Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
news

Nintendo intenta una causa milionaria contro due siti di giochi emulati

LoveROMs e LoveRETRO nel mirino della compagnia.

È abbastanza risaputo che Nintendo non nutra grande amore nei confronti dei siti che offrono versioni emulate dei suoi giochi e di recente l'azienda nipponica ha fatto causa a due famosi siti di ROM ed emulatori di vecchie console Nintendo, LoveROMs e LoveRETRO, per infrazione di copyright. I motivi dietro questa azione legale sono stati raccolti in una documentazione di circa 27 pagine, che viene riassunta come segue:

"Il sito Web LoveROMs riceve da solo 17 milioni di visitatori al mese e questi visitatori sono attirati dal sito dalla vasta disponibilità di copie gratuite e non autorizzate dei videogiochi Nintendo e di altre preziose proprietà intellettuali.La conseguente popolarità dei siti Web Defendants, LoveROM e LoveRETRO, ha permesso a Defendants di ottenere sostanziali guadagni illeciti, anche attraverso donazioni e vendita di pubblicità sui siti web LoveROMs e LoveRETRO".

Nintendo chiede 150 mila dollari per ogni gioco e fino a due milioni di dollari per ogni infrazione dei marchi Nintendo. A seguito della causa condotta dalla compagnia, LoveROMS ha rimosso tutti i giochi Nintendo, anche se i giochi per altre console restano disponibili, mentre LoveRETRO "è stato effettivamente chiuso fino a nuovo avviso".

Dunque, sembra che Nintendo non sia in alcun modo intenzionata a fare un passo indietro nei confronti di chi sfrutta in modo illegale le sue IP. Siete d'accordo con la mossa condotta dalla società nipponica?

Si ringrazia PCGamer.