Italiano
Gamereactor
testi hardware

InZone Buds

InZone offre tutto ciò che serve.

PlayStation ha recentemente rivelato che dovremo aspettare fino a dicembre per ottenere i primissimi in-ear della piattaforma, il Pulse Explore. Dovrebbero costarti $ 199, ma se ti dicessi che non devi aspettare fino a dicembre e puoi pagare lo stesso per un prodotto che trovo molto difficile da superare, in qualsiasi modo.

Curiosamente, sto parlando di un altro prodotto Sony, ma questa volta della famiglia InZone. Hanno debuttato con varie cuffie l'anno scorso, e ora abbiamo raggiunto le InZone Buds, che supportano sia PC che PS5 e sono modellate sul grande successo WF-1000XM5.

Il case è grande, e questo è in parte dovuto al fatto che il case stesso ha fatto spazio al dongle wireless a 2,4 GHz. È bello vedere che puoi portare con te la custodia senza doverti preoccupare di dimenticare nulla di vitale e, inoltre, i dispositivi durano ben 12 ore a 2,4 GHz e possono essere ricaricati con qualcosa come 36 ore dalla custodia, quindi ci sono molte ore di utilizzo tra il tempo di ricarica reale.

InZone Buds

I dispositivi sono basati sul già citato WF-1000XM5s, ma hanno naturalmente una combinazione di colori bianca e un profilo più curvo. Sono piuttosto grandi e pesanti, ma a causa di una strana curvatura al centro, il peso nelle orecchie scompare e viene sostituito dal comfort e dalla destrezza. Questi sono davvero comodi. C'è anche il Bluetooth, quindi si accoppiano automaticamente con il telefono per la corsa e quindi danno automaticamente la priorità alla PS5 o al PC quando giochi.

Annuncio pubblicitario:

Non c'è RGB, grazie per questo, ci sono quattro suggerimenti extra per i tuoi dispositivi, grazie per questo, e tramite Bluetooth, l'utilizzo aumenta a qualcosa come 24 ore con una singola carica. Ci sono piccoli fastidi, non c'è dubbio: la cerniera del case è troppo allentata e allentata e sarebbe inaccettabile per un paio di auricolari a metà prezzo, e InZone Hub di Sony è disponibile solo su Windows. E sì, questo è il cavo USB-C più corto che abbiamo mai avuto per un pezzo di elettronica di questo tipo.

InZone Buds utilizza il driver dinamico X di Sony a 8,4 mm e il risultato è semplicemente sorprendente. Che si tratti di Baldur's Gate III, Marvel's Spider-Man 2 o un podcast Third Ear in corsa, c'è equilibrio, firma e atteggiamento nelle InZone Buds, e anche se ovviamente non possono sostituire l'ampiezza delle cuffie enormi, siamo più vicini di quanto si possa pensare.

InZone Buds

C'è anche il suono spaziale (che richiede di fotografare le orecchie con il telefono, il che è un processo a dir poco ridicolo) ma questa funzione non ha impressionato del tutto. In realtà c'è una buona separazione tra i livelli e la distanza nel suono senza l'audio spaziale, quindi l'effetto è stato molto blando... a dir poco.

Annuncio pubblicitario:

Ci sono buoni controlli touch su ciascuno, un microfono affidabile che rimane chiaro nella maggior parte delle condizioni e zero problemi di connettività durante tutto il periodo di test. D'altra parte, gli InZone Buds sono un po 'esigenti su quali porte USB-C si collegheranno. Funziona su PS5, PC e Switch, ma non su Xbox Series, né su Steam Deck (questo potrebbe essere un bug). Inoltre, non esiste un'app iOS/Android in modo da poter apportare modifiche in movimento, il che è anche strano.

Ma tutto sommato, le InZone Buds sono una vittoria piuttosto grande, e sono un set di in-ear che ho difficoltà a vedere le Pulse Explore battere allo stesso prezzo.

09 Gamereactor Italia
9 / 10
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto