Gamereactor follow Gamereactor / Dansk / Svenska / Norsk / Suomi / English / Deutsch / Español / Português / Français / Nederlands / 中國 / Indonesia
Gamereactor Close White
Accedi






Password dimenticata?
Non sono iscritto, ma vorrei esserlo

Oppure effettua il log-in con Facebook
news

I pirati di Nintendo Switch hanno introdotto un codice anti-pirateria al firmware

Insomma, i pirati non possono essere piratati.

  • Testo: Sam Bishop

Facebook
TwitterRedditGoogle-Plus

I pirati sono una piaga oramai ben presente nel settore e in queste ore Ars Technica ha riportato una piccola storia divertente secondo cui i creatori di un firmware abilitato alla pirateria per Switch hanno introdotto un codice anti-pirateria per impedire alle persone di piratare il firmware. Una sorta di inception.

Il SX OS personalizzato di Team Xecutor può essere acquistato gratuitamente, ma dovrete pagare una copia con licenza per caricare le versioni pirata di titoli di copyright Switch, come segnalato dal ricercatore Mike Heskin sul suo blog.

Heskin lavora sul firmware homebrew Switch open source del Team ReSwitched e ha scoperto che SX OS modifica il codice del Team ReSwitched, violando la licenza open source, e Heskin dice: "Anche il codice per comunicare con il proprio server di licenza utilizza una libreria crittografica open source quindi, sì, ci sono più violazioni di licenza qui".

Il Team Xecutor ha parlato con The Verge sulla questione, difendendosi dicendo: "Implementiamo gli inconvenienti per salvaguardare l'anti-manomissione del nostro file di avvio SX OS per mantenere un vantaggio competitivo."

"Il nostro prodotto è stato progettato con la massima stabilità e trasparenza possibile", aggiungono. "Ogni volta che qualcuno gestisce il nostro sistema operativo SX, è possibile che stiano gestendo un prodotto sicuro e ben collaudato, non possiamo garantire pari funzionalità e prestazioni quando vengono apportate modifiche e quindi non supportano modifiche non autorizzate."

Cosa ne pensate dell'intera situazione?