Cookie

Gamereactor utilizza i cookie per garantire agli utenti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito web. Se continui, presumiamo che tu sia soddisfatto della nostra politica sui cookie.

Italiano
Home
esports
Counter-Strike: Global Offensive

North avvia l'hashtag #StopToxicity contro gli utenti tossici

La campagna sarà promossa sulle loro magliette e spinge la community a denunciare questi individui.

Il team danese North ha recentemente denunciato diversi casi di messaggi offensivi che le squadre ricevono regolarmente, comprese anche le minacce di morte. Per l'occasione, il team ha scelto di annunciare una nuova iniziativa per combattere la tossicità nel mondo degli esport. A seguito del grande supporto che hanno ricevuto, North diffonderà l'hashtag #StopToxicity sulle loro maglie per i prossimi tre mesi, oltre che sui social media.

"Vogliamo rendere che questo diventi un oggetto di discussione da parte della nostra community, e vogliamo dimostrare che siamo dietro il nostro messaggio, a tutti coloro che seguono il nostro bellissimo gioco", scrive North. "Ma le parole e l'attenzione non lo faranno da sole. Dobbiamo anche agire, dobbiamo rendere conto di ciò che accade nei nostri feed, nelle nostre sezioni dei commenti e nei nostri messaggi diretti".

Quello che faranno sarà rimuovere commenti tossici sui social feed quando potranno, segnalare gli utenti tossici alle autorità competenti e bannando i membri tossici dalle community. Invitano inoltre la community a segnalare questi individui.

Cosa ne pensi di questa iniziativa?

Counter-Strike: Global Offensive
Photo: North