Italiano
Gamereactor
preview
Mario vs. Donkey Kong

Mario vs. Donkey Kong Hands-on: un barile di risate

Abbiamo dato un'occhiata al remake di Nintendo del classico puzzle-platform.

HQ

Inserendosi perfettamente tra il remake di Super Mario RPG e Paper Mario: The 1000 Year Door, Mario vs. Donkey Kong su Switch ci offre un altro nuovo sguardo su un classico spin-off di Mario. Se non avete ancora provato il titolo originale per Game Boy del 2004, non preoccupatevi, nemmeno io, ma questo non impedisce a nessuno di divertirsi con questo vibrante puzzle platform.

Vale la pena sottolineare la parte puzzle di questo gioco qui. Mario vs. Donkey Kong potrebbe far pensare che si tratti di una sorta di gioco di combattimento, ma in realtà si tratta di un forte rompicapo. Ogni livello è composto da due piccole aree che hanno meccaniche diverse con cui scherzare a seconda del mondo in cui ci si trova. Puoi esplorare un po' tenendo premuto il pulsante R per vedere dove si trovano i regali collezionabili su una mappa, ma per il resto quello che ottieni è praticamente seduto proprio di fronte a te.

HQ

Il gameplay richiede salti e corse meno precisi, ma una maggiore pianificazione da parte del giocatore. Non ci sono ancora stati veri grattacapi per me, ma mettere insieme la tua strategia e poi eseguirla può richiedere tempo, il che è essenziale in Mario vs. Donkey Kong. Finora, il timer non è stato troppo pressante, ma ci sono molti modi per aggirarlo se hai bisogno di passare più tempo su un livello.

Annuncio pubblicitario:

Ogni volta che si riesce in un livello, ci si avvicina un po' di più alla ricerca di Donkey Kong, che ha rubato un mucchio di giocattoli di Mario chiamati Mini-Mario. Questa storia sembra piuttosto appropriata anche 20 anni dopo l'uscita del gioco originale, poiché nell'era dei collezionisti di Funko e Amiibo, è facile immaginare qualcuno che insegue una scimmia di grandi dimensioni per una collezione di figurine di plastica. Inoltre, mi piace immaginare che Mario apporterà un grosso cambiamento da questo merchandising, quindi gli dà ancora più motivi per inseguire Donkey Kong. Alla fine di ogni mondo, ti viene data la possibilità di combattere Donkey Kong dopo un altro puzzle in cui guidi i tuoi Mini-Mario a raccogliere alcune lettere. Di solito, queste battaglie contro DK ti fanno evitare di cadere ostacoli, barili e altro fino a quando non riesci a raccogliere qualcosa e lanciarglielo contro. Risciacquare e ripetere fino a quando non passa al mondo successivo. È semplice, ma funziona, e i livelli sono abbastanza veloci che non mi sono ancora annoiato.

Mario vs. Donkey Kong

Oltre a capire cosa fare in ogni livello del puzzle, dovrai abituarti ad alcune semplici meccaniche per far funzionare tutto. Mario può raccogliere qualsiasi cosa, dai bidoni della spazzatura ai nemici (purché atterri prima sulla loro testa) per andare avanti. Lanciare oggetti in giro è divertente come ci si aspetterebbe, basta essere in grado di lanciare i nemici fuori dalla mappa se lo si desidera. Sconsiglierei di farlo, in realtà, poiché i nemici che scompaiono del tutto si rigenereranno sulla stessa piattaforma su cui hanno iniziato, il che ha portato a più morti imbarazzanti.

La verticale di Mario è probabilmente la cosa che preferisco in questo gioco finora, se non altro per quanto sia impressionante vedere quel piccolo idraulico paffuto camminare sulle sue mani e poi passare a un doppio salto mortale frontale. La sua forza principale deve essere pazzesca. La verticale di Mario può aiutarti a raggiungere piattaforme più alte, come puoi immaginare, ma ti rende anche invulnerabile alla caduta di oggetti, anche se sembrano colpirti proprio in testa. Queste semplici meccaniche sono pulite in Mario vs. Donkey Kong, ma non aggiungono molta profondità al gameplay.

Annuncio pubblicitario:
Mario vs. Donkey Kong

Se stai cercando una vera e propria sfida enigmatica, Mario vs. Donkey Kong non me ne ha ancora fornita una. Sono ancora all'inizio e mi aspetto che la sfida aumenti, ma a parte alcuni semplici errori in uno scarto con Donkey Kong, è stato abbastanza fluido. Sono abbastanza sicuro che una sfida seria non sia l'obiettivo qui, però, quindi non sarò troppo duro per questo. La grafica brillante e adorabile, insieme alla solida varietà di livelli e nemici, abbinata all'adorabile suono "yippee" che ogni Mini-Mario emette una volta che è stato salvato, mi ha permesso di passare un bel po' di tempo con Mario vs. Donkey Kong finora, e non vedo l'ora di continuare con il resto di questo ultimo esempio dell'impegno di Nintendo per l'idraulico.

Mario vs. Donkey Kong

Testi correlati



Caricamento del prossimo contenuto