Italiano
Gamereactor
recensioni
Haven

Haven - La recensione di un'appassionata storia d'amore

Ma è stato amore a prima vista o solo un brutto primo appuntamento?

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Non avrei mai immaginato neanche nei miei sogni più sfrenati che il sequel dell'hack and slash Furi sarebbe stato un JRPG romantico, ma eccoci qui! Invece di far ribollire il nostro sangue mettendoci davanti a una serie di duri scontri con i boss, Haven è un molto più terapeutico, poiché si concentra sulla cucina, il crafting e l'esplorazione. Sicuramente dimostra che The Game Bakers punta ad essere innovativo, ma come è andata con questo sequel?

Haven segue la storia di Yu e Kay, una coppia di giovani amanti che sono fuggiti dal loro pianeta natale e hanno sacrificato tutto per un futuro insieme. I due provengono da un mondo in cui le relazioni sono organizzate con forza da un'entità misteriosa nota come Matchmaker, quindi il loro amore è praticamente proibito. Nel corso della storia, inizi a scoprire i misteri che circondano il nuovo mondo in cui ti trovi e apprenderai di più sulla relazione e sul retroscena della coppia. È praticamente la trama dell'episodio Hang the DJ di Black Mirror, che gli sviluppatori lo intendessero o meno (speriamo che tu l'abbia visto per capire il riferimento).

Posso dirlo con certezza fin dall'inizio: se non sei minimamente interessato alle storie d'amore, Haven non sarà il gioco per te. Yu e Kay sono praticamente esclusivamente gli unici personaggi a cui è stato concesso un tempo significativo sullo schermo, e la maggior parte della storia è incentrata sui loro pensieri, sentimenti e su come affrontano questa situazione problematica insieme. Può sembrare banale e anche un po' spinto a volte, ma trovo che entrambi i personaggi appaiano immediatamente simpatici e che la loro relazione sia credibile. C'è Kay che è un po' ottuso ma tutto sommato di buon carattere, e Yu, che ha una personalità focosa ma è altrettanto premurosa e affettuosa. I due si complimentano a vicenda e sono rimasto sorpreso dall'ampiezza dei dialoghi durante azioni come cucinare e campeggiare.

Dunque, ho menzionato la storia, ma in cosa consiste principalmente il gameplay? Beh, dopo aver familiarizzato con i due protagonisti, si scopre che la tua nave è stata gravemente danneggiata e spetta a te cercare in tutto il pianeta i pezzi mancanti. La mia prima grande critica nei confronti di Haven è che questo obiettivo sembra davvero noioso, poiché devi semplicemente esplorare la mappa e recuperare quei componenti pezzo per pezzo. La parte frustrante è che devi teletrasportarti sulla tua nave ogni volta che trovi un nuovo pezzo. In seguito, puoi sbloccare un sistema di viaggio veloce per alleggerire il peso di questo, ma sembra semplicemente un filler inutile per far progredire la storia.

HavenHaven

Il pianeta non è solo un mondo aperto senza soluzione di continuità ed è costituito da diverse piccole isole separate da schermate di caricamento. Queste schermate di caricamento sono frequenti, ma fortunatamente, grazie all'SSD di Xbox Series X, le ho trovate velocissime. Attraversare questi pianeti è anche divertente poiché Kay e Yu scivolano lungo l'ambiente e non si limitano a camminare a piedi. La cosa fantastica è che dovrai librarti in aria per raggiungere altre piattaforme usando questa meccanica seguendo i fasci di luce noti come Flow Threads. Questi sono sparsi per le isole e richiedono di seguire ogni loro cambiamento prima di poter assorbire tutta la loro energia.

Mi sono ritrovato ad avere un rapporto un po' di amore-odio con il sistema di combattimento, poiché è unico, ma al tempo stesso piuttosto anche un po' goffo. Se giochi da solo prendi il comando di Yu e Kay simultaneamente usando un lato del controller per i comandi di ciascun personaggio, dove l'azione è un ibrido di meccaniche a turni e in tempo reale. Ciò che intendo con questo è che le azioni vengono eseguite selezionando una delle quattro opzioni (Esplosione, Impatto, Scudo e Pacifica), ma i nemici non esiteranno ad attaccare prima che tu abbia effettuato la tua selezione. Mi piace molto questa idea, ma dover leggere le mosse dei miei avversari e fare fatica a controllare due personaggi a volte è un po' eccessivo. Questo è forse risolto in co-op, poiché qui i giocatori hanno solo un personaggio da comandare. Purtroppo, però, non sono riuscito a provarlo.

Il crafting e la cucina sono due pilastri principali di Haven, poiché la tua salute non si rigenera automaticamente anche se vieni messo KO durante il combattimento. All'interno del nido puoi cucinare i pasti utilizzando gli ingredienti che hai raccolto nel mondo e puoi creare medicine usando i frammenti trovati sul terreno. Ancora una volta, ho sentimenti contrastanti per la sua esecuzione finale. Il dover raccogliere questi materiali mi ha dato qualcosa di più da fare oltre a spostarmi dal punto A al punto B, ed è stato divertente sperimentare ricette diverse per capire cosa mi avrebbe dato i migliori buff. Quello che non mi è piaciuto, tuttavia, è che allunga solo il brodo, poiché non potevo caricare di nuovo in battaglia dopo aver fallito senza dover cercare gli ingredienti per crearli.

Haven

Da un unto di vista grafico, Haven è un gioco strepitoso e posso dire senza problemi che è uno degli indie più belli che ho giocato su Xbox Series X. I colori sono vibranti e ha un aspetto che mi ha ricordato moltissimo la serie Gravity Rush. Mi piace molto anche il fatto che le sequenze dei dialoghi vengano visualizzate come immagini fisse in stile cartone animato, poiché ciò contribuisce a creare un contrasto divertente. La musica è paradisiaca in quanto è un affascinante mix di suoni ambientali ed elettronici. Gli stessi loop possono diventare ripetitivi dopo un po', ma sono certamente orecchiabili (in effetti, ne ho uno in mente proprio ora mentre sto scrivendo questa recensione!).

Purtroppo, non è stato amore a prima vista per me e Haven. Ho trovato che il suo combattimento, giocare da solo, fosse piuttosto complicato e le cose sono diventate presto ripetitive quando ho individuato tutte le componenti della mia astronave. Haven si distingue grazie ai suoi personaggi, poiché Kay e Yu sono immediatamente simpatici e mi sono ritrovato coinvolto nel loro viaggio verso l'ignoto. Anche la grafica è di prim'ordine per essere un gioco indipendente e la sceneggiatura è arricchita da molte interazioni diverse. Ha i suoi difetti, questo è certo, ma se stai cercando qualcosa con una bella storia con cui intrattenerti, allora Haven è una buona opzione.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità
HavenHaven
06 Gamereactor Italia
6 / 10
+
È uno degli indie più belli che abbia mai giocato su Xbox Series X, Yu e Kay sono una coppia di protagonisti immediatamente simpatici.
-
Il combattimento è un po' goffo se si gioca da soli, il ciclo di gioco è ripetitivo, la guarigione è possibile solo cucinando, dormendo e craftando.
overall score
Questo è il voto del nostro network. E il tuo qual è? Il voto del network è la media dei voti di tutti i Paesi

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto


Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.