (tranne, di nuovo, alcune inquadrature iniziali piuttosto belle che giocano con il contrasto e il colore in modo inventivo), dalle esibizioni al ritmo. The Watched è sia troppo lungo che troppo corto, sovraespone e sottoespone allo stesso tempo, e sicuramente non fa paura - in nessun momento.

Sono fermamente convinto che M. Night Shyamalan abbia fatto più di un buon film, ma Ishana è partito piuttosto male qui. È difficile consigliarlo.

02 Gamereactor Italia
2 / 10
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto