Gamereactor / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands / 中國
Gamereactor
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
news

Dal 4 aprile a Milano al via la mostra Game Video/Art

Quando l'arte incontra il videogioco.

Facebook
TwitterRedditGoogle-Plus

A partire dal prossimo 4 aprile fino al 31 luglio, lo spazio espositivo IULM Open Space dell'Università Iulm di Milano ospiterà la mostra Game Video/Art. A Survey, evento ufficiale della XXI Esposizione Internazionale della Triennale di Milano, XXI Century. Design After Design. La mostra è la più completa rassegna di installazioni videoludiche mai organizzata in Italia e propone una selezione di opere realizzate da trenta artisti internazionali tra il 2006 e il 2016.

Altrimenti note come machinima, queste opere si collocano all'intersezione tra videogame e cinema, teatro e animazione. Sviluppate attraverso l'appropriazione creativa di titoli popolari come The Sims, SimCity, Grand Theft Auto e Call of Duty, queste installazioni non hanno semplicemente generato una nuova estetica bensì un nuovo modo di giocare con l'immagine. Esempio paradigmatico di remix, il machinima sollecita una riflessione sui ruoli dell'autore e dello spettatore nell'era digitale.

Invertendo i termini "video" e "gioco" nel titolo, i curatori enfatizzano la natura propriamente visiva del videogame e propongono un'esperienza essenzialmente ottica sottolineando l'esigenza di una modalità di fruizione attenta. In secondo luogo, il concetto di Game Art allude all'uso di princìpi, meccanismi, tecnologie ed estetiche ludiche per produrre esperienze artistiche. Nel contesto della mostra, il videogioco è quindi considerato come mezzo anziché fine, come strumento anziché prodotto.

Le videoinstallazioni saranno accompagnate dalle opere pittoriche di Miltos Manetas, artista di origine greca, che ritraggono soggetti, spazi e situazioni dell'immaginario tecnologico. La selezione di opere tratte dalle serie Playing Videogames, Peripherals e Point of View (1996-2005) è integrata da Miracle (1996), il primo machinima d'artista, presentato alla mostra Joint Ventures curata da Nicolas Bourriaud presso la Basilico Gallery di New York. È inoltre proposto, in anteprima assoluta per l'Italia, The Night Journey, l'ultimo progetto di Bill Viola sviluppato insieme al Game Innovation Lab della University of Southern California di Los Angeles.

Suggerita e fortemente voluta da Gianni Canova, Pro-Rettore con delega alla Comunicazione, eventi e rapporti con le istituzioni culturali, la mostra è curata da Matteo Bittanti e da Vincenzo Trione, Preside della Facoltà di Arti, turismo e mercati. Game Video/Art. A Survey, realizzata con la collaborazione degli studenti del II anno del Corso di Laurea Magistrale in Arti, patrimoni e mercati, con il coordinamento di Anna Luigia De Simone, offre una panoramica e insieme cerca di formulare ipotesi sul futuro di una pratica artistica legata all'immaginario videoludico.

Per visitare la mostra, di seguito le coordinate:

Università di Lingue e Comunicazione IULM

IULM Open Space - IULM 6
Via Carlo Bo, 3
Milano