Italiano
articoli
Halo: The Master Chief Collection

Halo: The Master Chief Collection - Greatest Hits

Con i sei giochi dall'universo di Halo e oltre 60 missioni, abbiamo pensato di segnalare alcune delle migliori che la serie offre.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Visto che Halo: The Master Chief Collection è arrivato a puntate su PC e Halo Infinite incombe sulla prossima generazione di console, passiamo in rassegna tutti i giochi principali della serie e selezioniamo le nostre missioni preferite. Inutile dire che ci sono più di qualche spoiler mentre ripercorriamo i più grandi successi di Halo, quindi sei avvisato!

Halo: Reach - Noble Actual - C'erano diversi livelli di Reach da prendere in considerazione per questa nostra panoramica, ma quale posto migliore per iniziare se non l'inizio, e Noble Actual è un ottimo apriscatole sotto ogni punto di vista. Ciò che funziona così bene in questa missione è il fatto che sai già esattamente cosa sta per accadere, eppure la tensione cresce fino al grande momento e tu sei di nuovo in attività e metti a segno colpi alla testa come se non ci fosse un domani. Naturalmente, il nome di questa missione allude alla nostra introduzione a Noble Team, l'unità Spartan d'élite con cui combattiamo durante questa campagna favolosa, l'ultima sviluppata da Bungie nel franchise. Giochiamo nei panni dell'enigmatico Noble 6, che si unisce alla squadra appena in tempo per unirsi alla lotta contro le forze Covenant che sono sbarcate sul pianeta Reach.

Halo: The Master Chief Collection

Halo: Reach - Long Night of Solace - Probabilmente la missione più importante dell'intero canto del cigno di Bungie, Long Night of Solace è una missione in più parti che offre suggestioni su tutti i fronti. Innanzitutto, c'è la sequenza in cui tu e i tuoi alleati combattete sulla spiaggia (e pensiamo che quella sequenza sia il migliore dei combattimenti sulla spiaggia in Cartographer - sì, è bellissima), poi siete tutti a bordo di una Sabre per una sequenza shoot'em'up di eccellenza, prima di combattere contro una nave Covenant in orbita attorno al pianeta per sferrare un colpo alla forza di invasione. C'è un colpo di scena alla fine che non sveleremo qui, ma inutile dirlo, ogni parte della missione vive a lungo nella memoria dei fan della serie e pensiamo che sia quasi imperdibile.

Halo: Reach - Pillar of Autumn - La nostra avventura su Reach si conclude con Pillar of Autumn, con i resti del Noble Team che fanno del loro meglio per aiutare l'omonima nave a fuggire dal pianeta con il suo carico prezioso. Il risultato è una corsa contro il tempo in cui tu e i tuoi compagni di squadra mettete tutto in gioco per completare la vostra missione. Infatti, Pillar of Autumn si conclude con una missione post-scriptum, chiamata Lone Wolf, che vede Noble 6 combattere contro gli invasori Covenant fino ad una fine amara. È roba potente, ma va bene perché la speranza vive; proprio mentre l'UNSC lascia la città, possiamo intravedere un certo Spartan addormentato di nome John 117.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Halo: Combat Evolved - Pillar of Autumn - No, non è un errore di battitura. La prima missione di Halo: Combat Evolved porta lo stesso nome dell'ultimo livello di Reach. Piuttosto ordinatamente, la prima e l'ultima missione della campagna principale che Bungie ha realizzato per la serie Halo iniziano e finiscono con Pillar of Autumn dell'UNSC. Naturalmente, questa missione si svolge a bordo dell'iconica nave, sulla quale i Covenant sono appena saliti, destando Master Chief dal suo sonno e spingendolo all'azione. La battaglia che ne risulta vede la nave schiantarsi sull'anello che dà il nome alla serie, ma quel primo incontro con i Covenant, con Grunt ed Elite che corrono in giro mentre si provano per la prima volta sia le armi umane che quelle aliene - è roba da leggenda. Probabilmente è il primo ricordo di Halo di molte persone, e potenzialmente anche il migliore.

Halo: Combat Evolved - The Silent Cartographer - L'anello su cui si trovano Master Chief e i suoi alleati si rivela un luogo strano e intrigante e la trama si infittisce davvero in questa quarta missione in Halo CE. Questa missione dimostra perfettamente in che modo Bungie ha messo insieme la serie, con un ampio sandbox pieno di nemici che puoi affrontare come meglio credi. Con molta azione sui Warthog e alcuni combattimenti davvero intensi, questo tuffo nel cuore dell'anello rimane a lungo nella memoria. Provalo in modalità Eroica o Leggendaria e sperimenta Halo come è pensato che venga giocato.

Halo: Combat Evolved - 343 Guilty Spark - Questa è un gioco da ragazzi e probabilmente la prima missione nella maggior parte delle liste. Perché? Perché 343 Guilty Spark è, infatti, il livello in cui due diventa tre e quando una guerra spaziale abbastanza standard tra l'umanità e i Covenant diventa un menage a trois e Flood invade la serie di Halo, cambiando irrevocabilmente la dinamica. Un minuto stai felicemente sparando ai Grunt, sentendoti molto in controllo della situazione, e in quello successivo sei inseguito da uno sciame implacabile di creature parassite che scendono su Chief quasi dal nulla. È una missione frenetica e senza fiato che stabilisce davvero una cosa in technicolor: questo gioco è davvero speciale.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Halo 2 - Outskirts e Metropolis - Ora stiamo un po' barando perché mettiamo insieme due missioni, ma in realtà fluiscono molto bene l'una nell'altra. In Outskirts, combatteremo per le strade di New Mombasa, ed è anche la prima missione di 2 in cui possiamo metterci al volante di un veicolo (che è probabilmente uno dei motivi per cui ci piace così tanto). Poi l'azione sfocia a Metropolis, dove i fan potrebbero ricordare che c'è un incontro con uno Scarab. Se non hai familiarità con la serie, queste enormi piattaforme di armi ambulanti sono una sfida formidabile e il tuo primo incontro è probabilmente il combattimento con i boss FPS più bello di tutti i tempi. Iperbole? Forse, forse no, ma con Master Chief che esce casualmente dalle macerie dopo ... Beh, ci viene la pelle d'oca solo a pensarci.

Halo 2 - The Arbiter - Ne mettiamo tre di fila ma non possiamo non consigliare The Arbiter come consiglio finale per Halo 2. Per la prima volta nella serie (fino a quel momento) era arrivato il momento di vestire i panni di un personaggio diverso da Chief, e Bungie non scherzava: il personaggio in questione non è altro che l'Arbiter, qui a caccia dei cosiddetti eretici per i Covenant. Con una colonna sonora suonata dagli Incubus, il lavoro di doppiaggio dell'attore Keith David e il caratteristico attraversamento che ha reso unico il ruolo dell'Arbiter, è certamente un livello memorabile nel grande schema delle cose, anche se non è il migliore (ma se hai appena giocato a Outskirts e Metropolis, dovresti probabilmente proseguire e fare una tripletta).

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Halo 3 - Tsavo Highway - Se c'è una cosa che Halo ha sempre fatto con successo è il combattimento su veicoli. Tsavo Highway ne è un ottimo esempio, in quanto mette Master Chief al posto di guida e gli chiede di premere il pedale sull'acceleratore. Non fraintendermi, non si tratta di un adattamento di Halo di Fast and Furious, devi comunque tornare spesso con i piedi per terra per combattere alcuni Grunt in una sostanza appiccicosa blu, il tutto proteggendo una squadra di marines, che francamente sembra essere più un pericolo per se stessi. Gestire un gruppo di esseri umani deboli e non potenziati, mentre uccidono gli sciacalli a centinaia di metri di distanza, colpire le teste dei Brute e far esplodere le torrette in mille pezzi, è il culmine perfetto del combattimento di Halo. Tsavo Highway è una missione davvero iconica in quanto offre ai giocatori un'idea di cosa c'è in serbo più avanti, ma è più di questo; è anche il primo incontro di Warthog di Halo 3, e penso che possiamo essere tutti d'accordo: il Warthog è il veicolo più bello di Halo.

Halo 3 - The Ark - The Ark è il primo di due livelli che chiede a Master Chief di trovare il cartografo, quindi di impedire al Profeta della Verità di sparare con gli Halo Rings. In tutto Ark, tuttavia, non ci sono molte quest, ma piuttosto si tratta più di far saltare in aria cose, di solito veicoli. In qualunque modo la pensi, abbattere uno scarab torreggiante è sempre un bel ricordo. The Ark presenta anche uno dei momenti più tristi della storia di Halo, un momento che ha portato alle lacrime anche il più duro degli appassionati di Spartan, la morte di Major Avery Johnson.

Halo 3 - The Covenant - In seguito agli eventi di The Ark, The Covenant promette più combattimenti tra veicoli, questa volta, tuttavia, con un maggiore focus su quelli in aria. Durante questa missione, a Master Chief viene chiesto di impedire al Profeta della Verità di sparare con gli Halo Rings, un evento che molti fan aspettavano da molto, molto tempo. A causa del tasso di successo di Chief, stiamo ancora aspettando, ma ciò non significa che arrivare a ridimensionare il Profeta della Verità non fosse incredibile. The Covenant ha preso tutte le parti migliori delle missioni più belle di Halo 3 e le ha riunite per un livello più in stile sandbox. Non c'era la massima libertà qui, ma sicuramente ha offerto del divertimento davvero esplosivo in Halo 3.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Halo 3: ODST - Coastal Highwa - ODST viene spesso trascurato nel franchise, e questo non è dovuto al fatto che sia brutto, piuttosto ci dice quanto siano buoni gli altri titoli. Prendi Coastal Highway, ad esempio, questa missione è tutto ciò che un livello di Halo dovrebbe essere, tranne in un gioco di Halo senza Chief. Ha quasi tutti i veicoli immaginabili, ci sono più possibilità di impugnare armi uniche rispetto alla maggior parte dei casi e, soprattutto, puoi abbatterlo con un paio di cacciatori. Metti insieme tutto questo, con una spolverata di meccaniche di Scontro a fuoco di ODST verso la fine, e otterrai una missione finale infernale, degna di Chief in persona.

Halo 4 - Dawn - Quando Bungie ha lasciato Microsoft e ha lasciato cadere i diritti su Halo, 343 Industries ne ha preso le redini. Le aspettative erano alte. Inutile dire che, dopo la conclusione di Halo 3 e Reach, pochi sapevano dove Halo intendeva andare, ma 343 ha sicuramente visto una luce alla fine del tunnel. La prima missione in Halo 4, Dawn, è quasi una rinascita di Master Chief, che lo vede passare attraverso una situazione simile a quella vista all'inizio di Combat Evolved. Dopo anni di crio-sonno, Chief si sveglia e si ritrova sui resti dell'UNSC Forward Unto Dawn, alla deriva nel freddo abisso dello spazio. Inaspettatamente, il processo di pensiero iniziale di Chief è semplicemente uccidere gli alieni, e così, armato di una pistola e pugni d'acciaio, Master Chief si mette al lavoro, dando inizio a un'era completamente nuova di Halo.

Halo 4 - Reclaimer - Non ci sono molte cose più interessanti che trascorrere un intero livello di Halo in giro in un carro armato delle dimensioni di un magazzino. Questo è esattamente ciò che Reclaimer porta in tavola. In qualità di Chief per tutta la durata del livello, il tuo compito sarà quello di salire e scendere da un carro armato Mammoth mentre attraversa il paesaggio polveroso, distruggendo vari pezzi della rete di cannoni a particelle del Covenant lungo la strada. La vita non è tutta rose e fiori, poiché Cortana si degrada lentamente durante la missione, aumentando di velocità e facendo faticare un po' Chief nel tentativo di salvare la sua compagna AI.

Halo 4 - Shutdown - Considerando la grandezza della direzione artistica di Halo, sembra un po' strano dirlo, ma Shutdown ha alcuni dei paesaggi più maestosi della serie. Questo livello vede Chief pilotare il suo Pelican mentre si tuffa a capofitto in pericolo (come sempre), per impedire al malevolo Didact di fuggire dalla superficie del pianeta. Con i suoi livelli selvaggi basati su spostamenti lenti lungo un pilastro verticale, fino allo straordinario spazio aereo nell'atmosfera di Requiem, Shutdown offre una visione fantascientifica davvero sbalorditiva.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Halo 5: Guardians - Swords of Sanghelios - Sappiamo che Halo 5 non è nella Master Chief Collection (ancora?), ma considerando dove siamo stati nel corso di questo articolo, sarebbe stato difficile non menzionarlo, e la missione Swords of Sanghelios è l'esempio perfetto di ciò che Halo 5 porta in tavola. È costruito su un livello che è sia visivamente sorprendente che pieno di azione, soprattutto perché puoi usare il duro mech Mantis per un po'. Swords of Sanghelios ha un sacco di angoli e fessure da esplorare, ma forse il suo più grande punto di forza è la varietà nei combattimenti, che si alternano tra esercitazioni da cecchino a lungo raggio e combattimenti ravvicinati in stretti e antichi corridoi di arenaria. La missione è anche una delle poche in tutta la trama di Halo 5 che viene combattuta solo contro i Covenant, il che senza dubbio rende i fan di Halo di lunga data ancora più felici.

Siamo stati cattivi e abbiamo ignorato i tuoi preferiti? Lancia una bomba adesiva nei commenti in basso e faccelo sapere!

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Testi correlati

Halo: Reach RemasteredScore

Halo: Reach Remastered

RECENSIONE. Scritto da Mike Holmes

L'ultimo gioco di Halo a firma Bungie diventa la iterazione della serie ad approdare su PC dopo anni e, nel complesso, è un buon ritorno.



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.