Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Gamereactor Italia
preview
No Man's Sky

No Man's Sky VR - Provato

Ci siamo messi in viaggio nell'open universe creato da Hello Games per scoprire questa nuova intrigante funzionalità in arrivo gratis quest'estate.

Skip

La vita di No Man's Sky non è partita sotto una buona stella. Dopo le numerose difficoltà affrontate da Hello Games nel corso del suo ciclo di sviluppo - a partire da un'alluvione che allagò gli uffici dello studio, rallentandone di conseguenza la lavorazione - le cose non sono andate meglio al momento del lancio, dal momento che, a detta dei giocatori, lo studio britannico aveva mentito su molte funzionalità promesse in quanto mancanti. E in effetti Hello Games non ha mai nascosto questa mancanza, provando in tutti i modi ad instaurare un dialogo con la sua community tradita per provare a risollevare le sorti del gioco. Tuttavia, nonostante gli sforzi, No Man's Sky è diventato vittima di numerosi attacchi che ha spinto molti giocatori ad abbandonare l'esperienza ancor prima che entrasse nel vivo. A fronte di un tale rifiuto e di una risposta così massicciamente negativa, chiunque avrebbe lasciato morire il progetto, ammettendo di aver sovrastimato le proprie capacità e un prodotto per cui, forse, il pubblico non era ancora pronto. Ma non Hello Games.

Lo studio si è infatti rimboccato le maniche e nelle settimane e mesi successivi ha continuato a lavorare sodo, provando a correggere il tiro, a mantenere quelle promesse non inizialmente mantenute per ristabilire un contatto con la sua community. Ed ora, a distanza di quasi tre anni dal suo lancio ufficiale, il simulatore spaziale è un gioco completamente diverso rispetto agli inizi, un prodotto che si presenta molto più ricco, coinvolgente ed entusiasmante rispetto a ciò che era uscito su PlayStation 4 e PC nel lontano 2016. Hello Games ha continuato ad aggiornare senza sosta il suo gioco con nuovi contenuti e funzionalità e, non ultimo, ci aspetta un update decisivo atteso per la prossima estate, chiamato No Man's Sky: Beyond. Questo nuovo contenuto - oltre alla richiestissima modalità social/multiplayer, che punta a rivoluzionare l'approccio cooperativo dei giocatori e offrire nuovi modi per esplorare insieme l'universo generato in modo procedurale - aggiungerà anche un supporto alla realtà virtuale, volto a rendere ancora più immersiva questa esperienza di gioco. Durante il PlayStation VR Showcase tenutosi a New York pochi giorni fa, abbiamo avuto l'opportunità di testare per una breve sessione di gioco questa modalità che, sin dai primi istanti, ci ha davvero convinto.

No Man's SkyNo Man's Sky

Non appena abbiamo indossato l'headset di Sony, una sviluppatrice di Hello Games che ha guidato la nostra sessione hands-on ha subito voluto precisare un aspetto molto importante: la funzionalità VR di No Man's Sky non sarà una modalità separata, ma si applica a tutto il gioco. In altre parole, i giocatori avranno l'opportunità di esplorare tutti i pianeti dell'universo creato da Hello Games con il proprio PlayStation VR esattamente come farebbero nel gioco standard, un elemento che punta ad offrire una bella sensazione di immersione nei mondi colorati e variegati di questa esperienza di gioco. In realtà, adattarsi al visore VR di Sony e giocare a No Man's Sky in questo modo non è mai stato più naturale: i giocatori possono muoversi con il teletrasporto quando si è a piedi sul pianeta utilizzando il jetpack (comandabili tramite i PlayStation Move), ma anche con veicoli di varia natura, a partire dalla nostra astronave.

È forse proprio in questo momento che abbiamo scoperto l'incredibile potenziale sotteso a questa modalità, per l'eccezionale sensazione di onnipotenza che abbiamo a bordo della navicella spaziale grazie all'illusione di controllo tramite i controller Move. Infatti, spingere l'acceleratore con una mano, mentre si manovra la propria nave spaziale con l'altra, restituisce una sensazione davvero impagabile, che ci risulta molto difficile replicare nella versione standard, nonostante la visuale in prima persona. Non solo: anche l'esplorazione del pianeta, la "tattilità" nel trovare risorse, viene perfettamente restituita da questa modalità, che rende ancora più profondo il nostro collegamento con la natura simulativa del gioco di Hello Games. In altre parole, l'impressione è che l'aggiunta di questa modalità in VR non si limiti ad essere un accessorio extra inutile, ma un modo nuovo e inaspettato di godersi No Man's Sky e, dopo la nostra breve prova a New York, non nascondiamo un grande desiderio esplorare questa funzionalità in modo più approfondito non appena No Man's Sky: Beyond non sarà disponibile dalla prossima estate.

Rapida, ma emozionante, la nostra esperienza con la modalità VR di No Man's Sky ci ha piacevolmente convinto. Nonostante non siamo giocatori assidui del sim spaziale di Hello Games, è difficile non cogliere il potenziale di questa nuova funzionalità, che riteniamo abbastanza interessante per quei giocatori che hanno continuato a dare fiducia allo studio britannico e al suo titolo in tutti questi anni. Solo il tempo ci dirà se avevamo ragione oppure no, ma ad un primo sguardo sembra che ciò che abbiamo di fronte sia uno degli aspetti che potrebbe rivoluzionare la fruizione di No Man's Sky da qui al prossimo futuro.

No Man's SkyNo Man's Sky