Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
preview
Marvel's Avengers

Marvel's Avengers - Provato alla Gamescom 2019

In occasione della Gamescom di Colonia abbiamo potuto provare con mano l'atteso action RPG di Crystal Dynamics.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Tra gli eventi più importanti di quest'anno non può non essere annoverata la conclusione di un'epopea raccontata attraverso 22 film. La saga delle pietre dell'infinito del Marvel Cinematic Universe iniziata nel 2008 si è chiusa con il campione di incassi Avengers: Endgame.

La realizzazione di un videogioco che riesca a cavalcare l'onda mediatica generata dai film degli Avengers rappresenta indubbiamente una scelta di mercato vincente. Crystal Dynamics con il suo Marvel's Avengers avrebbe potuto fare esattamente questo, tuttavia la casa di sviluppo ha stranamente scelto di non far coincidere le proprie tempistiche con quelle cinematografiche, scelta che molti uomini d'affari avrebbero certamente criticato. Eppure cavalcare l'onda della popolarità non è l'unica via per ottenere il successo, soprattutto quando dietro il tuo prodotto c'è effettivamente della qualità. In occasione della Gamescom di Colonia abbiamo nuovamente potuto provare direttamente con mano il gioco. Ecco le nostre considerazioni in merito.

Marvel's Avengers

Come avevamo già visto alla conferenza stampa di Square Enix all'E3, Marvel's Avengers inizia a San Francisco durante la giornata di celebrazione degli Avengers. Un improvviso assalto terroristico sul Golden Gate Bridge getta la città nel caos più totale, costringendo il gruppo di eroi ad unirsi per fermare i terroristi dal rovinare la loro giornata e prendere il controllo delle loro potenti portaerei. Tutto quello che abbiamo appena descritto viene utilizzato come contesto per portare il giocatore ad affrontare un lungo tutorial pieno d'azione di circa 30 minuti. Il primo personaggio con cui abbiamo potuto affrontare questa sezione è stato il possente Thor. Il suo schema di controllo potrebbe sembrare stranamente familiare ai fan di God of War del 2018, essendo molto simili tra di loro. Gli attacchi veloci vengono eseguiti tramite la pressione del tasto quadrato, mentre con il triangolo si eseguono gli attacchi potenti - naturalmente i due tipi di attacco possono essere combinati per formare varie combo. Per ferire seriamente i suoi nemici, Thor può eseguire degli attacchi speciali con R1 e L1, scatenando distruzione e devastazione sul campo di battaglia. Il supereroe è anche in grado di lanciare il proprio martello mirando con R2 e di richiamarlo in qualunque momento premendo L2, proprio come in God of War. Indipendentemente dalle forti similitudini con la divinità greca preferita dai videogiocatori, Thor risulta estremamente divertente da giocare, e, cosa ancora migliore, le sue mosse ricalcano perfettamente quelle viste nei film degli Avengers o in Thor: Ragnarok.

Marvel's Avengers

Discutendo con Crystal Dynamics sul gameplay del titolo, ci è stato più volte ripetuto come ogni personaggio fosse profondamente diverso dagli altri, cosa che tuttavia non ci è sembrata proprio tale durante la nostra prova con Marvel's Avengers. Lo schema di controllo di Vedova Nera, di Capitan America o persino dell'incredibile Hulk, ci è parso infatti molto simile a quello dello stesso Thor. Certo, Iron Man può volare e sparare potenti raggi d'energia, Vedova Nera è estremamente agile ed è in grado di utilizzare le sue classiche prese da wrestling, Capitan America può lanciare in giro il suo scudo ed Hulk è una forza di distruzione inarrestabile. C'è abbastanza varietà da creare delle distinzioni tra i vari personaggi giocabili, ma di certo non si tratta di esperienze completamente diverse tra loro. L'unico punto sottotono della sequenza da noi provata è stato l'incontro con un boss piuttosto generico alla fine della demo, che abbiamo affrontato in uno scontro fin troppo scriptato e anti-climatico. Alla fine della nostra prova, abbiamo trovato Thor il personaggio più divertente da giocare, con Capitan America che gli si piazza vicino in seconda posizione.

Fortunatamente dal punto di vista scenico Marvel's Avengers non delude affatto. Le esplosioni, i particellari, i fulmini irradiati dal Mjolnir e persino lo scudo che sfida le leggi della gravità di Capitan America, ognuno di questi elementi è stato rappresentato come se fosse stato preso direttamente dal MCU. Abbiamo davvero avuto la sensazione di star controllando il nostro Avengers preferito, e questo non può che essere un grandissimo risultato per un gioco a loro dedicato. Purtroppo i modelli dei personaggi, per quanto dettagliati, risultano certe volte un po' sottotono a causa della grandissima familiarità che un po' tutti abbiamo nei confronti del MCU.

Marvel's Avengers

Nonostante non abbiamo avuto la possibilità di provarla direttamente con mano, Crystal Dynamics ci ha parlato a lungo della componente multiplayer del titolo. Marvel's Avengers sarà diviso in due distinte parti: la campagna singleplayer e una modalità multiplayer chiamata zone di guerra. Se la campagna è realizzata per lupi solitari e non permette di giocare in co-op, le zone di guerra promettono di mantenere per anni immutato l'interesse sul gioco. Ideati come livelli aperti, le zone di guerra portano gli Avengers dall'America sudoccidentale alle aree più distanti del pianeta. I giocatori parteciperanno a missioni e aumenteranno di livello il proprio personaggio, sbloccando una pletora di nuove abilità da diversi skill tree - un po' come avviene in Assassin's Creed Odyssey o persino in World of Warcraft. Questi alberi delle abilità cambieranno in base al tipo di classe che si sceglie di dare al proprio Avenger. Thor per esempio può essere costruito come un tank pesante oppure come un potente DPS. In termini di progressione, ogni Avenger sbloccherà equipaggiamenti diversi con abilità e capacità extra. Il sistema è molto simile a quello di Destiny, dove l'equipaggiamento epico è rappresentato dal colore viola, il raro dal blu e così via. Insomma, nulla di nuovo da questo punto di vista.

Nonostante non brilli esattamente per originalità e i personaggi presentino un aspetto non propriamente riuscito, Marvel's Avengers resta un titolo promettente. Una combinazione tra una campagna singleplayer ben strutturata, un gameplay divertente e degli ambiziosi progetti a lungo termine con personaggi e missioni aggiuntive per il multiplayer, potrebbero rappresentare la ricetta giusta per permettere a Crystal Dynamics di realizzare un titolo che riesca veramente a dare la sensazione di star controllando alcuni tra i supereroi più iconici di sempre.

Stai guardando

Preview 10s
Next 10s
Pubblicità

Testi correlati

Marvel's Avengers: annunciata Ms. Marvel

Marvel's Avengers: annunciata Ms. Marvel

NEWS. Scritto da Sam Bishop

In occasione del New York Comic Con 2019, Square Enix e Crystal Dynamics hanno annunciato che l'amatissima Kamala Khan sarà l'ultimo supereroe giocabile di Marvel's...



Caricamento del prossimo contenuto