Italiano
Gamereactor
news

Il COO di Embracer lascia l'azienda per avviare la propria società di videogiochi

Nonostante la loro partenza, Egil Strunke crede che Embracer "emergerà più forte e con un futuro lungo e luminoso davanti a loro".

HQ

In questo tumultuoso anno 2023 che ha regalato a noi giocatori tanta gioia con i loro videogiochi quanto instabilità e licenziamenti alle persone che li hanno creati, c'è una grande azienda che non ha smesso di perdere lavoratori, proprietà intellettuale e persino di chiudere interi studi: Embracer Group.

Quest'anno, la holding svedese ha visto le sue ambizioni di crescita stroncate dalla perdita di un accordo da un miliardo di dollari che ha fatto crollare le azioni della società, e che ha portato a una profonda ristrutturazione con la chiusura di studi come Volition (Saints Row) e licenziamenti di molti membri del personale di Zen Studio, Crystal Dynamics o Gearbox (dove è stata addirittura presa in considerazione la vendita dello studio e dell'IP di Borderlands).

E se le cose non si mettessero bene, la notizia di oggi non rassicurerà nessuno. Egil Strunke, fino ad ora Chief Operating Officer di Embracer Group, ha reso pubblico oggi di aver lasciato la sua posizione presso l'azienda la scorsa settimana.

"La scorsa settimana ho lasciato Embracer Group come COO, ed è con sentimenti contrastanti che mi sto separando da questo fenomeno aziendale globale, radicato a Karlstad, in Svezia.

Da un lato sono grato per aver avuto la possibilità di lavorare con l'unico [CEO] Lars Wingefors e tutti gli altri colleghi FANTASTICI (troppi da citare!) che mi dispiacerà lasciare. D'altra parte, sono entusiasta delle opportunità che mi attendono: avviare e costruire la mia azienda: Strunke Games".

Nella stessa dichiarazione, Strunke ha fatto riferimento ai momenti difficili che ha affrontato quest'anno e ai suoi desideri per il futuro.

"Sebbene l'ultimo anno sia stato difficile, in linea con i cambiamenti generali del mercato e il consolidamento del settore, sono fiducioso che Embracer emergerà più forte e con un futuro lungo e luminoso davanti a sé".

Il COO di Embracer lascia l'azienda per avviare la propria società di videogiochi

Grazie, VGC.



Caricamento del prossimo contenuto